Prima prova maturità 2018: date, temi, svolgimento

Ilaria_Roncone
Di Ilaria_Roncone

tracce prima prova maturità 2018

Ci siamo, la Maturità 2018si sta avvicinando. Con i Cento giorni dalla maturità ormai passati è scattato il conto alla rovescia. Come si svolgerà il celebre scritto di italiano? E quali sono le possibili tracce della prima prova maturità 2018? Ecco una guida allo svolgimento della prima prova con tracce e soluzioni di prove degli anni precedenti.

Prima prova esame maturità 2018: il tema di italiano

Come ogni anno anche la Maturità 2018 partirà con la prova di italiano: il tema. Il MIUR ha fissato la data per mercoledì 20 giugno 2018. Gli studenti potranno scegliere tra quattro tipologie diverse di traccia quella che preferiscono:
Delle tre prove scritte la prima prova è sicuramente quella che lascia più spazio alla creatività dello studente. Ognuno è libero di scegliere quale tema svolgere secondo le proprie inclinazioni e gli interessi personali. Nonostante questo il consiglio rimane comunque quello di prepararsi adeguatamente capendo struttura e svolgimento di ognuna delle tipologie di traccia proposte.

Nel corso dell’anno vi siete sicuramente allenati a svolgere le varie tipologie. Avrete anche capito quale tra tutte è quella in cui ve la cavate meglio. Due dritte: per l’analisi del testo ripassate bene letteratura e autori italiani. Lo scritto di uno di loro sarà sicuramente scelto per l’analisi del testo. Vedete di essere aggiornati sull’attualità, soprattutto in riferimento ad anniversari e avvenimenti che il MIUR potrebbe ritenere interessanti. La probabilità che uno di questi sia preso come spunto per la traccia del tema è alta.

Per quanto possa risultare più semplice delle altre, non sottovalutare la prima prova. Ricordate che il punteggio peserà sul voto finale quanto quello delle altre due prove scritte.

Prima prova maturità 2018: le tipologie di tracce

Le tracce dei temi per la maturità vengono ogni anno elaborate dal MIUR e sono divise nelle seguenti tipologie.

Traccia A – Analisi del testo

La prima traccia si baserà sul testo di un autore italiano. Questo testo potrebbe essere scritto in prosa o essere una poesia. Ti verrà richiesto di lavorare su questo testo in tre modi diversi:
  • comprensione del testo: dovrai leggere il testo e riassumerlo brevemente. Questo servirà per dimostrare che hai capito e fatto tuo il contenuto del brano
  • analisi del testo: in questa parte ti sarà richiesto di rispondere in maniera esaustiva ad alcune domande inerenti aspetti formali, stilistici o narrativi del brano
  • interpretazione e approfondimenti: questa è la fase della cosiddetta produzione scritta. Ti verrà richiesto di buttare giù in qualche riga una tua riflessione personale – solitamente sul tema principale del testo – con riferimento anche ad opere di altri autori italiani che sai aver trattato lo stesso argomento

prima prova maturità 2018 tracce

Traccia B – Saggio breve o articolo si giornale

Questa traccia presenta quattro ambiti diversi tra i quali è possibile scegliere:
  • artistico-letterario
  • storico-politico
  • tecnico-scientifico
  • socio-economico

Ognuno degli ambiti in questione propone un argomento centrale che si articola in una serie di documenti. Queste immagini, poesie, articoli e ricerche saranno le fonti dalle quali dovrai trarre ispirazione per lo svolgimento dell’elaborato.

Una volta scelto l’ambito, dovrai capire se svolgere il tema sotto forma di saggio breve o di articolo di giornale:

  • nel caso del saggio breve dovrai formulare una tesi da supportare con precisi riferimenti al materiale fornito, opportunamente integrati con le tue conoscenze ed esperienze
  • nel caso dell’articolo di giornale dovrai indicare non solo il titolo ma anche il tipo di testata sulla quale lo immagineresti pubblicato

Una cosa in comune: saggio breve o articolo che sia, in entrambi i casi l’elaborato non potrà superare le cinque colonne di metà foglio protocollo.


