Habilis 5252 punti

Ungaretti – Sono una creatura – commento


Valloncello di Cima Quattro il 5 agosto 1916
Come questa pietra
del S. Michele
così fredda
così dura
così prosciugata
così refrattaria
così totalmente
disanimata
Come questa pietra
è il mio pianto
che non si vede

La morte
si sconta
a vivendo

La lirica è tutta costruita sul rapporto analogico pietra-pianto. La pietra carsica è paragonata all’animo del poeta. Essa è caratterizzata dall’assenza di sentimenti perché è fredda, dura, prosciugata, refrattaria e quindi totalmente priva di un’anima e quindi insensibile. Nello stesso modo, l’animo del poeta è privo di sensibilità ed è segnato da un senso di colpa per essere scampato alla morte.
La lirica è articolata in tre strofe, composte da versi liberi, senza rime, con una sintassi ridotta al massimo della semplicità.

Le prime due esprimono entrambe un paragone in cui il secondo termine, introdotto in entrambi i casi da “come”, è posto all’inizio e il primo termine (= il pianto del poeta) è collocato alla fine. La presenza nelle due strofe di anafore (così….. così….. copsì……come….) introduce una scelta di aggettivi in cui si può individuare una gradazione di intensità, cioè un climax. Infatti all’inizio la pietra è fredda, poi diventa dura, quindi prosciugata, poi refrattaria (= come se il poeta avesse perso ogni forma di solidarietà e quindi di umanità) ed infine disanimata. L’enjambement “totalmente/disanimata” accentua, al punto massimo, l’immagine di aridità per la mancanza di acqua (associata di conseguenza alla mancanza di vita) per altro sottolineata anche dalle allitterazioni in d e t.
La terza strofa è la conclusione tragicamente lapidaria e anche paradossale, quasi un aforisma: si tratta di un ossimoro perche avvicina due elementi che nella norma sono in opposizione (la morte e la vita). Il significato è questo: vivendo come se si fosse pietrificati, senza esternare il proprio dolore (il pianto del poeta è tutto interiore e non si vede) si sconta il privilegio di non essere morto. In molte liriche la conclusione ha un valore di sentenza come in questa.

Hai bisogno di aiuto in Giuseppe Ungaretti?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze