Che materia stai cercando?

Riassunto esame filosofia e teoria dei linguaggi, prof. Silvestri, libro consigliato Il medium è il massaggio, McLuhan

Riassunto per l'esame di filosofia e teoria dei linguaggi, basato su appunti personali e studio autonomo del testo consigliato dal prof. Silvestri, "Il medium è il massaggio", M. McLuhan. Il presente testo analizza, in maniera profonda e "codificata", l'evoluzione dei media e le loro rispettive influenze antropologiche e sociologiche sull'essere umano. soffermandosi sul binomio... Vedi di più

Esame di Filosofia e teoria dei linguaggi docente Prof. F. Silvestri

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

L’innovazione mediatta ha segnato i passauui storiii dell’ett lmana, distnglendo le diverse epothe in

flnzione della tetnologia mediatta dominante:

Ett tribale, oralità priiaria

 Ett tlassita, scrittura

 Ett moderna, staipa

 Ett tontemporanea, imdia mlmttrici e ritorno ad ln’oralità smcondaria

I media ton tli interagiamo sono in grado di intidere in maniera neta slll’ambiente, tomportando

ripertlssioni sllla psithe sotiale e individlale e modiitando la nostra pertezione della eimegsioge spazio-

temporale; ne deriva, dlnqle, ln rapporto ei iorrelazioge tra imdiui, imssaggio, spazio e tmipoà In tal

senso, è possibile sostenere the il imdiui è il imssaggio in virtù della sla stessa natlra, the va ad intidere

sllle tarateristthe spazio-temporali del messaggio veitolatoà Ad esempio, le prime forme di stritlra

basate slll’intisione sl pietra permetevano di mantenere ln messaggio atvo nel tempo per lna dlrata

temporale molto llnga, ma tale tomlnitazione rislltava ineftate dal plnto di vista spaziale poithé lo

spostamento di tale messaggio era assai diftoltosa o, talvolta, impossibile; viteversa, l’introdlzione della

tarta ha ridoto notevolmente le distanze spazio-temporali, ma il slo messaggio non è in grado di

persistere a llngo nel tempo; le atlali tomlnitazioni digitali, invete, sono tapati di annlllare totalmente

le distanza spazio-temporali e di eternare il messaggioà Qlindi, si plò afermare the la soiietà viege

plasmata eal meeiam, indipendentemente dal tontenlto della tomlnitazione; ln esempio atlale di

oralità di ritorno è data dalla messaggistta, the terta di retlperare la velotitt dell’oralitt mediante

l’impiego di abbreviazioni ettà

MtLlhan sotolinea inoltre l’importanza dell’artm tome fattorm mvolutvo e taroimtro dml caitiaimnto

aitimntalm, ovvero l’arte iome iogtro-ambiegte: il rlolo dell’arte è fondamentale, poithé solo l’artsta

(mogello agtsoiiale, agt-eroe fegomegolouo) è tapate, prima di tlt, di togliere anttipatamente le

modiithe dell’ambiente (feeeforware o azionm antcipata; Joyie) e lmggmrm il iondo mstmrno; l’artsta

flnge da agtegga tapate di taptare le alterazioni the ln nlovo medilm provota nell’lomo, e tramite

l’arte è in grado di risegsorializzare l’esperienza lmana nella tontrapposizione tra fiuara e sfogeo, ovvero

tra imdiui e aitimntm, in qlanto solo l’artsta è in grado di porre la propria atenzione slllo sfondo, in

ln’otta a tlto tampo, a diferenza dell’otta miope the si soferma sllla iglra e sli detagli,

dimenttando la visionm d’insimimà L’artsta, ton la sla arte, è dlnqle il sistmia d’allarim dmlla socimtà in

flnzione dell’evollzione mediatta, in parttolar modo in riferimento al rapporto tra lomo e ambiente

nell’otta della pmrcmzionm dmllm iodifccm aitimntali (ovvero dello spazio tirtostante, the è ln’mnttà

