Sbocchi lavorativi: laureati e diplomati più richiesti

Cristina Montini
Di Cristina Montini

professioni più richieste, diplomati e laureati introvabili

I lavoratori introvabili

Secondo il rapporto Excelsior di Unioncamere più recente, nonostante la crisi economica molte aziende non riescono a trovare facilmente alcune figure professionali e personale adeguato. Esiste ancora un disallineamento tra domanda e offerta di lavoro. Nel 2016, per ben il 23,3% delle assunzioni previste di laureati le imprese hanno dichiarato difficoltà a trovare il giusto profilo: si tratta di poco più di 22 mila unità delle 96 mila
complessive. Questo riguarda soprattutto profili di laureati in ingegneria e nelle materie scientifiche, ma la difficoltà interessa anche altre aree. Questo succede, principalmente, quando la figura è molto richiesta o si tratta di una professione nuova quindi c’è scarsità sul mercato, o quando mancano strutture per la formazione della specifica professione (circa 40 su 100 laureati “introvabili” sono difficili da reperire per questo motivo). La seconda motivazione (33 su 100), riguarda il gap di competenze: formazione non adeguata, mancanza della necessaria esperienza o delle skills personali adatte alla professione. Infine, la terza motivazione, (22 su 100), è il gap di aspettative, quando i candidati hanno aspettative superiori rispetto a ciò che viene offerto o sono poche le persone interessate alla professione.

Corsi affollati

Secondo le stime di Excelsior Union Camere, tra neolaureati che nel 2016 sono entrati nel mercato del lavoro, primeggia l'area umanistica, con una quota pari al 23% del totale, seguita a brevissima distanza da quella economico-sociale (22%). Vengono poi ingegneria-architettura (17%), l’area medico-sanitaria (15%), l’area scientifica (13%) e l’area giuridica (10%).

I laureati più richiesti

Per quanto riguarda gli indirizzi di laurea, nel 2016 il 61% delle preferenze delle imprese si è concentrata nell’area economico-sociale e in quella dell’architettura/ingegneria. Nell’area architettura-ingegneria prevalgono nettamente le richieste di ingegneri, mentre la laurea in architettura e urbanistica è invece richiesta piuttosto di rado (migliori opportunità di lavoro nella libera professione). Una quota abbastanza rilevante delle assunzioni di laureati, il 13% del totale, ha riguardato persone con una formazione umanistica. Rispetto al 2015, questo gruppo di lauree evidenzia un aumento delle assunzioni del 19%, 3 punti in più della media di tutti i laureati (+16%). Segue l’area medico-sanitaria, +26% rispetto al 2015. Questa crescita è dovuta soprattutto alle lauree dell’indirizzo delle professioni sanitarie (+29%). La quinta area per assunzioni programmate di laureati è quella scientifica, che nel 2016 dovrebbe aver raggiunto il 14% in più rispetto al 2015. La sesta e ultima area disciplinare, la più modesta per numerosità delle richieste da parte delle imprese, è stata l’area giuridica, con un aumento significativo rispetto allo scorso anno (+30%).

Fonte dati: “Il lavoro dopo gli studi. La domanda e l'offerta di laureati e diplomati nel 2016”, Sistema informativo Excelsior

Gli indirizzi di studio introvabili

Ma allora, quali sono le facoltà che danno lavoro? Quelle che conviene scegliere per trovare lavoro dopo la laurea? Le difficoltà di reperimento dichiarate dalle imprese toccano i valori massimi quando si tratta di assumere laureati in ingegneria elettronica e dell’informazione: quasi il 40% delle relative assunzioni programmate per il 2016 sono state difficili da reperire. Anche i laureati in ingegneria industriale sono stati giudicati “introvabili” per il 36% delle assunzioni. Infine, nel podio degli “introvabili” ci sono i laureati in campo scientifico-matematico-fisico, per i quali il tasso di difficoltà di reperimento si attesta al 37%.
tabella dei laureati introvabili

Laureati introvabili

Quando le imprese cercano laureati dichiarano elevate difficoltà a trovare molte delle figure che operano nella progettazione all’interno dell’industria, come i progettisti di impianti per l’automazione industriale, “introvabili” nel 65% delle assunzioni programmate nel 2016 e i progettisti di sistemi integrati per la gestione dei processi industriali (per oltre il 40% sono difficili da reperire). A queste due figure si affiancano i progettisti di impianti industriali e i tecnici dell’organizzazione e della gestione dei fattori produttivi.
Difficoltà di reperimento anche per molte professioni legate all’informatica, come i progettisti di software, i tecnici specialisti di applicazioni informatiche (39,5%), i progettisti elettronici e i tecnici specialisti di linguaggi di programmazione: tutti introvabili tra il 34 e il 41% delle rispettive assunzioni programmate nel 2016.
tabella dei laureati introvabili

Diplomati introvabili

Ma le richieste delle aziende non riguardano sono i laureati; c'è anche una buona percentuale di coloro che possiedono semplicemente il diploma di scuola superiore. In particolare si tratta dei diplomati provenienti dagli istituti tecnici e professionali. Le imprese hanno incontrato maggiori difficoltà nel 2016 quando sono state alla ricerca di diplomati in informatica e telecomunicazioni: ben il 26% circa delle assunzioni programmate di questi diplomati sono state difficili da reperire. Anche i diplomati in meccanica-meccatronica-energia risultano piuttosto difficili da reperire, per quasi il 20% delle relative assunzioni previste nel 2016. Infine, tra gli indirizzi più difficili da trovare c’è quello socio-sanitario, i cui diplomati previsti in entrata sono difficili da trovare per le
imprese nel 13% dei casi. Per quanto riguarda le professioni, nel caso dei diplomati risulta problematica l'assunzione di tecnici della vendita e della distribuzione e degli addetti alla preparazione, cottura e distribuzione di cibi. Si abbassa la difficoltà di reperimento dei diplomati per gli addetti a funzioni di segreteria e per i commessi delle vendite al minuto. Infine, la quinta figura più difficile da reperire riguarda i cuochi.
tabella dei diplomati introvabili
Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta