Maturità 2021, nasce la petizione che chiede di annullarla

Giulia.Onofri
Di Giulia.Onofri
Petizione online Change.or per annullare la Maturità 2021

Si farà la Maturità 2021? E in caso, come sarà organizzata? Sono domande che già preoccupano tutti i maturandi ma a cui la Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina non può ancora dare una risposta certa e definitiva poiché l’anno scolastico è ancora all’inizio. Nonostante ogni previsione al momento risulta impossibile poiché prematura, la Ministra in più occasioni si è dichiarata disposta ad ascoltare la voce degli studenti delle classi quinte per capire la strada migliore su cui procedere in vista del conclusivo Esame di Stato 2021.


Guarda anche:


No alla Maturità 2021, la petizione su Change.org


La risposta da parte dei maturandi è arrivata puntuale e, sulla scia delle proteste dello scorso anno, la proposta avanzata è stata quella di annullare la Maturità 2021. Un gruppo di quattro studenti di quinto superiore (Andrea Pimpini, Gianmarco Rubino, Dafne Serratì e Samuele Ursino) ha infatti aperto sulle pagine social di Facebook e di Instagram il gruppo “nomaturita21 e ha inoltre lanciato una petizione online sul portale Change.org, finalizzata alla raccolta di 7.500 firme (fino ad ora se ne contano 5.271) per la richiesta di annullamento degli Esami di Stato 2021.



Le proposte degli studenti in sostituzione della Maturità 2021


L’intenzione dichiarata dagli studenti promotori della petizione è quella di seguire l’esempio della Francia che ha acconsentito alla cancellazione nel 2021 dell’Esame conclusivo del ciclo di studi superiori, preferendo valutare gli studenti sulla media dei voti dell’anno in corso e i crediti ottenuti nell’ultimo triennio. In base ai risultati dei sondaggi dei maturandi italiani, la medesima proposta trova il consenso della maggioranza (57%), avvalorando dunque l’ipotesi di fronte ad un eventuale confronto con la Ministra Azzolina. Secondo quanto dichiarano i nostri maturandi infatti “Tanti ragazzi ci hanno scritto esprimendo la loro totale condivisione per l'annullamento degli Esami di Stato, aggiungendo altre motivazioni per le quali questa scelta dovrebbe essere presa in seria considerazione. La Ministra Lucia Azzolina intende "coinvolgerci" nelle sue scelte, è il momento che renda attuativa questa buona pratica. Gli studenti si sono espressi e ormai è tempo di dare le risposte che attendiamo”.

Bis del maxi-colloquio? No, grazie


Nonostante i mesi del lockdown, lo scorso anno la Maturità 2020 si è svolta con una sola prova orale strutturata in un maxi colloquio su tutte le materie di esame con possibili esercitazioni pratiche per sopperire alla mancanza delle prove scritte. L’ipotesi della medesima risoluzione anche per la Maturità 2021 appare possibile ma non gradita ai maturandi. Da quanto infatti dichiarano, anche se a Gennaio riprenderanno le lezioni in presenza, il tempo trascorso in didattica a distanza negli ultimi due anni sarebbe eccessivo e potrebbe compromettere il giudizio finale: “Un giudizio negativo agli Esami, determinato da un'ora di colloquio, sulla linea dell'a.s. precedente, rischierebbe di rovinare un percorso di 5 anni frutto di risultati attesi e sacrifici. Gli studenti che si diplomeranno quest'anno sono gli stessi studenti che hanno fatto non uno ma quasi due anni di didattica distanza. Ci sono scuole che l'anno scorso riuscivano ad offrire solo 2 ore di lezione in Dad! Molti professori, proprio in vista degli Esami di Stato, hanno tralasciato parte del programma del 4° anno rinunciando ad approfondire quei nodi concettuali che ci hanno comunque permesso di proseguire i nostri studi”.

Esami di Stato 2021, le ragioni di chi chiede di annullarli


Insomma, i maturandi 2021 sembrano determinati a difendere le proprie opinioni nell’intento di farle ascoltare anche alla Ministra Azzolina. Perché sarebbe opportuno cancellare la Maturità 2021? I vantaggi, secondo il loro parere, sarebbero molti: “Annullare gli Esami non significherà favorire l'ignoranza, bensì evitare una corsa contro il tempo. Togliere questa pressione a docenti e discenti e consentirebbe a tutti di svolgere l'ultimo anno in piena tranquillità dedicandosi ad uno studio più fattivo e culturalmente valido e non unicamente finalizzato a superare un esame-farsa. Annullare gli Esami farebbe risparmiare i soldi per ricompensare i Presidenti ed eventualmente, i commissari esterni, denaro pubblico che in questo momento andrebbe riconvertito sulla Sanità. Tanti ragazzi hanno mille problemi in questo momento (c'è chi ha perso genitori e/o nonni, chi ha genitori e fratelli malati...). Anche con il rientro a scuola nulla sarebbe normale per questi”.

Per firmare la petizione su Change.org clicca qui
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Continua a seguirci e scopri chi sarà l'ospite della prossima live!

27 gennaio 2021 ore 15:00

Segui la diretta