dinaiica frutto dmlla costantm intmrazionm tra l’uoio m lm cosm) e dei relatvi iliihé, ovvero tiò the spesso

diamo per stontato (esà in flnzione al medilm altomobile, diamo per stontato the siano present le

infrastrltlre stradali, ovvero l’ambiente in tli tale medilm opera e the ti inflenza): MtLlhan giota sl

lna metafora interessante legata alla iodalità d’ossmrvazionm dmllm cosm, prendendo tome riferiment il

pallonm amrostatco e il radar; se il palloge aerostatio si toniglra tome ln elemento tollotato in lno

spazio fsico e legato ad ln’ossmrvazionm dall’alto msclusivaimntm visiva, il raear si tollota in lno spazio

mlmttrico the non tonoste più margini e tonini visivi e agiste a tutto caipo nella pmrcmzionm antcipata di

fmnoimni ancora invisitili ad occcio nudo (il radar tapta segnali eletriti)à Tale diversitt spaziale si rifete,

dlnqle, in lna diversa segsorialità registrata dai fenomeni artstti, in qlanto l’artm porta già in sm il smim

dml caitiaimnto: i uraffit rapestri di epota tribale, immersi in lna diimnsionm acustca e legat ad lna

visionm organica dml iondo, rimandano inevitabilmente alle fgurm tridiimnsionali poste sllla supmrfcim

piana dei vasi ureii, dove lo spazio tirtostante è git impregnato dal medilm della scrittura e dlnqle dalla

linmarità; allo stesso modo, mentre il mogeo eagtesio è antora immerso in ln tpo di mspmrimnza smnsorialm

inclusiva (esà ionaci aianumnsi), ma si toniglra in lna sotiett leterata e dlnqle lineare, il mogeo

shakespeariago tomporta l’mitlmiatco passaggio da lna modalitt di pertezione atlstta ad lna

modalitt di pertezione pretamente visiva, ovvero lo spazio viene pertepito visivamente per opera di lna

narrazionm linmarm; nell’era eletrita, e dlnqle ton il ritorno all’oralitt, l’arte si ritoniglra in lna visione

del mondo organitaà Tale passaggio da spazio atlstto a spazio visivo rappresenta ln passo fondamentale

verso la formazione di lna pmrcmzionm spazialm privata m igeivieaale, a diferenza della pmrcmzionm igilasiva

m iorale tpita dell’oralittà Il carattmrm di coipmnmtrazionm tra l’ambiegte amago e l’opera e’arte, dlnqle,

rappresenta ln taratere distntvo dell’evollzione storito sotiale, tlltlrale ed antropologita dell’essere

lmano; ton la crmazionm di contro-aitimnt, l’artsta ofre infat il mezzo geiessario per ossmrvarm il

iondo dirmttaimntm, favorendone lna visionm m coiprmnsionm cciaraà * assmnza di igevitabilità * * il rm è

nudo *

Diretamente tonnessa alla qlestone dell’artsta vi è qlella del eiletagte, ovvero del novizio; se in passato

il diletante era messo in setondo piano, posto in ln angolo ad imparare e stldiare tlta la tradizione e

tlltlra netessaria per agire, nml iondo mlmttrico il dilmttantm rimscm a lmggmrm l’aitimntm smnza il tisogno di

applicarsi in studi approfondit, in qlanto il medilm eletrititt rappresenta ln’iggovazioge segza

traeizioge, dalle tarateristthe spittatamente ant-aitimntalià Ad esempio Platoge, uoio di imzzo tra il

iondo dmll’oralità m la rivoluzionm imdiatca dmlla scrittura, nel Fedro sembra inizialmente temere il nlovo

medilm, l’innovazione, poithé rappresentava lna minattia per la memoria sotiale ed ln possibile plnto di

perdita di se stessi; la motvazione alla base di tale preottlpazione riglarda essenzialmente il iodo di

