Tutor 42251 punti

storia contemporanea e sua datazione

Storia contemporanea


Quando si parla di storia, per motivi pratici e di studio, la si divide in epoche o età che consentano di identificare un particolare periodo con più facilità. Nello specifico, la storia è suddivisa in quattro età: età antica, età medievale, età moderna ed età contemporanea. L’età o storia contemporanea è dunque l’ultima, quella che coincide con il nostro tempo presente.
Non tutti concordano sulla data da cui far partire l’epoca contemporanea: alcuni la identificano generalmente con la rivoluzione industriale (metà del diciottesimo secolo), altri con lo scoppio della Rivoluzione francese (1789), altri ancora più tardi, con il Congresso di Vienna del 1815. Alcuni studiosi ritengono addirittura che l’inizio dell’età contemporanea dovrebbe essere fissato al 1918, anno dello scoppio della Prima guerra mondiale, ma l’interpretazione più tradizionale identifica l’anno di inizio nel 1789 o al più tardi nel 1815. Il dibattito, tuttavia, è ancora aperto.

Datazione della storia contemporanea


In generale, comunque, il periodo a cavallo tra la fine del diciottesimo secolo e l’inizio del diciannovesimo secolo viene visto come il capostipite dell’età contemporanea. Il 1800 fu un secolo di grandi sviluppi e cambiamenti. La seconda rivoluzione industriale raggiunge il suo apice in Inghilterra per poi diffondersi nel resto dell’Europa, dando vita a importanti sviluppi quali la spoletta volante, la macchina a vapore, la ferrovia. Contemporaneamente, la sconfitta di Napoleone a Waterloo nel 1815 e il conseguente Congresso di Vienna consolidano la nascita dello stato-nazione moderno. Nonostante l’iniziale spinta reazionaria che ha tentato di soffocare i residui della Rivoluzione francese, le aspirazioni liberali e nazionali continuano a perseverare, portando ai moti del 1848 e alla nascita di nuove ideologie politiche quali il comunismo e il socialismo.
Non mancano però le guerre. Gli ultimi decenni del diciannovesimo secolo vedono lo scoppio delle guerre franco-prussiane, il completamento dell’unità d’Italia, e, oltreoceano, la guerra di secessione americana. Il ventesimo secolo non è da meno: tristemente famose sono la Prima e la Seconda Guerra Mondiale, seguite dalla Guerra Fredda e dal moderno fenomeno del terrorismo internazionale.

A cura di Suzy90.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email