Relazione alternanza scuola lavoro Maturità 2019: quanti punti vale per il voto finale?

Carla Ardizzone
Di Carla Ardizzone
quanto vale alternanza scuola lavoro alla maturità


Quando arriverà il vostro esame orale maturità 2019, dovrete portare una relazione sull'alternanza scuola lavoro. Infatti vi siete chiusi in casa già da un po' e state sudando 4 camicie per preparare un discorso di presentazione del vostro lavoro, a cui saranno dedicati alcuni preziosissimi minuti del colloquio orale davanti ai temuti commissari esterni. Ma quanto vale effettivamente la relazione alternanza scuola lavoro ai fini del voto finale?

Guarda anche:


Punti relazione alternanza scuola lavoro all'esame orale di maturità


Come probabilmente già saprete, la presentazione del progetto alternanza scuola lavoro occupa la seconda parte del colloquio (dopo le buste), durante la quale si illustra la propria esperienza e le competenze acquisite. Molti stanno preparando una presentazione Power Point, e in questo ultimo sforzo investono moltissime energie, ma altrettanti forse non sanno che alla relazione alternanza scuola lavoro maturità non è destinato alcun punteggio preciso: la sua valutazione fa parte del voto complessivo assegnato all'orale maturità.

A che serve la relazione alternanza scuola lavoro?


Ma se la relazione alternanza scuola lavoro non assicura un punteggio definito, a cosa serve ai fini dell'esame? Come si legge nella Normativa di riferimento, la relazione sull'alternanza scuola lavoro alla maturità non è altro che uno strumento grazie al quale i commissari possano comprendere le competenze acquisite dal maturando e la sua capacità di comunicarle e commentarle. Infatti, secondo quanto precisato dal Miur, questa è la finalità del colloquio orale:
"ha la finalità di accertare il conseguimento del profilo culturale, educativo e professionale dello studente. A tal fine, la commissione propone al candidato di analizzare testi, documenti, esperienze, progetti, problemi per verificare l’acquisizione dei contenuti e dei metodi propri delle singole discipline, la capacità di utilizzare le conoscenze acquisite e di collegarle per argomentare in maniera critica e personale anche utilizzando la lingua straniera. Nell’ambito del colloquio il candidato espone, mediante una breve relazione e/o un elaborato multimediale, l’esperienza svolta relativamente ai percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento. Il colloquio accerta altresì le
conoscenze e competenze maturate dal candidato nell'ambito delle attività relative a Cittadinanza e Costituzione
".

Il vantaggio di una buona relazione alternanza scuola lavoro alla maturità


Tuttavia, anche se non esiste un voto specifico per la relazione alternanza scuola lavoro di maturità, non vuol dire che siate giustificati a presentare un brutto lavoro. Una buona presentazione dell'alternanza scuola lavoro può infatti compensare qualche incertezza durante il colloquio orale e dare una presentazione complessiva delle capacità dello studente, permettendogli di accaparrarsi qualche punto in più nel voto finale. Questo si compone dei crediti scolastici accumulati durante gli ultimi 3 anni, al massimo 40 punti, dei punti ottenuti alle prove scritte, 40 punti, e, finalmente, di quelli conquistati all'esame orale maturità: la sufficienza è di 12 punti, ma si può scendere al di sotto o arrivare fino a un massimo di 40 punti. Senza contare la possibilità del bonus: sono 5 punti che la Commissione assegna ai candidati che partono con un credito scolastico di almeno 30 punti e che alle prove d’esame abbiano ottenuto complessivamente almeno 50 punti. Per ottenerlo non si può certo sottovalutare l'importanza della presentazione dell'alternanza scuola lavoro, per cui mettetecela tutta!


Carla Ardizzone
Skuola | TV
Buone vacanze ragazzi!

La Skuola Tv torna a ottobre. Buone vacanze a tutti gli studenti!

1 ottobre 2019 ore 16:00

Segui la diretta