Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Crime in the Making (Sampson R., Laub

J. ­ 1993)

(disegno della ricerca)

Seconda fase :

 Selezione del materiale empirico (interviste,

­ raccolta di materiale relativo a 500 soggetti,

seguiti dai 25 ai 32 anni, autori di reato e

altrettanti soggetti non autori di reato);

Crime in the Making (Sampson R., Laub

J. ­ 1993)

(rilevazione empirica e risultati dell’analisi)

Terza fase :

 Costruzione di indici\variabili misurabili, con cui analizzare

­ quantitativamente le diverse dimensioni d’interesse (contesto

famigliare; ruolo della scuola del gruppo dei pari e dei

frattelli\sorelle; legami sociali adulti; modelli comparativi di

crimine e devianza);

tutti i capitoli si sviluppavano con la seguente struttura:

­ quadro teorico;

a) rilevazioni empiriche;

b) risultati dell’analisi;

c) ritorno alla teoria

d)

Crime in the Making (Sampson R., Laub

J. ­ 1993)

(conclusioni e ritorno alla

Quarta fase

 teoria iniziale) :

Sulla base delle “evidenze empiriche”

accumulate,

viene ridiscusso e approfondito il quadro teorico

sommariamente esposto all’inizio della ricerca.

La strategia quantitativa

Impostazione della ricerca

1) strutturata, fasi logicamente consequenziali

­ (“geometricità”);

deduttività;

­ la letteratura è fondamentale per definire teoria e

­ ipotesi;

le ipotesi devono essere “rigorose” e collegate a

­ variabili misurabili quantitativamente

il ruolo del soggetto studiato è passivo (come fosse

­ un “oggetto”);

il contesto della ricerca è messo tra parentesi.

­ La strategia quantitativa

2) Rilevazione e analisi dei dati

Il disegno della ricerca precede la ricerca

­ stessa ed è nelle sue fasi, pre­ordinato e

logicamente indipendente dall’oggetto

studiato;

le osservazioni sono compiute su campioni

­ della popolazione , generalmente

statisticamente rappresentativi;

i dati che vengono raccolti sono di carattere

­ numerico e vengono statisticamente

analizzati

La strategia quantitativa

3 ) Risultati

I risultati sono presentati con tabelle o

­ grafici;

essi servono a validare, ampliare o confutare

­ un modello teorico­ipotetico che è alla base

della ricerca ;

i risultati ottenuti tendono alla

­ generalizzabilità .

La strategia quantitativa

Il cuore dell’analisi quantitativa è costituito dal suo essere

 variable­based:

la soggettività umana è scomposta in tanti attributi quante

1. sono le variabili costruite nell’analisi;

l’analisi riguarderà sempre le variabili e le loro relazioni;

2. il modello di riferimento è quello causale: distinzione tra

3. una variabile dipendente (fenomeno da spiegare – ad

esempio il comportamento violento) e una o più variabili

indipendenti (fattori al variare dei cui valori, si modifica di

conseguenza il valore della variabile dipendente – ad

esempio il grado di istruzione). [Y=f(X)] + quadro teorico di

riferimento

La strategia quantitativa

Le principali tecniche di raccolta dati utilizzate

sono:

intervista (face to face, postale o telefonica) con

­ questionario strutturato a domande chiuse;

analisi del contenuto e analisi lessicometrica ;

­ approccio sperimentale su piccoli gruppi;

­ test psicometrici ;

­ “ contabilità” di cose e persone ( indicatori

­ socioeconomici, indicatori demografici – VISITA IL

SITO WEB DELL’ISTAT ).

La strategia quantitativa

Esempio di domanda chiusa : “indichi il suo

sesso:

Maschio\Femmina – cioè le alternative di

risposta

sono già pre­ordinate dal ricercatore. Questo gli

consente di omogeneizzare i dati e di procedere

ad

operazioni di conteggio, variabili a secondo

della

Parte II: l’approccio qualitativo


PAGINE

24

PESO

464.48 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Dispensa al corso di Sociologia generale del Dott. Francesco Antonelli. Trattasi di slides esplicative del volume di P. Corbetta "La ricerca sociale: metodologia e tecniche", all'interno delle quali sono affrontati i seguenti argomenti: l’approccio quantitativo (R. Sampson, J. Laub) e quello qualitativo (Sànchez - Jankowski) alla ricerca sociale, le coordinate spazio-temporali della ricerca sociale, comparazione e analisi longitudinale.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze politiche per la cooperazione
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Sociologia generale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Roma Tre - Uniroma3 o del prof Antonelli Francesco.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Sociologia generale

Teoria e ricerca empirica
Dispensa
Teoria dello scambio e della scelta razionale
Dispensa
Sè, mente e ruolo sociale
Dispensa
Stratificazione, classi e disuguaglianza
Dispensa