Traccia C – Tema storico

La traccia del tema storico si basa su un argomento trattato nel corso dell’ultimo anno di scuola superiore. Di solito vengono proposti dei brani che testimoniano avvenimenti d’epoca attraverso gli occhi di un autore oppure brevi documenti che inquadrano un dato contesto storico. Scegli questa traccia se sei molto preparato in storia, o almeno su quello specifico argomento.


Traccia D – Tema di attualità

L’ultima delle quattro tracce è il tema di ordine generale, il cosiddetto tema di attualità. L’argomento viene, secondo regolamento ministeriale, “attinto al corrente dibattito culturale”. Via libera alla scelta di questa traccia quindi se sei beninformato sui temi e i dibattiti caldi del momento. E non si tratta solo di attualità nazionale: l’argomento potrebbe essere inerente - o comunque toccare - anche l’attualità internazionale.

Nell’elaborato dovrai riflettere in modo critico sul tema proposto attingendo si dai documenti proposti dal MIUR, ma soprattutto dalle tue conoscenze. Saranno infatti le tue conoscenze e soprattutto ciò che hai appreso da giornali, telegiornali e fonti attendibili sul web che ti guideranno. Se specificato nella consegna esprimi la tua posizione in merito alla questione arricchendola con esperienze personali.

Alcuni esempi degli argomenti scelti per questa traccia negli scorsi anni:

  • la cooperazione tra gli esseri viventi
  • le sfide dei giovani
  • il diritto all’educazione

Prima prova maturità 2018: quando si svolge e come funziona

Come già accennato la prima prova degli Esami di Stato 2018 si svolgerà mercoledì 20 giugno con inizio previsto per le ore 8.30. Per prima cosa sarà fatto l’appello. In seguito i docenti della commissione apriranno i plichi preparati dal Ministero dell’Istruzione contenenti le tracce. Una volta distribuito il compito potrai leggere con calma le tracce e scegliere quella da svolgere. Il tempo a disposizione sarà di sei ore a partire dal momento in cui il compito ti verrà consegnato. Potrai restituire il compito finito a partire da tre ore dopo la consegna delle tracce. L’unico oggetto che ti sarà consentito usare, penna a parte, è il dizionario di italiano.

Qual è l’obiettivo della prima prova maturità 2018?

Secondo il Decreto Ministeriale 23/2003 il primo scritto degli Esami di Stato mira ad “accertare la padronanza della lingua italiana o della lingua nella quale si svolge l’insegnamento, nonché le capacità espressive, logico-linguistiche e critiche del candidato, consentendo la libera espressione della personale creatività”. In breve, lo scopo è capire quale sia il tuo livello di italiano dopo cinque anni di scuola. Saper creare un elaborato ben strutturato, critico e creativo sarà il frutto finale di questo tuo percorso. Se sceglierai l’analisi del testo, inoltre, dovrai dimostrare di essere preparato rispetto ad autori e correnti letterarie e capace di contestualizzare un testo in base a epoca e vita del poeta.

prima prova maturità 2018 tracce

Come scegliere la traccia della prima prova?

Ma quale traccia scegliere? Ecco una serie di consigli che potranno indirizzarti quando ti troverai a tu per tu col tuo foglio delle consegne. Il primo fattore da tenere in considerazione è sicuramente il gusto personale.

Se scegli l’analisi del testo: innanzitutto sceglila solo se sei un amante della letteratura e se sei ben preparato sul programma di tutto il quinto anno. Altra capacità che ti viene richiesta è il senso critico per interpretare il brano. Dovrai saper approcciare il testo riflettendo sul suo contenuto, pensando un po’ come se fossi l’autore, col suo vissuto e le esperienze relative al periodo storico in cui è vissuto.

