Qual è il voto massimo e il voto minimo alla maturità 2020?

Lucilla Tomassi
Di Lucilla Tomassi
voto massimo maturità 2020

Ormai ci siamo: la Maturità 2020 è ufficialmente iniziata da circa due settimane, precisamente a partire dalle 8.30 del 17 giugno 2020. Da quel giorno le commissioni d’esame sparse in tutta Italia hanno iniziato a interrogare i primi candidati, e non si sono ancora fermate, al ritmo di 5 maturandi al giorno. Infatti si è partiti spediti proprio dal maxi orale, l’unica prova che i maturandi 2020 dovranno affrontare da quando il Ministero dell’Istruzione ha deciso di cancellare le due prove scritte a causa della pandemia di Covid-19 che si è abbattuta sull’Italia e sul mondo a partire dai primi mesi del 2020.
Ma in questa nuova Maturità, come funziona il punteggio e quindi quale sarà il voto massimo e minimo raggiungibile? Scopriamolo!


Il punteggio della Maturità 2020: come funziona?

Quest’anno sia la struttura della Maturità 2020, sia il punteggio d’esame sono stati totalmente stravolti dalla nuova riforma sulla Maturità messa a punto dal Ministero dell’Istruzione per cercare di sopperire all’abolizione delle due prove scritte, in quanto si è ritenuto che il loro svolgimento fosse troppo pericoloso proprio a causa dell’emergenza sanitaria ancora in atto. Dunque, se l’anno scorso il punteggio finale era la somma delle due prove scritte, ognuna dal valore di venti punti, alle quali si aggiungeva il colloquio orale, anch’esso calcolato in ventesimi, e i crediti accumulati nel corso degli ultimi tre anni di superiori, che potevano raggiungere un punteggio massimo di 40 punti, per arrivare quindi a un totale di 100 (20+20+20+40), quest’anno il punteggio ha subito inevitabilmente dei cambiamenti. Scopriamo quindi com’è cambiato.


Il voto massimo e minimo alla Maturità 2020

Dunque, dopo aver visto il funzionamento del punteggio per la Maturità 2019, passiamo ora a capire com’è cambiato il tutto per la Maturità 2020. Quest’anno, con una sola prova, il maxi orale, è cambiato anche l’attribuzione del voto finale: come? Il maxi orale, diventando l’unica prova di Maturità 2020, ha acquisito un peso fondamentale, aumentando il suo punteggio massimo dai 20 punti dell’anno scorso, ai 40 punti massimi ottenibili quest’anno. Mentre i crediti che gli studenti accumulano durante gli ultimi tre anni di superiori sono passati dal vale il 40% del voto finale, ad avere un'importanza del 60%, contando quindi ben 60 punti. Dunque il punteggio massimo ottenibile quest’anno nella Maturità 2020 resterà in realtà invariato, quindi calcolato in centesimi, con anche la possibilità di raggiungere la lode, per arrivare a 100 e lode. Invariato dunque anche il punteggio minimo per poter essere promossi: 60/100.
Skuola | TV
Uniti contro la violenza di genere (anche online)

Nella Giornata Internazionale per il contrasto alla violenza di Genere con la ministra Lucia Azzolina, Facebook e Angelica Massera parleremo dell’importanza di un uso responsabile della parola sui social media.

25 novembre 2020 ore 14:30

Segui la diretta