Fase 2: esami della patente, le nuove regole dal 20 maggio

Lucilla Tomassi
Di Lucilla Tomassi
nuove regole esame patente fase 2

Siamo ormai nel vivo di questa cosiddetta Fase 2 dell’emergenza da Coronavirus, e sempre più attività stanno rialzando la loro serranda, chiusa da due mesi abbondanti. Tra le attività che riapriranno a breve troviamo anche le scuole guida, che potranno ricominciare sia con corsi teorici che con le lezioni pratiche, e quindi saranno di nuovo sostenibili anche gli esami di guida, sia teorica che pratica: tuttavia ovviamente anche nel caso delle autoscuole ci sono protocolli di sicurezza da seguire per poter svolgere tutte le attività in sicurezza.
Diamo quindi un’occhiata alle nuove regole da osservare a scuolaguida.



Autoscuola: al via le riaperture per gli esami teorici e pratici


Si potrà tornare in classe per apprendere la teoria di guida e anche al volante delle macchine delle autoscuole, che riapriranno presto, mentre dal 20 maggio 2020 è prevista la riapertura degli uffici della motorizzazione civile sul territorio, proprio per poter ricominciare a svolgere gli esami di teoria e di guida pratica. Ma come saranno gli esami di guida in Fase 2? Scopriamo insieme le nuove norme riportate dal sito trasporti-italia.it.



Esami di guida teorici: le nuove modalità


Gli esami di teoria potranno essere svolti, come sempre, presso le aule degli uffici della motorizzazione civile. Tuttavia i cambiamenti che andranno messi in atto dalla motorizzazione sono molti, oltre al rispetto dei generali principi di pulizia, delle regole di comportamento e dei dispositivi di protezione individuale, che dovranno essere indossati sia dai candidati che dal personale. Infatti la motorizzazione dovrà anche provvedere a ridurre il consueto numero di candidati per aula, installare, se possibile, schermi parafiato in plexiglass su tre lati delle postazioni d’esame, organizzare sessioni di igienizzazione straordinaria tra ciascun turno d’esame per la disinfezione di monitor, scrivanie, eventuali schermi parafiato, maniglie, bagni; differenziare i percorsi di ingresso ed uscita dall’aula e dall’edificio esami ed infine evitare il più possibile il mescolamento dei candidati sulle aule d’esame e sui turni, privilegiando invece l'aggregazione in unico turno (e possibilmente anche unica aula), dei candidati della stessa autoscuola o dello stesso gruppo di autoscuole. L’ultima norma è volta al cercare limitare la promiscuità dei “nuovi” contatti e lo stazionamento, nei pressi delle aule, di candidati in attesa del proprio turno d’esame o di candidati che, avendo già sostenuto la propria prova, aspettano, per essere ricondotti al proprio domicilio, i colleghi della stessa autoscuola inseriti in turni successivi.

Esami teorici in Fase 2: i risultati


Subito dopo l’esame non ci sarà la certezza di aver passato la prova teorica, ma i risultati, corredati dalla scheda compilata e da quella corretta, saranno inviati per via telematica alle autoscuole e, nel caso di candidati privatisti, all’indirizzo mail comunicato in fase di prenotazione.
Anche se quelle sopra elencate saranno le regole da mantenere in questa Fase 2, il Comitato tecnico Scientifico, nella riunione del 14 maggio 2020, ha sollevato perplessità circa la criticità delle aggregazioni di candidati in attesa, in entrata ed in uscita presso gli uffici sede di svolgimento degli esami di teoria, oltre che allo spostamento di grandi numeri di persone da e per gli uffici, ventilando quindi l’ipotesi di svolgimento degli esami teorici presso autoscuole, centri di istruzione, anche in forma aggregata. Quindi sarà consentito anche lo svolgimento degli esami di teoria presso le sedi degli operatori professionali attraverso l’utilizzo delle schede cartacee, generate dal sistema informatico del Dipartimento, secondo le diverse esigenze sul territorio, nel rispetto delle disposizioni del Ministero della Salute e delle altre Autorità competenti.

Esame di guida pratico: come si svolge in Fase 2


Ovviamente diverse sono le indicazioni da seguire per gli esami di guida per le patenti A e B. Ma alcune norme sono comuni, come l'identificazione dei candidati in un’area esterna aperta. Poi dovrà sempre essere rispettato il distanziamento sociale fra tutti gli addetti presenti alla seduta (candidati, istruttore ed esaminatore). Inoltre sia i candidati, che gli istruttori che gli esaminatori saranno posti a distanza di sicurezza l’uno dall’altro e saranno dotati di idonea mascherina e guanti durante tutto lo svolgimento delle varie fasi in modo tale da assicurare che ogni candidato esaminato possa dopo l’esame allontanarsi dall’area, evitando assembramenti inutili. Segnaliamo infine che la misurazione della temperatura corporea dei candidati prima delle prove è facoltativa.

Patente A e B, esame pratico in Fase 2: le nuove norme


Scendendo poi nel particolare, per le patenti di categoria A la non presenza dell'esaminatore a bordo del veicolo rende sufficiente prevedere il rigoroso e continuativo utilizzo dei sistemi di protezioni individuali durante tutto il corso dell’esame da parte di tutte le persone coinvolte. Discorso diverso è quello che riguarda le patenti di categoria B, per i quali esami si individuano ulteriori procedure per garantire la massima sicurezza. Le prime parte dell'esame di guida delle patenti B si svolgerà con il solo candidato a bordo e senza che esaminatore e istruttore possano essere presenti sul veicolo. Le richieste verranno formulate oralmente dall’esaminatore ed il candidato risponderà dall’interno del veicolo ed effettuerà le manovre richieste. Tali fasi verranno svolte in area attrezzata e recintata, non più in città, ma l’esame si sposterà nei circuiti come avviene per le prove per patente cat. A. Inoltre durante l’impiego dell’automezzo ad uso condiviso il candidato, l’istruttore e l’esaminatore devono indossare una maschera filtrante, visiera o occhiali protettivi, guanti monouso e devono lavarsi o igienizzarsi le mani prima di entrare nell’auto. Infine al termine di ogni prova di esame, l’autoscuola avrà l’onere di pulire gli oggetti condivisi. Dopo ogni prova di esame si procederà quindi al ricambio dell’aria dell’autoveicolo per almeno 5 minuti. La prova durerà in totale 25 minuti, di cui al massimo 15 minuti la prova su strada.
Skuola | TV
World AIDS Day: le cose da sapere e i falsi miti da sfatare | School of Love Digital Tour

Se hai dubbi legati all’AIDS, alla diffusione tra gli adolescenti e a dove eseguire il test per capire se sei stato contagiato, allora non puoi perdere questo appuntamento. Un’esperta in educazione sessuale, risponderà a tutte le tue domande!

1 dicembre 2020 ore 16:15

Segui la diretta