Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

ISF 17.

L’ORGANO DI GOVERNO: L’ESPERIENZA ITALIANA

NEL CONTESTO EUROPEO (SEGUE)

Le funzioni risultano così ripartite:

→ le funzioni decisionali in materia di politica monetaria, in

particolare quelle relative ai tassi di interesse e alle riserve

obbligatorie, sono accentrate nella BCE;

→ la gestione operativa delle politica monetaria è affidata alle

banche centrali nazionali.Con riferimento all’Italia, in

particolare, quelle in materia di vigilanza bancaria e creditizia,

di supervisione dei mercati, di tutela della concorrenza sul

mercato del credito e, congiuntamente con la BCE, sui sistemi

di pagamento.

NOTE

_______________________________________________________

_______________________________________________________

Prof. Stefano Paneforte ______

_______________________________________________________

_______________________________________________________

______

_______________________________________________________

___

_______________________________________________________

___

_______________________________________________________

_______________________________________________________

______

_______________________________________________________

_______________________________________________________

Copyright STUDIO PANEFORTE

Riservato alla circolazione interna per uso didattico

_______________________________________________________ ISF 18.

L’ORGANO DI GOVERNO: L’ESPERIENZA ITALIANA

NEL CONTESTO EUROPEO (SEGUE)

Le considerazioni formulate portano a considerare:

→ l’esistenza di un sistema vitale finanziario a livello europeo

(sistema di ordine L) con un organo di governo ed una struttura

operativa;

→ la finalità della sopravvivenza viene perseguita attraverso una

politica monetaria comune;

→ organo di governo di tale sistema è la Banca centrale europea; la

struttura operativa è rappresentata dalle banche centrali dei paesi

NOTE

membri dell’Unione Europea.

_______________________________________________________

_______________________________________________________

Prof. Stefano Paneforte ______

_______________________________________________________

_______________________________________________________

______

_______________________________________________________

___

_______________________________________________________

___

_______________________________________________________

_______________________________________________________

______

_______________________________________________________

_______________________________________________________

Copyright STUDIO PANEFORTE

Riservato alla circolazione interna per uso didattico

_______________________________________________________ ISF 19.

L’ORGANO DI GOVERNO: L’ESPERIENZA ITALIANA

NEL CONTESTO EUROPEO (SEGUE)

Segue:

→ l’esistenza di un sistema finanziario di ordine L-1 a livello di

singoli paesi partecipanti all’Unione europea;

→ con riferimento all’esperienza italiana, l’organo di governo è

complesso nel senso che è composto da un insieme

organizzato di istituzioni deputato ad esercitare l’attività di

indirizzo, coordinamento e controllo del sistema;

→ l’attività di indirizzo, coordinamento e controllo sulla struttura

operativa e segnatamente sulle componenti – mercati e

intermediari creditizi – è affidata alla CONSOB ed alla Banca

NOTE

d’Italia.

_______________________________________________________

_______________________________________________________

Prof. Stefano Paneforte ______

_______________________________________________________

_______________________________________________________

______

_______________________________________________________

___

_______________________________________________________

___

_______________________________________________________

_______________________________________________________

______

_______________________________________________________

_______________________________________________________

Copyright STUDIO PANEFORTE

Riservato alla circolazione interna per uso didattico

_______________________________________________________ ISF 20.

L’ORGANO DI GOVERNO: L’ESPERIENZA ITALIANA

NEL CONTESTO EUROPEO (SEGUE)

Segue:

→ si è inoltre attuata una forte spinta allo sviluppo di

imprenditorialità con capacità di autoregolamentazione della

struttura attraverso la gestione dei mercati privatizzati affidati

agli operatori e l’autonomia strategica ed operativa riconosciuto

agli intermediari finanziari, bancari e non bancari, con una

conseguente netta ripartizione tra attività di impresa degli

operatori e attività di indirizzo e controllo di competenza delle

autorità.

