Genius 44615 punti

Storia e testimonianza



La storia che diventa esperienza personale, vissuta attraverso la vicenda della guerra, della deportazione, dell'esilio, è all'origine di romanzi autobiografici dall' incomparabile valore di testimonianza . Già presente nell'Ottocento (basti ricordare le narrazioni di scrittori garibaldini), il romanzo-testimonianza acquisisce particolare importanza dopo la Seconda guerra mondiale, periodo in cui la violenza e la prevaricazione dell'uomo sull'uomo han¬no dato luogo a vicende umane di straordinaria intensità.

Quando la vicenda storica viene vissuta e rielaborata da anime particolarmente sensibili ed attente, ritorna ne romanzi di questi scrittori con il fascino del racconto ed il valore di invito a non dimenticare, elevando I'esperienza del singolo a testimonianza d' eventi che è giusto rimangano intatti nella me moria collettiva.
È il caso di romanzi-testimonianza sulla Resistenza, sulla deportazione e su altre vicende analoghe.
A questo proposito è emblematico il caso di Primo Levi (Se questo è un uomo. La tregua), che rievoca dramma della persecuzione nazista vissuta personalmente e raccontata affinché le sue parole man¬tengano vivo il ricordo, alimentando la condanna collettiva.
È il caso di ricordare anche altri autori, come Mario Rigoni Stem (Il sergente nella neve), che racconta la dolorosa ritirata di Russia nel corso della Seconda guerra mondiale, e ancora Giacomo Debenedetti, che ripercorre in 16 ottobre 1943 il dramma della guerra nazi-fascista.
Hai bisogno di aiuto in Antologia per le medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email