Test Professioni Sanitarie: il minimo per passare

professioni sanitarie punteggio minimo per passare

Nel momento in cui iniziate a prepararvi per il test di ammissione professioni sanitarie, il vostro obiettivo dovrebbe essere quello di lavorare per ottenere il massimo! Tuttavia, avere un’idea di quali siano stati in passato i punteggi con i quali si è entrati nei diversi corsi di laurea delle lauree triennali delle professioni sanitarie può essere utile per farsi qualche calcolo. In questo modo, infatti, potrete valutare la vostra preparazione strada facendo, e fissare cosi un vostro punto di arrivo.

TEST PROFESSIONI SANITARIE ANNI PRECEDENTI

: DIFFICILE REPERIRE INFORMAZIONI - Il problema, e molti candidati se ne saranno resi conto, è che reperire queste informazioni sui test professioni sanitarie anni precedenti non è semplice, anzi: si può dire che ad agosto reperire online le graduatorie relative dell'anno passato è praticamente impossibile. Inoltre, non esiste uno storico a cui fare riferimento, in quanto il sistema di attribuzione del punteggio per il test professioni sanitarie è cambiato negli ultimi due anni rispetto al passato.


TEST INGRESSO PROFESSIONI SANITARIE 2014

: ECCO COME ORIENTARSI - Per orientarsi è utile dare uno sguardo attento alla tabella riportata fornita dagli esperti di Skuola.net a fondo pagina, in cui sono mostrati per ogni corso di laurea il rapporto tra le persone che hanno sostenuto il test e i posti disponibili su scala nazionale. Il dato che emerge è certamente interessante e aiuta ad inquadrare la situazione. La prima buona notizia per tutti i candidati è che, seppur di poco, lo scorso anno il livello di selezione è stato più basso rispetto al 2012/2013 e questo vale per tutti i corsi di laurea. Se questo trend dovesse mantenersi anche il prossimo settembre per il test ingresso professioni sanitarie 2014 (al momento non si può ancora stabilire con certezza, perché le iscrizioni sono ancora aperte) è un dettaglio da tenere in considerazione.


TEST FISIOTERAPIA

E LOGOPEDIA: ALMENO 50 PUNTI- Il livello di selezione è maggiore in quei corsi di laurea in cui i posti disponibili sono notoriamente molto pochi. Come sostengono gli esperti, Fisioterapia e Logopedia ad oggi rappresentano i due cdl con il livello di selezione in ingresso più alto, ben superiore al famigerato test di Medicina. Lo studente che sosterà il test professioni sanitarie con l’obiettivo di entrare in uno di questi due corsi dovrebbe lavorare per ottenere un punteggio intorno ai 50 punti tenendo sempre in considerazione che esiste una forbice di punteggio a seconda degli atenei (in alcuni si entra anche con punteggi superiori ai 50) e che siamo sempre nell’ambito di graduatorie comparative dove a fare la differenza sono le vostre performance.


LIVELLO DI SELEZIONE MEDIO - Esiste poi una fascia intermedia di selezione rappresentata da corsi come Dietista, Ostetricia e Tecnico Radiologo per cui su media nazionale si presentano circa 6/7 candidati per ogni posto disponibile; questo potrebbe voler dire che punteggi superiori ai 35 punti possono rappresentare una speranza d’accesso.

TEST INFERMIERISTICA

: POSSONO BASTARE 28 PUNTI - L’ultima fascia è rappresentata da corsi per i quali generalmente i posti a disposizione sono molti di più: l’esempio più interessante è quello di infermieristica. In questo caso si potrebbe raggiungere il proprio scopo anche con punteggi inferiori ai 28 punti. Ad oggi si può dire che entra un candidato su due in questo cdl, insomma le probabilità di entrare sono molto buone. Questo deve essere però un invito a non rilassarsi e a non sottovalutare l’impegno ma anzi a studiare di più perché sarebbe un peccato non farcela.


tabella

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta