Gli atenei migliori d'Italia per prendere una laurea scientifica

 foto di Russell Crowe in "A beautiful mind"

Se i numeri sono da sempre la tua passione, sicuramente sarai orientato verso una laurea del settore scientifico che è composto dai seguenti corsi: Scienze Matematiche, Scienze e Tecnologie Fisiche, Scienze e Tecnologie Informatiche, Scienze e Tecnologie della Navigazione. Ma dove studiare per ore ed ore gli appunti universitari? In quale università iscriversi? Ecco la top ten, stilata dal Censis - in collaborazione con La Repubblica - delle università statali d'Italia i cui corsi di laurea triennale nel settore scientifico si sono distinti per “progressione della carriera degli studenti” e “rapporti internazionali”.

10. Università degli studi di Bologna

L’Alma Mater, rientrando in questa classifica, si conferma di certo come una delle migliori università italiane anche per i corsi di laurea del settore scientifico. Nel 2016 riusce infatti a conquistare, con i suoi 90,5 punti di media, il decimo posto della classifica Censis-La Repubblica sugli atenei statali italiani da preferire per studiare le scienze matematiche e fisiche. Le sue carriere vengono valutate 90 punti, i suoi rapporti internazionali invece ottengono 91 punti.

9. Università degli studi di Udine

L'Università degli Studi di Udine, rispetto all'anno scorso, si scambia la posizione con Bologna e - con 91 punti - sale al nono posto. Quest'ateneo è caratterizzato soprattutto dall'equilibrio. Infatti, sia per “progressione della carriera degli studenti” sia per “rapporti internazionali” totalizza la stessa valutazione: come detto, 91 punti.

8. Università degli studi di Trento

L'Università di Trento è il "gambero" della classifica di quest'anno. Nel 2015, infatti, l'avevamo lasciata al secondo posto; oggi la troviamo un po' più in giù, all'ottavo. Molto più alto il valore delle “progressioni di carriera degli studenti” che arriva a quota 96 punti. I "rapporti internazionali" sono, invece, la nota dolente e non vanno aldilà degli 87 punti. Per l'ateneo trentino la valutazione generale è di 91,5 punti.

Orientamento: scopri i consigli del coach

6. Università degli studi di Ferrara e Università degli studi di Perugia

L'unico pari merito della classifica 2016 sulle migliori università pubbliche d'Italia per i corsi di laurea scientifici lo troviamo al sesto posto. A dividerselo l’Università degli Studi di Ferrara e l’Università degli Studi di Perugia. Pur avendo lo stesso punteggio totale, però, sono molte le differenze tra i due atenei: in Emilia sono migliori le prospettive di carriera, valutate 101 punti, mentre nei "rapporti internazionali" non si va oltre gli 83 punti. In Umbria, al contrario, è la dimensione internazionale la carta vincente (96 i suoi punti) mentre alla voce "progressioni di carriera" non si possono segnare più di 88 punti.

5. Università degli studi di Roma 'Tor Vergata'

Al 5° posto della graduatoria si piazza l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata con un totale di 94.5 punti. Anche quest'anno il secondo ateneo della Capitale si posiziona attorno alla metà della classifica del Censis. Sono i "rapporti internazionali" il segreto del suo successo: 107 i punti raccolti per questo aspetto. Decisamente non allo stesso livello la "progressione delle carriere" che si ferma a 82 punti di valutazione.

4. Università degli studi di Torino

L'Università di Torino perde una posizione rispetto a dodici mesi fa e si deve accontentare del quarto posto, con un punteggio totale di 97. La sua "medaglia di legno" è comunque il frutto di una sostanziale regolarità e attenzione ai diversi aspetti della didattica. La "progressione delle carriere" è accreditata di 98 punti; appena sotto i suoi "rapporti internazionali", che ottengono 96 punti.

3. Università degli studi di Camerino

Grande balzo in avanti perL’Università degli Studi di Camerino che, a dispetto delle sue dimensioni, riesce a salire sul terzo gradino del podio degli atenei migliori per le discipline scientifiche. Il suo punteggio medio è 101 ma la vera forza dell'università marchigiana sono i "rapporti internazionali" che le valgono ben 108 punti. Le "progressioni delle carriere", invece, sono valutate 94 punti.

2. Politecnico di Torino

Al 2° posto della classifica troviamo un'altra università piemontese: è il Politecnico di Torino. Un ateneo specializzato nelle discipline tecniche che, secondo il Censis, rappresenta l'eccellenza per quanto riguarda le prospettive lavorative che riesce a offrire ai suoi laureati; nel parametro "progressioni delle carriere" ottiene, infatti, il punteggio massimo possibile: 110 punti. Abbastanza buoni anche i suoi "rapporti internazionali", valutati 93 punti. Per un punteggio medio di 101,5.

1. Università degli studi di Trieste

Al vertice della classifica del Censis sulle migliori università statali d'Italia in cui studiare discipline scientifiche nell'anno accademico 2016/2017 non ci sono novità. Perché l’Università degli Studi di Trieste, dopo il trionfo dell'anno scorso, occupa ancora il gradino più alto del podio con 108 punti. La distanza rispetto ai suoi diretti inseguitori è ampia ed è stata costruita su un'offerta formativa completa e qualitativamente elevata; lo dimostrano i 110 punti di valutazione per i "rapporti internazionali" ed i 106 punti per la voce "progressione delle carriere degli studenti".

Ecco la classifica completa del Censis sulle migliori università statali italiane nel 2016 per lo studio delle scienze matematiche e fisiche:

 classifica censis 2016 matematica fisica

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta