Commissari esterni Maturità 2018: il bon ton ti salverà

Carla Ardizzone
Di Carla Ardizzone

commissari esterni 2014 conquistati dal bon ton

Fan del tè delle cinque e fissati per l'eleganza a tutti i costi? Bravi, avrete una marcia in più alla Maturità 2018. Infatti, la prima impressione è quella che conta anche davanti ai commissari maturità 2018, composta da prof che dovrete conquistare grazie al vostro savoir faire. E se i vostri compagni di classe sono inguaribilmente sciatti e disordinati, salvateli prima che sia troppo tardi. E' stato un commissario esterno di maturità in persona a confidarci le regole più importanti del bon ton da esame: la professoressa Loredana Straccamore.
Innanzitutto, uno dei fattori che vi renderà più facile sostenere il colloquio orale e, quindi, raggiungere la promozione, è sicuramente la presentazione generale. Cercate di pensare, anche se difficile, che dietro al viso severo dei commissari esterni maturità 2018 ci sia in realtà un cuore che aspetta solo di essere intenerito da voi. Ecco quindi il primo passo: scegliere l'outfit giusto. "Deve essere uno stile quotidiano ma sobrio. Niente infradito, pantaloni corti, minigonne e scollature"- sostiene la professoressa del liceo Newton Loredana Straccamore - e questo vale anche per gli uomini: le camicie non devono rimanere eccessivamente aperte e niente scolli a V troppo accentuati". Non siamo mica in spiaggia. E mi raccomando, se subito dopo l'esame di maturità progettate di andare al mare, non fate notare il costume sgargiante sotto i vestiti! Quindi in attesa che il Miur, a fine gennaio, comunichi le materie seconda prova maturità 2018, iniziate a pensare a come presentarvi all'orale!

Il Bon Ton è anche nei gesti


Ovviamente anche l'eccesso opposto non è apprezzato. Siete studenti, non damerini! Ma anche se riuscite ad azzeccare l'abbigliamento giusto, vi mancano ancora alcuni step per conquistare davvero la vostra commissione d'esame di maturità. Gesti e comportamenti sono importanti quanto la preparazione: ad esempio, salutate sempre la commissione appena arrivati e sedetevi composti. "Non gesticolate eccessivamente e buttate via la gomma da masticare, prima di iniziare l'esame - dice la prof Straccamore - e ricordatevi di portare una copia della tesina per ogni membro di commissione"

Niente fogli volanti


"La presentazione della tesina di maturità deve essere curata, meglio se fatta al computer o con una presentazione in PowerPoint. Niente fogli strappati con scrittura a penna" dice la professoressa Straccamore. Così, anche se la tecnologia non vi appassiona, dovete cimentarvi in un lavoro ben fatto. Anche qui la sciattezza è out! Pronti per essere dei veri gentiluomini e gentildonne da esame di maturità?

Carla Ardizzone

Consigliato per te
Terza prova Maturità 2018 in sintesi: come funziona, guida, consigli
Skuola | TV
Maturità 2018: i consigli di Luciano Fontana - #primaprova

Con il direttore del Corriere della Sera commenteremo i fatti di attualità più importanti di quest'anno e capiremo quali consigli bisogna seguire per scrivere un perfetto articolo di giornale durante la prima prova di Maturità 2018.

24 aprile 2018 ore 16:30

Segui la diretta