Maturità 2020, come viene valutato il maxi orale dalla commissione?

Lucilla Tomassi
Di Lucilla Tomassi
griglie valutazione maxi orale

Ormai dallo scorso anno erano state introdotte le fatidiche griglie di valutazione che i professori doveva seguire e a cui doveva attenersi per compilare la valutazione dei due scritti della Maturità 2019, in modo da rendere i voti un po’ più giusti e omogenei dal nord al sud Italia. Ovviamente queste griglie di valutazione avrebbero dovuto presenziare anche nell’esame di Maturità 2020, purtroppo però l’eliminazione delle prove scritte e l’introduzione del maxi orale ha cambiato le carte in tavola.
Scopriamo dunque come verrà valutato dalla Commissione il maxi orale di Maturità 2020

Guarda anche:

Griglie di valutazione per il maxi orale: come saranno?

Le griglie di valutazione che l’anno scorso sono state usate per valutare le prove scritte quest’anno, in assenza di prove scritte da valutare, saranno quindi usate per la valutazione del maxi orale. Ovviamente non saranno le stesse dello scorso anno: come mai? Semplicemente perché l’orale della Maturità 2020 conterà nel giudizio finale il 40% del voto, quindi le griglie dovranno necessariamente essere riadattate. E proprio per questo il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato la nuova griglia di valutazione aggiornata che ha al suo interno ben 5 criteri. Scopriamoli insieme.


I criteri della griglia di valutazione Maturità 2020

La griglia di valutazione rielaborata e adattata in ottica dell’orale di Maturità 2020 prevede al suo interno ben 5 criteri. Tre dei cinque criteri prevedono un punteggio massimo assegnabile di 10 punti, mentre gli altri due hanno entrambi un massimo ottenibile di 5 punti, sommando quindi tutte le voci si arriva a un massimo di 40 punti, che è proprio il punteggio massimo dell’orale 2020. Scopriamo insieme quindi i cinque criteri che la Commissione di Maturità 2020 dovrà compilare durante la valutazione dell’unica prova di Maturità 2020:
  • Acquisizione dei contenuti e dei metodi delle diverse discipline del curricolo, con particolare riferimento a quelle d’indirizzo (massimo 10 punti)
  • Capacità di utilizzare le conoscenze acquisite e di collegarle tra loro (massimo 10 punti)
  • Capacità di argomentare in maniera critica e personale, rielaborando i contenuti acquisiti (massimo 10 punti)
  • Ricchezza e padronanza lessicale e semantica, con specifico riferimento al linguaggio tecnico e/o di settore, anche in lingua straniera (massimo 5 punti)
  • Capacità di analisi e comprensione della realtà in chiave di cittadinanza attiva a partire dalla riflessione sulle esperienze personali (massimo 5 punti)

La tabella è consultabile tramite questo link, ed è stata pubblicata come allegato all’ordinanza della Maturità 2020 rilasciata dal Ministero dell’Istruzione.
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata

Curioso di conoscere l'argomento della prossima videochat? Per scoprirlo non ti resta che seguirci!

3 giugno 2020 ore 16:00

Segui la diretta