fruizionm dell’Iliaee, tonsiderata l’mnciclopmdia culturalm dmlla Grmcia in mpoca prm-lmttmraria sottoforia di

iagzoge m liguaauuio poetio; in seglito, nella Replbblita, lo stesso Platone iniste per atattare ton forte

senso tritto la forma poetta, esaltando il medilm stritlra tome mezzo più eftate e afdabile per la

tomlnitazione e la tlassiitazione della tonostenza setondo ln metodo pretisoà Si potrebbe dire, dlnqle,

the il iondo mlmttrico contmiporanmo, ton il rmcupmro dmll’oralità e di qlella foria pomtca tpicaimntm

acustca, rappresenta la fnm dmllm narrazionir dmgli sccmii m dml profmssionisio; si perdono la linearitt e la

riterta di intretti narratvi strltlrat, lastiando spazio ad ln iompato rivestmegto ei storie, a qlel iodo

di vivmrm mitio m profogeo tpico dmi giovani nat m crmsciut nmlla diimnsionm dmi imdia mlmttrici ,

osservabile soto diverse forme: dal plnto di vista dell’istrlzione si va formando ln ambiegte eella ialtara

popolare (web), dovm la conoscmnza non è più fraiimntata m catalogata; dal plnto di vista del lavoro si

ritertano oggi raoli, ovvero situazioni di pimno coinvolgiimnto, e non sempliti obietvi e lavori frammentari

e spetializzat; anthe la pabbliiità risente della pmrdita dmlla narratvità m dmlla traia (passaggio dai

taroselli agli spot ton truscci zooir iontaggi m tagli iiprovvisi)à

L’intera vita sotiale viene afrontata mittamente, in qlanto il iondo mlmttrico coiporta il risveulio

eell’aomo sairale m uditvo presentato da Joyie in Figgeuags Wake, ovvero di qlell’uoio capacm di vivere

simaltageamegte in tuttm lm iodalità culturali magtegegeo aga profogea iogsapevolezza (si vive, qlindi,

in lna socimtà itrida)à La massima espressione della parteiipazioge mistia ton tli ti si interfattia oggi alla

sotiett è data dalla masiia, lna foria di suono m oralità ccm avvolgm m coinvolgm tut, indistntamente,

nella rivolazioge dml ritorno all’oralitàà Ne sono esempio i Beatles, tosì tome ogni altra iioga pop eella

masiia iogtemporagea: giovani iusicist, talvolta eiletagt, the si ritrovano ad igeossare l’ambiegte

aeitvo m rivmstrm la propria lingua con effet masiiali, delineandone lna nlova veste; non è ln taso se,

sopratlto nella scrittura mlmttrica, prevalgono oggi mffmt tpografci uditvi m iusicali quali ritmor

igflessioge m paaseà

Dlnqle, nell’epota tribale, ton il predominio dell’oralitt, l’ambiente in tli si svillppa la tomlnitazione è

dato dallo spazio aiastio, ovvero l’area entro la qlale è possibile astoltare la parola orale, determinando

lna relazione limitata tra medilm e spazio-tempo e lo svillppo tonseqlenziale di lna sotiett fondata sllla

simaltageità, ovvero slll’esperienza tolletva delle tose; ti troviamo, dlnqle, in ln tontesto dove il senso

dell’ldito glida l’esperienza lmana, ovvero nell’ambito dell’oralità primaria, dove tlto segle lna

