Ominide 1778 punti

Gli ebrei

Gli ebrei sono una popolazione che si è formata a partire dal 1900 a.c. nella zona della Palestina, nella cosiddetta “terra promessa”, in quanto si dice che colui che diede inizio al popolo ebraico, ossia il patriarca Abramo, giurando fedeltà a Dio, ottenne in cambio la terra promessa.
Gli Ebrei furono un popolo che era in diviso in delle città-stato, ognuna delle quali era formata da una tribu, queste tribù erano dodici ed erano comandate ognuna da un patriarca che era ognuno uno dei 12 figli di Giacobbe. Gli Ebrei continuarono con questa forma governativa fino a quando dovettero affrontare i Filistei, ossia uno dei popoli del mare che si erano stanziati più a nord degli ebrei e che ora volevano conquistare anche gli ebrei.
A causa della difficoltà di questa guerra, gli ebrei si sono dovuti unire tutti insieme per combattere, quindi scelsero un re: Saul, per i suoi meriti militari, comandò dal 1030 al 1010 a.c., poi ci fu Davide, che comandò dal 1010 al 970 a.c. e infine Salomone che comandò dal 970 al 931 a.c. e costruì il tempio di Gerusalemme. Andando avanti col tempo a causa delle divergenze che sorgevano nello stato ebraico, la monarchia ebrea si divise in due parti, ossia, il regno di Israele con capitale Samaria e il regno di Giuda con capitale Gerusalemme.

Gli ebrei sono conosciuti sempre come un popolo che fu sottomesso da tantissime altre popolazioni dagli Assiri, ai Romani, all'Olocausto.
Un esempio della schiavitù e delle sofferenze ebraiche è quello della fuga d'Egitto: intorno al 1400 a.c. alcune tribù ebraiche si recarono in Egitto e inizialmente furono accolti anche abbastanza bene.
Poi però, quando gli egiziani scacciarono gli Hyxos, decisero di liberarsi anche degli ebrei, e quindi, nel 1250 a.c. iniziò la fuga degli ebrei dall'Egitto,
Parlando proprio dell'antichità diciamo che gli ebrei dopo che si furono divisi in due stati, vennero attaccati di continuo, nel 587 a.c. il regno di Giuda fu attaccato e distrutto dai Babilonesi, che poi schiavizzarono gli ebrei mettendo inizio a quella che si dice: cattività babilonese, nel 722 a.c. invece, il regno di Israele fu conquistato e raso al suolo dagli Assiri, da cui gli ebrei, prima della loro conquista, ne erano comunque tributari.
Gli ebrei vennero liberati dalla cattività babilonese nel 539 a.c., quando, un'altra popolazione, ossia i Persiani, guidati da Ciro il grande, conquistarono i babilonesi.

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email