NOTE

_______________________________________________________

_______________________________________________________

Prof. Stefano Paneforte ______

_______________________________________________________

_______________________________________________________

______

_______________________________________________________

___

_______________________________________________________

___

_______________________________________________________

_______________________________________________________

______

_______________________________________________________

_______________________________________________________

Copyright STUDIO PANEFORTE

Riservato alla circolazione interna per uso didattico

_______________________________________________________ ISF 21.

LA STRUTTURA OPERATIVA

La struttura operativa, area della gestione del sistema vitale

finanziario, si articola,su due categorie di componenti:

→ i mercati;

→ le imprese (intermediari finanziari e supporti).

NOTE

_______________________________________________________

_______________________________________________________

Prof. Stefano Paneforte ______

_______________________________________________________

_______________________________________________________

______

_______________________________________________________

___

_______________________________________________________

___

_______________________________________________________

_______________________________________________________

______

_______________________________________________________

_______________________________________________________

Copyright STUDIO PANEFORTE

Riservato alla circolazione interna per uso didattico

_______________________________________________________ ISF 22.

LA STRUTTURA OPERATIVA (SEGUE)

Con riferimento ai mercati essi possono essere classificati in:

→ diretti vs. organizzati.

I mercati organizzati possono, a loro volta, essere distinti in:

→ primari vs. secondari;

→ mercato monetario (entro 18 mesi) e mercato dei capitali

(oltre i 18 mesi).

NOTE

_______________________________________________________

_______________________________________________________

Prof. Stefano Paneforte ______

_______________________________________________________

_______________________________________________________

______

_______________________________________________________

___

_______________________________________________________

___

_______________________________________________________

_______________________________________________________

______

_______________________________________________________

_______________________________________________________

Copyright STUDIO PANEFORTE

Riservato alla circolazione interna per uso didattico

_______________________________________________________ ISF 23.

LA STRUTTURA OPERATIVA (SEGUE)

L’efficienza dei mercati può essere riferita a:

→ efficienza informativa: i prezzi dei titoli riflettono in ogni

momento tutte le informazioni disponibili;

→ efficienza valutativa: le informazioni disponibili sono utilizzate

nel modo corretto per determinare il valore dell’impresa che

viene così a riflettersi nei prezzi;

→ efficienza di completezza: la possibilità di realizzare scambi

relativi a tutte le scadenze e a tutte le possibili future

eventualità;

→ efficienza funzionale: il mercato non serve solo a se stesso (o

garantire un reddito agli operatori) ma dà un contributo

all’economia;

NOTE

→ cioè l’insieme dell’organizzazione

efficienza tecnico operativa:

e delle procedure grazie alle quali il mercato svolge, o costi

_______________________________________________________

minimi, le sue funzioni.

_______________________________________________________

Prof. Stefano Paneforte ______

_______________________________________________________

_______________________________________________________

______

_______________________________________________________

___

_______________________________________________________

___

_______________________________________________________

_______________________________________________________

______

_______________________________________________________

_______________________________________________________

Copyright STUDIO PANEFORTE

Riservato alla circolazione interna per uso didattico

_______________________________________________________ ISF 24.

LA STRUTTURA OPERATIVA (SEGUE)

L’attività di intermediazione può essere riferita:

→ una comprendente l’attività di intermediazione così come

tradizionalmente intesa, consistente cioè nel trasferimento

delle risorse finanziarie da unità in surplus a quelle in deficit

finanziario (processo terminale settoriale);

→ una comprendente invece le diverse attività volte a agevolare,

in varie forme e modi di intervento, il processo di produzione,

trasformazione e scambi di attività finanziarie (sistema

NOTE economico settoriale).

