Prima prova maturità 2019: si parte con il tema di Italiano

Ilaria_Roncone
Di Ilaria_Roncone
prima prova 2019

Driiiiiiiiin! La campanella suona in questo 19 giugno 2019...ebbene si, il giorno della prima prova maturità 2019 è arrivato! Siete tesi? Domanda retorica! Ma niente paura, vi accompagneremo come abbiamo sempre fatto in queste ultime giornate, il coronamento dell’anno scolastico e di un intero percorso, per farvi capire la cosa più importante di tutte, anzi due: siete assolutamente pronti dopo mesi di studio e ripasso e non siete soli! Ci sono si paura, ansia e nervosismo...ma soli non lo siete davvero mai! Forza e coraggio, quindi, fate una bella colazione, preparatevi di tutto punto e avviatevi verso la scuola per cominciare il primo, vero esame della vostra vita: la maturità 2019! Ma in cosa consiste la prima prova? Ripercorriamo, innanzitutto, come funziona, quanto dura, cosa si può portare e come si articola a partire dalle tracce e tenendo presenti tutte le novità di questa nuova maturità.



Prima prova maturità 2019: cosa è cambiato e come funziona

Come funziona la prima prova maturità 2019 e quali sono le differenze con le altre volte? Dopo la riforma Miur la prima prova maturità prevede nuove tracce e nuove tipologie di temi, solo tre per la precisione: tipologia A - analisi del testo, tipologia B - testo argomentativo e tipologia C - tema di attualità. Ma vediamo ora come funziona la prima prova maturità 2019 andando a considerare una serie di aspetti come la durata, cosa si può portare e come sono articolate le tipologie che prevedono sette tracce in tutto (2 di analisi del testo, 3 di testo argomentativo, 2 di tema di attualità). Tutte queste tipologie potranno riguardare vari ambiti: artistico, letterario, filosofico, scientifico, storico, sociale, economico e tecnologico.
Cosa è cambiato rispetto alle prime prove delle maturità precedenti?

  • Analisi del testo: invece che una sola traccia a partire da quest’anno sarà possibile per i maturandi scegliere tra due diversi autori e i loro testi. I testi, che potranno essere sia in prosa che in poesia, saranno il lavoro di autori che hanno scritto dall’Unità d’Italia fino ad oggi;
  • Tipologie e numero di tracce: come già accennato, non ci saranno più quattro tipologie di traccia, ma solo 3 con il testo argomentativo che va a sostituire la tipologia saggio breve per un totale di sette tracce: 2 tracce per l’analisi del testo, 3 tracce per il testo argomentativo e 2 tracce per il tema di attualità;
  • Voto prima prova: anche la votazione è cambiata poiché la prima prova non vale più 15 punti, come nelle precedenti maturità, ma sale 1 20 punti (per sopperire alla mancanza della terza prova).

Parlando di durata, almeno questa non ha subito variazioni: il tempo a disposizione per svolgere il tema rimane 6 ore a partire dalla consegna delle tracce. Qualora finiste prima, potete consegnare e andare via, ma non prima che siano trascorse almeno tre ore dall’inizio della prova. Cosa potete portare con voi? Ecco una lista velocissima per dare un’ultima occhiata al contenuto dello zaino e stare sereni:

  • Carta d’identità;
  • Dizionario di italiano;
  • Penna;
  • Matita;
  • Acqua e spuntino.

E i fogli? Non servono, ve li fornirà la scuola perché dovranno avere il timbro del Miur.
Forza e coraggio...entrate e fate vedere chi siete!
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Curioso di sapere chi sarà il prossimo ospite? Seguici e lo scoprirai!

20 novembre 2019 ore 15:30

Segui la diretta