Video appunto: Giornata Internazionale della Donna


In questo appunto viene descritta la Giornata Internazionale della donna, quando si tiene, ovvero l'8 marzo di ogni anno quando questa viene commemorata. Si descrive la storia della celebre festa della donna, con descrizione dettagliata delle sue origini, il significato della festa della donna, il percorso che ha condotto la donna ad assumere determinati ruoli nel corso della storia.
Viene descritto come si vogliono rivendicare, con questa festa, i diritti delle donne nei vari campi: da quello economico, a quello sociale fino a quello politico.


Indice:
Giornata internazionale della donna
Il significato della festa

Giornata Internazionale della donna




  • L’8 Marzo si festeggia la Giornata internazionale della donna, nota anche come Festa della donna. Un giorno molto importante per rivivere il percorso dei ruoli che ha assunto la donna in questi secoli. Un momento per ricordare tutte le conquiste politiche, sociali ed economiche, effettuate dal genere femminile. L’origine di questo importante giorno risale ai primi del Novecento.

  • Tutto fu scatenato da un evento accaduto nel 1908 che vede come protagoniste le operaie dell’industria tessile “Cotton” di New York. La storia di queste povere donne viene vista come una vera e propria tragedia poiché rimasero vittime di un incendio. Tuttavia, l’incendio del 1908 è stato confuso con quello avvenuto nel 1911, dove si registrano molte vittime (la maggior parte erano, appunto, donne).

  • Oltre questi tragici eventi la festa della donna nasce anche dal voler rivendicare i diritti delle donne, tra cui il diritto di voto. Diritti che sono sempre stati trascurati e non presi in considerazione. Sono stati molti gli eventi, dall’inizio del Novecento, che hanno scatenato una rivendicazione da parte delle donne per far istituire e far valere i loro diritti.

  • Oltre agli incendi che abbiamo raccontato in precedenza, ricordiamo anche un altro importante evento che fu il VII congresso della II Internazionale Socialista. Questo congresso si svolse a Stoccarda e durò dal 18 al 24 Agosto 1907.
    In questo congresso si discusse molto sulla questione riguardante i diritti delle donne, soprattutto riguardo il diritto di voto.

  • La verità è che i partiti socialisti si impegnarono al massimo e lottarono per vincere e riuscire a introdurre il suffragio universale delle donne. Ci riuscirono. Infatti, pochi giorni dopo la fine del congresso, esattamente il 26 e 27 Agosto 1907, si organizzò e si svolse la Conferenza Internazionale delle donne socialiste.

  • Conferenza che oggi ricordiamo perché venne istituito l’Ufficio di informazione delle donne socialiste e fu proprio una donna ad essere eletta segretaria: il suo nome era Clara Zetkin. Nonostante questo, però, i socialisti erano contrari all’alleanza con queste femministe borghesi. Il problema sorge perché non tutte le donne erano della stessa idea. Infatti, la socialista Corinne Brown, nel Febbraio del 1908, lasciò una dichiarazione alla rivista The Socialist Woman.

  • Oggi, noi, ricordiamo questa frase molto significativa: “Il Congresso non ha alcun diritto di dettare alle donne socialiste come e con chi lavorare per la propria liberazione”.

  • Inoltre, Corinne Brown fu a capo della Conferenza del Partito Socialista, avvenuta il 3 Maggio 1908 a Chicago.  auguri festa della donna

  • In seguito, alla fine del 1908 il Partito socialista americano decise di dedicare, l’ultima domenica del mese di Febbraio dell’anno 1909, all’organizzazione e alla rappresentazione di una manifestazione per il diritto di voto delle donne. In seguito, il 23 Febbraio del 1909, si svolse la prima giornata dedicata alla figura della donna.

  • Durante la seconda Conferenza Internazionale delle donne socialiste che si svolse, un paio di anni dopo, a Copenaghen i giorni 26 e 27 Agosto 1910, si decise di portare avanti un’iniziata americana. Questa iniziativa prevedeva di istituire una giornata internazionale dedicata, appunto, alla rivendicazione dei diritti delle donne.

  • Durante gli anni successivi, fino alla Prima Guerra Mondiale, sono state organizzate diverse giornate dedicate ai diritti delle donne. L’8 Marzo del 1917 nella città di San Pietroburgo, un gruppo di donne manifestarono per chiedere la fine della guerra. Grazie a questa manifestazione venne istituita la Giornata internazionale dell’operaia all’8 Marzo. Questa decisione venne presa durante la Seconda conferenza internazionale delle donne comuniste che si svolse a Mosca nel 1921.

  • In Italia la prima giornata internazionale della donna dedicata unicamente alla donna si svolse il 12 Marzo del 1922 e non l’8. In seguito, negli anni successivi, tutte queste iniziative ebbero un impatto molto positivo sulla società. Infatti, in tutto il mondo ci si mosse per organizzare manifestazioni per la rivendicazione dei diritti delle donne.

  • La Giornata internazionale della donna o festa della donna nacque, nel Settembre del 1944 a Roma l’UDI, Unione Donne Italiane. In seguito si decise di istituire e celebrare il successivo 8 Marzo la giornata della donna nelle zone liberate dell’Italia.

  • In realtà, in Italia si deve arrivare agli anni Settanta per vedere nascere un vero e proprio movimento femminista.
    L’8 Marzo del 1972 in Pizza Campo de Fiori a Roma si è organizzata la manifestata dedicata alla festa della donna, durante la quale si chiese di legalizzare l’aborto. L’anno del 1975 fu definitivo l’Anno Internazionale delle Donne dalle Nazioni Unite. Infatti, l’8 Marzo del 1975 i movimenti femministi di tutto il mondo manifestarono per ricordare l’importanza e l’uguaglianza dei diritti.



Il significato della festa




  • Riassumendo, questa importante festa definita anche come Giornata Internazionale della donna viene celebrata l’8 Marzo per ricordare tutte le conquiste e le buone azioni fatte dalle donne nel mondo. La tradizione vuole che durante questo giorno si regali alle donne il fiore della mimosa, ma vediamo perché.

  • L’UDI, propose questo fiore per rappresentare al meglio la figura femminile della donna. La mimosa, infatti, è capace di crescere anche sui terreni più difficili, nonostante la sua apparente fragilità. In realtà, oggi la festa della donna ha perso un po’ il suo valore. Nonostante le varie sensibilizzazioni da parte delle manifestazioni.



A cura di Matilde.