_______________________________________________________

_______________________________________________________

Prof. Stefano Paneforte ______

_______________________________________________________

_______________________________________________________

______

_______________________________________________________

___

_______________________________________________________

___

_______________________________________________________

_______________________________________________________

______

_______________________________________________________

_______________________________________________________

Copyright STUDIO PANEFORTE

Riservato alla circolazione interna per uso didattico

_______________________________________________________ ISF 25.

LA STRUTTURA OPERATIVA (SEGUE)

In relazione al peso assunto dalla componente mercato o

intermediario finanziario possiamo distinguere sistemi

market based in cui:

→ la proprietà delle imprese è altamente concentrata;

→ le relazioni tra banche e imprese si sviluppano in un’ottica

di lungo periodo;

→ il numero delle imprese quotate in borsa è relativamente

modesto;

→ le banche svolgono un ruolo significativo nella

configurazione degli assetti proprietari, nel controllo delle

imprese, e nel finanziamento a medio e lungo termine per gli

NOTE investimenti.

_______________________________________________________

_______________________________________________________

Prof. Stefano Paneforte ______

_______________________________________________________

_______________________________________________________

______

_______________________________________________________

___

_______________________________________________________

___

_______________________________________________________

_______________________________________________________

______

_______________________________________________________

_______________________________________________________

Copyright STUDIO PANEFORTE

Riservato alla circolazione interna per uso didattico

_______________________________________________________ ISF 26.

LA STRUTTURA OPERATIVA (SEGUE)

Nei sistemi market based:

→ la proprietà delle imprese si caratterizza per l’azionariato

diffuso;

→ le relazioni tra banche ed imprese sono improntate al breve

periodo;

→ il numero delle imprese quotate in borsa è rilevante in rapporto

alla struttura industriale;

→ i mercati sono in grado di esercitare il controllo sulla

performance delle imprese e quindi sulla capacità del

management, collegando, seppure attraverso l’intervento degli

NOTE operatori professionali, domanda ed offerta di fondi.

_______________________________________________________

_______________________________________________________

Prof. Stefano Paneforte ______

_______________________________________________________

_______________________________________________________

______

_______________________________________________________

___

_______________________________________________________

___

_______________________________________________________

_______________________________________________________

______

_______________________________________________________

_______________________________________________________

Copyright STUDIO PANEFORTE

Riservato alla circolazione interna per uso didattico

_______________________________________________________ ISF 27.

LA STRUTTURA OPERATIVA E L’EFFICIENZA

I meccanismi in grado di assicurare corrette impostazioni

manageriali sono da ricercare anzitutto a livello di sistema

finanziario market based considerato capace di garantire

condizioni di efficienza, in particolare informativa e valutativa.

Questa impostazione è stata oggetto nel tempo di progressiva

rivisitazione per la consapevolezza di asimmetrie informative

difficilmente sanabili.

NOTE

_______________________________________________________

_______________________________________________________

Prof. Stefano Paneforte ______

_______________________________________________________

_______________________________________________________

______

_______________________________________________________

___

_______________________________________________________

___

_______________________________________________________

_______________________________________________________

______

_______________________________________________________

_______________________________________________________

Copyright STUDIO PANEFORTE

Riservato alla circolazione interna per uso didattico

_______________________________________________________ ISF 28.

LA STRUTTURA OPERATIVA E L’EFFICIENZA (SEGUE)

L’asimmetria informativa comporta:

→ l’eventualità che imprese e progetti di valore non vengano

finanziati;

→ gli investitori non sono in grado di controllare (senza costi),

una volta che l’impresa abbia ottenuto il finanziamento,

l’effettivo utilizzo dello stesso;

→ le imprese possono essere stimolate a seguire logiche di

breve periodo nella determinazione delle proprie politiche di

investimento.

