Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

St. Leopold Am Steinhof 1905-1907

~ 148 ~

HENDRIK PETRUS BERLAGE (1856 1934)

architetto

urbanista Accademia belle Arti di Amsterdam

Politecnico di Zurigo

- riflessione sull’abitazione popolare (Gottfried Semper)

- architettura monumentale 1881 studio ad Amsterdam

- relazioni tra urbanistica e architettura ~ 149 ~

PETER BEHRENS (1868 1940)

studi di pittura scuola Arti Decorative di Amburgo

scuola d’Arte di Karlsruhe

accademia di Dusseldorf

1892 “Secessione di Monaco”

1893 “Libera associazione di artisti di Monaco”

1896 collabora come grafico con Pan

>> esperienze legate allo Jugendstil

1899 chiamato a Darmstadt

1907 tra i fondatori del Deutscher Werkbund

1907 inizia la collaborazione con AEG ~ 150 ~

~ 151 ~

1907: DEUTSCHER WERKBUND

- rilancio del prodotto industriale tedesco

- collaborazione tra arte, artigianato e industria

1907: collaborazione con AEG =Allgemeine Electrizitaet Gesellshaft

PROGETTAZIONE CICLIO COMPLETO:

- edificio

- organizzazione

- design prodotti

- logo

- manifesti pubblicitari – –

TURBINEN FABRIK AEG BERLINO DAL 1907

RAUMAESTETIK: in questi anni lavorano

nello studio Behrens:

- forma esattamente delineata

- contorni nitidi Adolf Meyer (dal 1904)

- ordine dei componenti Walter Gropius (1907-1910)

- organizzazione in serie Mies Van Der Rohe (1908-1911)

Le Corbusier (1910-1911)

~ 152 ~

~ 153 ~

~ 154 ~

FRANÇOIS HENNEBIQUE (1843 1921)

- studia le proprietà statico-meccaniche

( il ‘nodo’ pilastro trave) –

ANATOLE DE BAUDOT (1834 1915)

- studia le possibilità formali del cemento armaro

Saint-Jean-des-Abbesses,

Parigi

~ 155 ~

AUGUSTE PERRET (1874 1954)

In società con i fratelli Gustave e Claude (che erano subentrati

nell'impresa edile fondata dal loro padre), fu uno dei primi ad impiegare Famiglia di tagliapietre e costruttori francesi in Belgio

il cemento armato nelle costruzioni. Grazie ad una riflessione sulle studia a Parigi ma non si diploma

possibilità tecniche e formali di questo nuovo materiale, giunse all'idea lavora nella ditta paterna poi con i fratelli fonda la

di poter realizzare costruzioni con due entità fondamentali: la struttura

portante ed i setti di riempimento. Applicò al calcestruzzo forme e PERRET FRERES – 1905 (Gustave e Claude)

proporzioni prese dall'arte greca e dal classicismo francese, con strutture

e superfici molto sofisticate. ~ 156 ~

~ 157 ~

Virtuosismo tecnico e valenze formali

Raggiunte con il Cemento armato

N.-D. De La Consolation A Le Raincy –

1922-23

(N.-D. Du Beton Armé)

~ 158 ~

TONY GARNIER (1869 1948)

studia a Lione, poi a Parigi dal 1889

1899 Prix de Rome, viaggio in Italia

(ricostruzione di Tuscolo)

attivo a Lione Cité Industrielle grande riflessione sul tema urbano

Ospedale La Grange Blanche

Prog. 1909-10 Real. 1929-33 ~ 159 ~

ADOLF LOOS (1870 1933) Padre scalpellino a Brno

Un ulteriore spunto in questa direzione viene

dell'architetto Austriaco Adolf Loos che, pur ponendosi 1887-88 Scuola Industriale Superiore di Reichenberg

in forte contrasto con la secessione, ne costituisce di 1890-93 Architettura nella Scuola superiore tecnica di Dresda

fatto l'ultimo è più raffinato prodotto intellettuale. 1893-96 viaggio negli Stati Uniti Chicago Philadelphia St. Louis

Architetto controcorrente, teorico raffinato e saggista 1894 lavora da un costruttore a New York

dalla penna graffiante, lui combattè in ogni modo il 1896 Londra e Parigi

concetto di decorazione in architettura. Nel suo celebre

saggio dal titolo significativo di <<Ornamento e “ornamento è delitto”

Delitto>> (1908), egli arriva ad affermare che

l'architettura non è un'arte poiché qualsiasi cosa serva a arte ≠ artigianato

uno scopo va esclusa dalla sfera dell'arte. L'apparente arte ≠ architettura

paradosso mette in evidenza come i tempi siano ormai architettura > funzione

maturi per l'avvento di un’architettura veramente nuova casa ≠ opera d’arte

e funzionale, nella quale ogni decorazione sia eccezione: edifici COMMEMORATIVI (sepolcro e monumento)

definitivamente bandita in funzione della qualità prima

che ogni buona architettura deve soddisfare: il benessere di chi vi abita. A riprova di ciò Loos, che come tutti i precursori è stato

culturalmente isolato dai suoi contemporanei, scrive acutamente che a trattenere l'architetto dal concedersi a sfoghi decorativi deve

essere questo pensiero: <<come vivranno tra cinquant’anni, in questa casa o in questi ambienti, gli uomini per cui io lavoro?>>.

~ 160 ~


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

30

PESO

5.25 MB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze dell'architettura
SSD:
A.A.: 2017-2018

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher chiaraoteri94 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia dell'architettura contemporanea e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Bardati Flaminia.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Storia dell'architettura contemporanea

Art Noveau in Europa e la Secessione Viennese
Appunto
La Scuola di Chicago, La Fiera Colombiana, Wright
Appunto
Gothic Revival - Orientalismo- Eclettismo
Appunto
Riassunto esame storia dell'architettura: Ottocento
Appunto