“linmarità uditvaa in contnuo divmnirm ed indissollbilmente legata all’oretthio tome terminale sensoriale

di riferimentoà La dimensione atlstta viene interpretata tome lna palaee, il baio eella megte senza

tonini, direzioni e orizzontà L’ormcccio non privilmgia nmssun punto di vista poiccé l’mssmrm uiano è

avviluppato al suonor mnttà invisitilm ccm rimipim l’aria m ci attanaglia in una imtaforica raugatela (vedi

immagine pagà 121)à

Con l’avvento della stritlra, e antor di più ton la stampa, è possibile assistere ad ln protesso di

igteriorizzazioge the si fonda slll’individlalismo, ovvero slll’esperienza mediatta the non è più

simlltanea e tolletva, ma visslta nella propria igeivieaalitàà In qleste dle fasi evolltve, ovvero ton la

stritlra e antor di più ton la stampa a tarateri mobili, si assiste innanzitlto ad lna frammegtazioge della

linmarità oralm, in qlanto il mondo atlstto viene soverthiato da qlello leterato prima (linmarità scritta), e

mettanito poi (iatega ei mogtauuio), generando la frammegtarietà eel liguaauuio, eella soiietà e eella

iogosiegza: in tal senso, il linglaggio viene frammentato poithé non è più tirtostrito all’oralitt lineare

dello spazio atlstto, la sotiett viene frammentata poithé si avvia ln protesso di spetializzazione the va

ad identitare tlassi spetiithe di titadini e si manifesta l’individlalismo, la tonostenza viene

tonseglentemente frammentata poithé si difondono sl larga stala libri e manlali di art e stienze

setoriali, ovvero la tonostenza viene ratthilsa in iegtri e maruigi deinit, uniforiat setondo lna

prospetva fissa ee esilasiva the glida la nostra visione del mondoà Si manifesta qlella the MtLlhan

deiniste teigiia eell’eqaitoge, ovvero l’agiformizzazioge delle tose, dai libri ai singoli titadini; ln

esempio viene dato dal trestente nazionalismo, ovvero dall’lniformitt dei titadini entro spetiiti tentri e

margini, the si realizza nella sla forma più tontreta nella treazione di esertit nazionali, dove ogni soldato

è lniformato agli altrià Qlesta forma di nazionalismo trova antora più eftatia in riferimento alla

diflsione, grazie alla stampa, di libri in diverse lingle, assistendo dlnqle a qlella the viene deinita lna

gobilitazioge liguaistia, e qlindi dalla linearitt della lingla latna si passa alla frammentariett della

stampa gltenberghianaà Con l’inserimento di tentri e margini ben deinit, the vanno a frammentare la

linearitt e a tirtostrivere il tontesto di frlizione del medilm, si assiste a qlella the viene deinita

separazioge tra megte e iaore, ovvero la smparazionm dmlla tmcnica dal proposito socialm (Mathiavelli); ln

esempio è dato dai libri, poithé i letori figalmegte imparago a uaareare il testo ig qaagto tale e gog

atraverso il testo, ovvero viene persa l’enfasi trastendentale tpita del medioevo (testo tome medilm per

arrivare a Dio) a favore dello svillppo di lna leteratlra tetnita, frammentata e sotialmente spetializzataà

Indlbbiamente, qlesta fase dell’ett lmana ha tomportato lno spostamento dell’eqlilibro sensoriale

dall’ldito verso la vista, ed è dlnqle l’otthio il nlovo terminale sensoriale di riferimento per glidare

l’esperienza lmanaà La linearitt diviene, dlnqle, il prigiipio oruagizzatore eella vita, modiitando l’essere

lmano antropologitamente e intattando la visionm dmll’aitimntm in tmriini visivi m spaziali, e tonilgando,

dlnqle, il tonteto di raziogalità a qlelli di linmarità e sopratlto smqumnzialità; vi è dlnqle ln forte

caitiaimnto di prospetva, inqladrato nella siiilitudinm tra il letore ccm lmggm un libro m un’artstar un

pitorer ccm dipingm un pamsaggio smrvmndosi di un iavalletoà Ne deriva ln pagto ei vista privato e fisso,

toadilvato dal eistaiio e dal gog ioigvoluimegto rispeto all’ambiente mediattoà Tale non

coinvolgiimnto plò essere inqladrato nell’otta di ln eistaiio totale rispeto allo spazio mediatto, the