NOTE

_______________________________________________________

_______________________________________________________

Prof. Stefano Paneforte ______

_______________________________________________________

_______________________________________________________

______

_______________________________________________________

___

_______________________________________________________

___

_______________________________________________________

_______________________________________________________

______

_______________________________________________________

_______________________________________________________

Copyright STUDIO PANEFORTE

Riservato alla circolazione interna per uso didattico

_______________________________________________________ ISF 29.

LA STRUTTURA OPERATIVA E L’EFFICIENZA (SEGUE)

In relazione a tali problematiche il miglioramento dell’efficienza

si collega alla disponibilità di specifiche capacità di lettura

dell’indeterminatezza dei profili rischio rendimento che

consentono agli intermediari finanziari, da un lato, di

ricondurre a categorie note un numero crescente di fenomeni

a parità di costo, e dall’altro, di ripartire tale costo su un

volume intermediato di dimensioni rilevanti.

NOTE

_______________________________________________________

_______________________________________________________

Prof. Stefano Paneforte ______

_______________________________________________________

_______________________________________________________

______

_______________________________________________________

___

_______________________________________________________

___

_______________________________________________________

_______________________________________________________

______

_______________________________________________________

_______________________________________________________

Copyright STUDIO PANEFORTE

Riservato alla circolazione interna per uso didattico

_______________________________________________________ ISF 30.

LA STRUTTURA OPERATIVA E L’EFFICIENZA (SEGUE)

Il sistema finanziario esercita pressioni sulle imprese per:

- riprogettare un sistema più competitivo;

- migliorare le performance di breve e lungo periodo;

- mantenere le strategie efficaci e abbandonare quelle

fallimentari;

Queste pressioni vengono esercitate

- votando contro le proposte del management e/o dei

dirigenti

- stimolando cambiamenti nella struttura e performance

migliori

- chiedendo manager differenti

- incontrando frequentemente i dirigenti

- richiedendo maggiori informazioni sui piani societari

NOTE - reclamando sempre più spesso consigli di

amministrazione più forti e indipendenti.

_______________________________________________________

_______________________________________________________

Prof. Stefano Paneforte ______

_______________________________________________________

_______________________________________________________

______

_______________________________________________________

___

_______________________________________________________

___

_______________________________________________________

_______________________________________________________

______

_______________________________________________________

_______________________________________________________

Copyright STUDIO PANEFORTE

Riservato alla circolazione interna per uso didattico

_______________________________________________________ ISF 31.

I RAPPORTI TRA SISTEMA IMPRESA ED IL SISTEMA

FINANZIARIO: IL PROFILO RISCHIO RENDIMENTO

L’attività di intermediazione finanziaria, in particolare

relativa al trasferimento di risorse finanziarie all’impresa,

unità in deficit, si caratterizza per un contenuto di rischio.

Il rendimento atteso dell’investitore è diverso a seconda del

rischio che caratterizza l’attività finanziaria.

NOTE

_______________________________________________________

_______________________________________________________

Prof. Stefano Paneforte ______

_______________________________________________________

_______________________________________________________

______

_______________________________________________________

___

_______________________________________________________

___

_______________________________________________________

_______________________________________________________

______

_______________________________________________________

_______________________________________________________

Copyright STUDIO PANEFORTE

Riservato alla circolazione interna per uso didattico

_______________________________________________________


PAGINE

34

PESO

140.14 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Dispense del Prof. Paneforte del corso di Economia e gestione delle imprese della triennale di Economia. Di seguito gli argomenti trattati:

Dall’ambiente al sistema finanziario
L’efficacia del sistema finanziario: tra efficienza e stabilità
La qualificazione in chiave vitale del sistema finanziario
L’organo di governo: l’esperienza italiana nel contesto europeo
La struttura operativa del sistema finanziario
La struttura operativa e l’efficienza
I rapporti tra sistema impresa e sistema finanziario: il profilo rischio-rendimento


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze economiche e gestionali
SSD:

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Economia e gestione delle imprese e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT Luspio o del prof Paneforte Stefano.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Economia e gestione delle imprese

Rapporti intersistemici
Dispensa
Dinamica evolutiva
Dispensa
Impresa sistema vitale e complessità
Dispensa
Pensiero sistemico
Dispensa