Se scegli il tema storico: orientati verso la traccia storica se sei ben preparato sul programma di storia dell’intero anno, in particolare sull’argomento trattato. Dovrai essere capace di illustrare e esaminare il periodo storico oggetto della traccia con tutti i relativi avvenimenti e personaggi.

Se scegli l’articolo di giornale o il saggio breve: devi essere bravo a leggere velocemente e rielaborare tutte le informazioni contenute nei testi proposti dalla traccia. In seguito dovrai essere capace di elaborare una tua tesi al riguardo e utilizzare i documenti a tua disposizione per fornire argomentazioni a favore. I riferimenti nel testo a questi documenti dovranno essere continui e opportunamente inseriti.

Se scegli il tema di attualità: qui bisogna conoscere l’attualità in maniera approfondita. Il rischio nello sceglierlo rimanendo in superficie rispetto agli argomenti trattati è che l’elaborato finale risulti banale. Via libera con questa traccia, quindi, se e solo se sei davvero aggiornato sull’argomento trattato. Dovrai essere in grado di analizzare la questione esponendo anche la tua posizione personale in merito.

La prima prova maturità 2018: consigli per lo svolgimento delle tracce

Cosa fare quando ti troverai davanti alla prima prova maturità 2018?

Innanzitutto leggi con attenzione: sembra banale, ma molti studenti arrivano già convinti della traccia che vogliono fare, solitamente quella che gli riesce più facile. E le altre non le leggono proprio. Leggi tutte le tracce prima di cominciare: la traccia che ti può dare la possibilità di dimostrare la tua preparazione potrebbe essere quella che non ti aspetti.

Una volta scelta la traccia analizza bene le parole chiave. Sottolinea le indicazioni più importanti così da avere le linee guida su cui impostare il tuo tema. A questo punto prenditi qualche minuto per raccogliere le idee e butta giù su un foglio di brutta tutti i concetti, i riferimenti e le date che non possono mancare per rendere completo il tuo elaborato. A questo punto avrai una scaletta del tuo tema e potrai vedere se le idee che hai messo per iscritto funzionano e danno vita a un ragionamento logico.

Quando scrivi attenzione al linguaggio: utilizza frasi chiare scritte con un italiano appropriato. Inserisci tutte le nozioni che puoi nel testo, ma non forzare la mano. Devi dimostrare di sapere le cose, certo, ma anche di essere in grado di costruire un testo scorrevole e logico.

Una volta finito il tema prenditi qualche minuto per riposarti e schiarirti le idee, vai in bagno magari. Torna al banco e rileggilo. Devi controllare se è formalmente corretto: grammatica, punteggiatura, ortografia. Oltre ciò assicurati anche di aver svolto la traccia per intero e di aver legato le varie parti del testo in modo armonioso. Ricopia tutto in bella e rileggi anche quella. Una volta completato il tutto consegna, e la tua prima prova sarà finita.

Correzione della prima prova maturità 2018: come funziona?

La commissione valuterà il tuo elaborato basandosi su:
  • capacità linguistiche
  • capacità logico-espressive (saper comunicare i tuoi pensieri in modo coerente e chiaro)
  • capacità critiche
  • ricchezza delle conoscenze

Il punteggio che ti verrà assegnato sarà in quindicesimi. Il massimo saranno quindici punti, il minimo perché la prova si dica superata dieci punti. Questo voto andrà sommato con i punteggi delle altre prove d’esame. Al calcolo andranno anche aggiunti i crediti accumulati negli ultimi tre anni di superiori.
Dalla Maturità 2019, il punteggio assegnato alla prima prova di maturità è di 20 punti.

Ilaria Roncone
Skuola | TV
Alessandro Montesi ospite della Skuola Tv!

Lo youtuber, amatissimo dai giovani, sarà ospite della nostra videochat! Non perdere la puntata!

13 dicembre 2018 ore 14:30

Segui la diretta