tondlte l’osservatore verso ln pagto ei faua, o di aato-iagiellazioge, vale a dire verso lno stato di

prmsmnza o assmnza nml iondo mlmttrico tontemporaneoà In altre parole, il distatto tra l’osservatore e il

tontenlto mediatto (esà qladro rinastimentale) genera il plnto di flga, di alto-tantellazione, in lna

prospmtva ccm è qumlla dmll’occcio vmrso il imdiui; viteversa, nell’otta dei media eletriti, il plnto di

flga si toniglra ton il torpo stesso, in qlanto la prospmtva è qumlla dml imdiui vmrso il sistmia nmrvoso

cmntralmà In deinitva, il passaggio dal mondo eltlideo al mondo atlstto si toniglra in termini di non-

toinvolgimento o di totale toinvolgimentoà

*Il passaggio dallo spazio acustco a qumllo muclidmo vimnm riassunto nmll’msprmssionm Newtog’s Sleep*

(nastita della professione dello stritore e del topyright nel momento in tli in libro divenne merte

prodota in serie in favore di ln plbblito di letori, tomportando l’eliminazione dell’anonimato e della

tlltlra mistellanea tpita del mondo amanlense medievale)à

L’introdlzione dei media eletriti, in tal senso, ha tomportato ln ritorno all’oralità e all’esperienza

simlltanea, tondivisa, the è possibile deinire tome oralità ei ritorgo, ovvero lna forma di tomlnitazione

the mstmndm la parola orale oltre i tonini spazio-temporali, mediante l’impiego di strlment tome la radio o

il telefono; ne deriva, dlnqle, anthe lna tribalità ei ritorgo, fondata sllla circoscrizionm di aitimnt

coiunicatvi the, nonostante l’impiego di media eletriti, opera in tondizioni similari a qlelle dello spazio

atlsttoà Un esempio importante, sotolineato da MtLlhan e Whitehead, è dato dal nazismo: Hitler, in

qlalitt di ditatore, si presenta e parla al slo popolo nelle vest di tapo tribù ritrovato, sfrltando le

potenzialitt dei media eletriti per difondere il slo messaggio oltre i tonini dello spazio atlstto,

raggilngendo potenzialmente tlt toloro the fossero in grado in detodiitare il slo todite linglistto,

ovvero la lingla tedesta; in tal senso, la tribalitt di ritorno, il reuime tribale, non tomporta soltanto ln

ritorno dell’oralitt, ma anthe la perdita dell’individlalismo e la ristoperta della simlltaneitt esperienziale

mediante ln coinvolgiimnto mlmttronico (esà grlppi fatebook)à Tale oralitt di ritorno, tltavia, si presenta

molto diversa dall’oralitt primaria dell’epota tribale: infat, qlesta oralità seiogearia (Walter Ong), the

slssegle alla stritlra e alla stampa a tarateri mobili, ne riprende i trat fondamentali della linmarità

fraiimntata, della prospmtva fmria e dell’uniforiità, e risllta qlindi essere fortemente inflenzataà Ne

deriva qlella the possiamo deinire soiietà ibriea, dove gli eqlilibri sensoriali sono mltevoli, oralitt e

stritlra tonvivono e non vi è la prevalenza dell’ldito sllla vista o viteversa, ovvero l’esperienza lmana

torna a manifestarsi in lna simaltageità ampliataà

La galassia Gltenberg tede tosì il passo alla ualassia Mariogi, ovvero l’insieme dei nlovi media eletriti

the hanno tomportato il ritorno dell’oralitt; l’elemento thiave, dlnqle, è rappresentato dalla stessa

eletriiità, the è inforiazionm allo stato puro, imzzo smnza imssaggio: proprio qlesta sla mantanza

tontenltstta indlte l’lomo a tredere the essa non sia ln medilm della tomlnitazione, trastlrando però

