Video appunto: Halloween


In questo appunto viene effettuata un’analisi accurata con elenchi puntati riguardante la festa di Halloween, in cosa consiste, la sua origine derivante dalla festa celtica di Semhain e la festa tradizionale dei Romani “d’Ognissanti, l’usanza della zucca e la figura di Jack – o’ – lantern, e un approfondimento riguardante il simbolo del ‘dolcetto o scherzetto’.


Indice
Festa di Halloween
Festa di Semhain
Festa di Ognissanti
La zucca e la figura di Jack - o’- lantern
Il simbolo del "dolcetto o scherzetto"

Festa di Halloween




  • L’anniversario della festa di Halloween è il giorno 31 ottobre di ogni anno.

  • La festa nacque in Irlanda dalla cultura celtica e nel corso del 1800 gli irlandesi che migrarono verso gli Stati Uniti diffusero la tradizione nell’altro continente.

  • Oggi Halloween viene festeggiato soprattutto negli Stati Uniti e in Inghilterra, anche se negli ultimi decenni si sta espandendo anche in altri paesi europei, quali l’Italia.

  • Nella notte tra il 31 e l’1 ottobre sia i bambini che gli adulti si mascherano da creature mostruose , girando per le case e chiedendo la famosa formula del “dolcetto o scherzetto”.




Festa di Semhain




L’origine della festa di Halloween viene attribuita alla festa celtica di Semhain, che coincide inoltre con il capodanno celtico. Andiamo ad approfondire le caratteristiche di questa festività:

  1. I Celti misuravano il tempo secondo le stagioni e ai raccolti che produceva la terra, infatti Semhain era la festa più importante per i Celti in quanto segnava la fine dell’estate e l’inizio dell’inverno.

  2. Infatti per i Celti la festa di Semhain rappresentava un importante momento di passaggio.

  3. A partire da questa concezione, i Celti attribuirono a Semhain un carattere mortuario, che ritroveremo nella festa del moderno Halloween.

  4. Nella giornata del 31 ottobre infatti i Celti credevano che il mondo dei vivi e il mondo dei morti potessero entrare in comunicazione.

  5. La festa di Semhain era inoltre una giornata dedicata alla commemorazione dei morti




Festa di Ognissanti



Ecco altre curiosità in relazione ad Halloween. In epoche successive i Romani fecero coincidere la festa celtica di Semhain con la loro festa che aveva luogo a maggio. Più tardi però:

  • I cristiani istituirono la loro festa di morti il giorno 2 novembre, il giorno dopo la festa d’ “Ognissanti” che si celebra invece il 1 novembre.

  • Infatti lo stesso nome ‘Halloween’ è legato alla festa di Ognissanti poiché deriva da “All Hallow’s Eve”, che secondo in antichi inglesi significava la vigilia di tutti i Santi.



La zucca e la figura di Jack – o’ – lantern



Uno dei simboli della festa di Halloween è la zucca intagliata a forma di volto con una candela posta all’interno. Questa tradizione ancora in uso tutt’oggi affonda le sue radici nell’antica leggenda irlandese di Jack – o’ – lantern:

  • Jack fu un fabbro irlandese che era solito ubriacarsi e riuscì con la sua astuzia ad ingannare il diavolo.

  • Infatti quando Jack lo incontrò per la prima volta gli chiese di trasformarsi in moneta al fine di consumare un’ultima bevuta prima di consegnarli in eterno la sua anima.

  • Quando il diavolo si trasformò Jack estrasse una croce e il diavolo rimase paralizzato e intrappolato nella moneta.
  • Il diavolo, al fine di ottenere nuovamente la libertà, promise a Jack 10 anni di pace e tranquillità senza persecuzioni

  • Quando il diavolo, 10 anni dopo, fece ritorno, Jack – o’ – lantern riuscì ad ingannarlo nuovamente utilizzando la croce, intrappolandolo questa volta sopra un albero.




Di conseguenza accadde che:


  1. Il diavolo, costretto a scendere ancora una volta a patti con Jack, gli promise che gli avrebbe risparmiato l’Inferno.

  2. Jack quando morì, avendo vissuto una vita da peccatore, venne rifiutato anche all’ingresso del Paradiso.

  3. Jack – o’- lantern, da quel giorno, dovette vagare da morto nel mondo dei vivi.

  4. Come ultimo dono il diavolo regalò a Jack una fiamma eterna dell’Inferno, destinata a non spegnersi mai, la quale Jack pose dentro una rapa.

  5. Ogni anno nella notte di Halloween, Jack vaga in cerca di un rifugio e tutti i cittadini devono posizionare fuori le loro abitazioni una rapa-lanterna al fine di avvisare Jack che lì non può rifugiarsi.

  6. Negli Stati Uniti, nella notte di Halloween gli americani appendono una zucca, poiché è più coltivata rispetto alla rapa



Il simbolo del dolcetto o scherzetto




La tradizione del “dolcetto o scherzetto” deriva sia dalla leggenda di Jack-o’-lantern che da quella di Semhain. Infatti per quanto riguarda la leggenda di Jack:


  • Ogni anno Jack vaga per le case recitando la formula “trick or treat”, che significa letteralmente “sacrificio o maledizione”.

  • La leggenda narra che fosse meglio pagare con il proprio sacrificio a Jack piuttosto che farlo adirare, in quanto la casa sarebbe stata colpita da una maledizione che avrebbe comportato sventure e malattie.

  • Da qui vi è l’usanza, di cui ho parlato in precedenza, di esporre la zucca fuori casa per cacciare Jack.



Per quanto riguarda la tradizione romana:


  1. Il giorno di Ognissanti i mendicanti erano soliti chiedere un’elemosina promettendo in cambio di pregare per i defunti del donatore nella giornata dei morti del 2 novembre.

  2. Possiamo dunque notare che la festa di Halloween è l’insieme di molteplici tradizioni che ci sono state tramandate nel tempo.



A cura di Aurora.