sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

-Il Comunismo in Asia: la Nascita della Cina Popolare-

Anche nell’Asia orientale dilaga il comunismo, ad esempio in Cina.
Qui, l’accordo stretto nel 1937 tra i comunisti di Mao Tse-tung e i nazionalisti di Chiang Kai-shek è servito a bloccare l’avanzata militare del Giappone in Cina.
La pressione militare sulla Cina da parte del Giappone si era poi allentata tantissimo quando esso dovette impegnarsi a contrastare gli Stati Uniti; questo ha permesso a Chiang Kai-shek di proseguire nell’iniziativa di attaccare i comunisti cinesi.
E così scoppia una guerra civile, coi cinesi nazionalisti contro quelli comunisti.
I comunisti dispongono di larghi appoggi logistici e di grandi possibilità di reclutare nuovi soldati.
Viceversa il regime nazionalista di Chiang Kai-shek non riesce ad ottenere un tale sostegno.
Tra il 1945 e il 1949 la guerra volge a favore dei comunisti.
Nel febbraio del 1949 le truppe comuniste entrano a Pechino.

Chiang Kai-shek, i politici nazionalisti, le truppe rimaste fuggono sull’isola di Taiwan.
Il 1° ottobre 1949 Mao Tse-tung proclama a Pechino la nascita della Repubblica Popolare Cinese.
Il nuovo Stato non viene riconosciuto dagli USA, che continuano a ritenere la Repubblica Nazionalista Cinese di Chiang Kai-shek, insediata a Taiwan, come l’unico Stato cinese legittimo.
La Repubblica Popolare procede subito alla nazionalizzazione delle banche e delle imprese di grandi e medie dimensioni; vengono redistribuite anche le terre ai contadini,
Nel 1950 Cina e URSS stipulano un trattato di amicizia e di mutua assistenza.

L’area comunista si è estesa anche in Corea del Nord.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email