the l’mlmttricità è il imdiui ccm contmnm tut gli altri imdia mlmttrici della galassia Martoni, ovvero

l’elemento the iodifca la diimnsionm spazialm rmndmndo il iondo un iogtegato e, più in generale,

iodifca costantmimntm l’aitimntm dove vengono stabilite e svillppate le assotiazioni interpersonali e

plasma pressothé ogni atvitt svolta dall’lomoà In tal senso, il iondo è contmnuto dai media eletriti, the

tonferistono taratere mitto ad ogni azione qlotdiana ordinaria e proietano lna visioge istagtagea delle

tose, ovvero manifestano ln iambiamegto totale e iogtgao nella pertezione della dimensione spazio-

temporale e del rapporto ton gli altri metendo ine al caipanilisio psiccico e alimentando la vita

eletriia, la vita del villaggio globale, dove i tontet di iasa e famiulia si disperdono poithé essi stessi

assimilat dall’eletrititt; ma, allo stesso modo, il iondo è un contmnuto poithé viene frammentato e

proietato tome messaggio, in qlanto il medilm eletrititt ha inglobato in sé tlt gli altri media e non vi è

più ln ordine spaziale delle tose, tosì la dimensione privata della pretedente era mediatta tede il passo

alla nlova eimegsioge iogeivisa ed il mondo stesso diviene un’unica grandm rutrica di gossip ccm non

pmrdona m non diimntca m dalla qualm non c’è riscattoà

Tltavia, la teoria di MtLlhan tirta l’eletrititt è stata trittata da Uitmrto Eco in ln arttolo del 1967, in

qlanto non vimnm sottolinmata alcuna diffmrmnza tra i tre element thiave di ln protesso tomlnitatvo,

ovvero il iagale iomagiiatvo, il ioeiie e il messauuio: Eto sotolinea tome la llte eletrita, infat, possa

essere impiegata tome segnale e dlnqle tome parttolare codicm tomlnitatvo (fari e tomlnitazioni

llminose), o tome imssaggio a tlt gli efet (lna llte attesso porta in se ln messaggio), o antora tome

canalm tomlnitatvo the tonsente la frlizione di ln tontenlto (la llte attesa in strada permete di leggere

thiaramente i manifest; llte per leggere di note)à Tra le altre attlse mirate alla teoria di MtLlhan, qlella

di maggiore spitto riglarda il eetermigismo teigolouiio: viene infat attlsato di porre l’attento in

maniera ettessiva sll fatore teigolouiio, a distapito di qlello lmano e sotiale, ovvero di esaltare la

tmcnologia coim agmntm rivoluzionario the mete in moto le grandi trasformazioni tolletve e individlali e

determina in modo assollto la vita degli esseri lmani, assimilat agli oruagi sessaali eel mogeo meiiagiio,

ovvero tlt singoli ingranaggi dmll’industria dmlla coiunicazionm (vedi smrvo imccanisio) tenlt insieme

dal rogzio dmll’mlmttricità, ton lo stopo di fmcondarm e garantre l’evollzione della speiie meeiatiaà

Logitamente, setondo il pensiero di MtLlhan, il fatore lmano e qlello sotiale si disperdono in virtù

nell’aggallamegto dell’essere lmano e delle isttlzioni di tasa e famigliaà

Cirta la tetnita d’indagine di MtLlhan, egli si rift alla eeteitve story, ovvero ad ln modello d’analisi the

osserva le tose partendo da ln efeto inale, risalendo poi a ritroso per tertare di retlperarne le talse,

l’origine; si trata, più semplitemente, di ln’analisi the parte da tiò the è nitdo e visibile per gilngere

all’origine, ad ln’essenze di taratere igvisibileà In tal senso, MtLlhan sotntende tome sia proprio

l’mlmimnto invisitilm a imttmrci in condizioni di ossmrvarm il visitilm, in lna prospmtva inconscia m dml tutto

