Tutor 33226 punti

8 Marzo: La Festa della Donna

Giornata Internazionale della festa della donna

L'8 marzo di ogni anno si festeggia la Festa della donna. La Giornata Internazionale delle donne viene celebrata tutti gli anni per ricordare le conquiste sociali, politiche e economiche che hanno ottenuto le donne nel corso della storia.
La festa delle donne venne per la prima volta festeggiata negli Stati Uniti nel 1909. Negli anni successivi anche altri Paesi europei iniziarono a celebrarla per ricordare anche le discriminazioni e i soprusi che le donne sono costrette a subire in vari contesti.
La storia e le origini della festa della donna sono da riscontrarsi nelle lotte sociali femministe. Si decise di scegliere una giornata internazionale per ricordare un evento tragico: nel 1908 fu organizzato uno sciopero da un gruppo di operaie dell'industria tessile Cotton che decise di protestare contro le difficili condizioni lavorative all'interno della loro fabbrica. Lo sciopero ebbe però delle conseguenze drammatiche, in seguito alla decisione del proprietario della fabbrica di chiudere tutte le porte dell'impianto l'8 marzo 1908, impedendo alle operaie di uscire. Divampò sfortunatamente un incendio e 129 donne rimasero arse vive. Rosa Luxembourg decise quindi che l'8 marzo sarebbe divenuta una giornata simbolo per ricordare le conquiste ottenute dalle donne nel mondo lavorativo.

La Festa della donna è quindi nata con l'obiettivo di garantire i diritti delle donne.

Esistono anche numerose poesie sulla Festa della donna.
Per esempio è possibile ricordare la poesia Donna di Madre Teresa di Calcutta:

Tieni sempre presente che la pelle fa le rughe,
i capelli diventano bianchi,
i giorni si trasformano in anni….
Però ciò che è importante non cambia;
la tua forza e la tua convinzione non hanno età.
Il tuo spirito è a colla di qualsiasi tela di ragno.
Dietro ogni linea di arrivo c`e` una linea di partenza.
Dietro ogni successo c`e` un'altra delusione.
Fino a quando sei viva, sentiti viva.
Se ti manca ciò che facevi, torna a farlo.
Non vivere di foto ingiallite…
insisti anche se tutti si aspettano che abbandoni.
Non lasciare che si arrugginisca il ferro che c`e` in te.
Fai in modo che invece che compassione, ti portino rispetto.
Quando a causa degli anni non potrai correre, cammina veloce.
Quando non potrai camminare veloce, cammina.
Quando non potrai camminare, usa il bastone.

Però non trattenerti mai.

Ecco anche il testo della poesia Corpo di donna composta da Pablo Neruda:

Corpo di donna, bianche colline, cosce bianche,
assomigli al mondo nel tuo gesto di abbandono.
Il mio corpo di rude contadino ti scava
e fa scaturire il figlio dal fondo della terra.
Fui solo come un tunnel. Da me fuggivano gli uccelli
e in me irrompeva la notte con la sua potente invasione.
Per sopravvivere a me stesso ti forgiai come un'arma,
come freccia al mio arco, come pietra per la mia fionda.
Ma viene l'ora della vendetta, e ti amo.
Corpo di pelle, di muschio, di latte avido e fermo.
Ah le coppe del seno! Ah gli occhi d'assenza!
Ah le rose del pube! Ah la tua voce lenta e triste!
Corpo della mia donna, resterò nella tua grazia.
Mia sete, mia ansia senza limite, mio cammino incerto!
Rivoli oscuri dove la sete eterna rimane,
e la fatica rimane, e il dolore infinito.

Ecco una poesia di Salvatore Quasimodo dal titolo Di Fresca Donna Riversa in Mezzo ai Fiori

S'indovinava la stagione occulta
dall'ansia delle piogge notturne,
dal variar nei cieli delle nuvole,
ondose lievi culle;
ed ero morto.

Una città a mezz'aria sospesa
m'era ultimo esilio,
e mi chiamavano intorno
le soavi donne d'un tempo,

e la madre, fatta nuova dagli anni,
la dolce mano scegliendo dalle rose
con le più bianche mi cingeva il capo.

Fuori era notte
e gli astri seguivano precisi
ignoti cammini in curve d'oro
e le cose fatte fuggitive
mi traevano in angoli segreti
per dirmi di giardini spalancati
e del senso di vita;
ma a me doleva ultimo sorriso
di fresca donna riversa in mezzo ai fiori.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email