Tacito: vita, opere, tutto quello che c'è da sapere sull'autore Maturità 2019

Giulia.Onofri
Di Giulia.Onofri
seconda prova Tacito

Oggi 20 giugno Tacito è uscito nella seconda prova del liceo classico per latino. Ma chi è Tacito e cosa ha scritto?


Vita e opere

Publio Cornelio Tacito nasce tra il 56 e il 58 D.
C e non si hanno precise informazioni sul luogo esatto di nascita: il luogo di origine che sembra più verosimile è la Gallia Narbonense.
Nel 77 o nel 78 sposa la figlia ancora tredicenne del generale Gneo Giulio Agricola, Giulia Agricola. Grazie a Vespasiano riesce a ricoprire il ruolo di tribuno, e tra l’81 e l’82 assume la carica di quaestor, mentre nell’88 diventa praetor.
Tra l'89 e il 93 Tacito ricopre diverse funzioni pubbliche, probabilmente gli viene affidato il comando di una legione o in ambito civile.
Nel 97 diventa consul suffectus, sotto il principato di Nerva, mentre nel 98 scrive e pubblica l'"Agricola", la prima opera in assoluto di Tacito.
In seguito scrive ‘De origine et situ Germanorum’ detta anche "Germania": si tratta di un'opera etnografica in cui evidenzia molteplici aspetti delle tribù germaniche stanziate oltre i confini dell'Impero Romano, a cui si aggiungono molte parti storiche e considerazioni politiche.
Le due opere storiche di Tacito le Historiae e gli Annales. Quest’ultima opera tratta del periodo successivo alla morte di Augusto dal 14 D.C. in poi, anni in cui si sono succeduti i quattro imperatori successivi.

Le Historiae

La prima opera di impronta storica di Tacito, scritta intorno al 110 D.C., tratta di avvenimenti precedenti, ovvero le guerre civili, l’assedio di Gerusalemme e la prima guerra giudaica risalenti agli anni 69-70 D.C., anni in cui trovarono la morte gli imperatori militari Galba, Otone e Vitellio.
Sono spesso riportati i discorsi degli imperatori, tra cui quello di Galba nel primo libro che parla della modalità della successione per adozione e dei vantaggi che ha la scelta di un imperatore in base alle qualità che ha dimostrato e quindi non solo in base al sangue di nascita. Il principato adottivo è dunque la forma di forma di governo più valida e duratura.
Viene inoltre raccontata la morte dell’imperatore Vitellio e l’ascesa di Vespasiano, nominato imperatore dall’esercito e di Domiziano.

Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Vuoi conoscere il prossimo ospite? Continua a seguirci e lo scoprirai.

20 gennaio 2020 ore 15:30

Segui la diretta