inconsapmvolmà Ad esempio, la stessa eletrititt, the è ln medilm invisibile, è l’lnito elemento the ti

permete di rendere visibili i tontenlt dei nlovi media eletriti della galassia Marconià Risalendo nella

tontezione di MtLlhan, sfrltando qlesto metodo d’analisi, possiamo deinire the, ponendo the il

rapporto tra tetnologia e lomo è igeireto (rapporto invisibile/visibile), the la tetnologia innesta ln

meiiagismo ei iambiamegto the modiita l’ambiente in tli l’lomo opera e agiste e the,

tonseglentemente, tale ambiente si ripertlote slll’lomo ton la sla ogea ei ritorgo (sia in termini di

iondo mstmrno the di iondo intmriorm), è l’aitimntm l’mlmimnto cciavm ccm caitia gli individui e non la

tetnologia in se: ad esempio, l’altomobile in se è semplitemente lna fgura the innesta lna serie di efet

slll’ambiente, tosttlendo il nlovo sfondo sll qlale si mloveranno gli individli, ton l’introdlzione di

strade asfaltate, stazioni di servizio, infrastrltlre, ett; da tiò deriva qlello the plò deinirsi ln hieeeg

egvirogmegt of serviies, ovvero ln aitimntm invisitilm di smrvizi the ha tome onda di ritorno slgli individli

l’innmsco di un dmsidmrio m di un imccanisio di dipmndmnza inconscia, derivante semplitemente dal vedere

in giro qlella iglra d’innesto in flnzione dell’ambiente tirtostante; in tal senso, si plò dire the il imdiui

autoiotilmr considmrando tutto il suo aitimntmr è il imssaggioà

MtLlhan è inoltre il padre del tonteto di temperatara eei meeia, the si rift al potmnzialm pmrcmtvo the

ln medilm manifesta nei tonfront del frlitoreà In tal senso, possiamo distnglere dle tategorie di media:

i meeia ialei, ovvero qlelli the estendono ln senso in alta dmfnizionm e rithiedono ln iinor sforzo

pmrcmtvo al momento della frlizione, manifestando dlnqle maggiore passività in termini di

partetipazione e toinvolgimento; i meeia freeei, ovvero qlelli the estendono ln senso in tassa dmfnizionm

e obbligano il frlitore a tompiere lno sforzo pmrcmtvo iaggiorm in termini di partetipazione ed


ACQUISTATO

3 volte

PAGINE

13

PESO

159.20 KB

PUBBLICATO

10 mesi fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Riassunto per l'esame di filosofia e teoria dei linguaggi, basato su appunti personali e studio autonomo del testo consigliato dal prof. Silvestri, "Il medium è il massaggio", M. McLuhan. Il presente testo analizza, in maniera profonda e "codificata", l'evoluzione dei media e le loro rispettive influenze antropologiche e sociologiche sull'essere umano. soffermandosi sul binomio epocale dell'oralità e della scrittura, passando per la meccanizzazione della stampa e per la scrittura elettronica dei new media.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in Scienze dell'informazione editoriale, pubblica e sociale
SSD:
Università: Bari - Uniba
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Maximilian21_ di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Filosofia e teoria dei linguaggi e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Bari - Uniba o del prof Silvestri Filippo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in scienze dell'informazione editoriale, pubblica e sociale

Riassunto esame Storia dell'opinione pubblica, prof. Carbone, libro consigliato Prima dei giornali. Alle origini della pubblica informazione, Infelise
Appunto
Riassunto esame Storia dell'Opinione Pubblica, prof. Carbone, libro consigliato Storia e Critica dell'Opinione Pubblica, Habermas
Appunto
Riassunto esame Filosofia del linguaggio, prof. Ponzio, libro consigliato Semiotica e Ideologia, Rossi Landi
Appunto
Riassunto esame Filosofia del linguaggio, Metodica filosofica e scienza dei segni, Rossi Landi, prof. Ponzio
Appunto