Ominide 4865 punti

Secondo la concezione psicologica dello studioso Erikson, nell'età adulta possiamo distinguere due fasi: giovinezza e l'età adulta vera e propria. Tuttavia, la distinzione è davvero molto labile ed è difficile individuare il momento preciso in cui finisce l'una ed inizia l'altra fase, che vanno piuttosto intese lungo un continuum.
La giovinezza è l'apogeo della forma e dell'efficienza fisica. Segue tuttavia il declino fisico dell'età adulta i cui cambiamenti possono avere numerose conseguenze dal punto di vista psicologico e implicano un processo di riorganizzazione. Il primo passo dev'essere, infatti, l'accettazione, soltanto così il proprio percorso può essere sereno.
La condizione degli adulti e degli anziani è relativa alla società e alla cultura di riferimento. Ad esempio, in culture occidentali il loro status è soggetto al un progressivo decadimento, invece, in altre culture, l'anziano è molto più apprezzato in quanto viene visto come un pozzo di conoscenze e di esperienze.

Dal punto di vista sociale, gli avvenimenti fondamentali della giovinezza e dell'età adulta sono la costruzione di un nucleo famigliare e l'attività, lavorativa che contribuiscono a rendere l'età adulta una fase di stabilità.

Hai bisogno di aiuto in Psicologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email