Maturità, non sarà facile raggiungere il massimo dei voti: ecco come funziona il punteggio

Giulia.Onofri
Di Giulia.Onofri

come prendere 100 alla maturità 2019


Il 100 alla maturità è un traguardo ambito da molti anche perché rappresenta il felice coronamento di un intero e faticoso percorso di studi durato anni.
Se dunque la considerazione della carriera scolastica di ogni studente è stata sempre importante per determinare il voto finale, da quest’anno però il calcolo dei crediti scolastici maturati nel triennio acquista un peso maggiore.

Guarda anche:


Quanti crediti si possono maturare nel triennio?

Come sempre infatti il numero dei crediti scolastici che il consiglio di classe conferisce a ciascuno studente è condizionato dalla media dei voti di ogni anno, ma a cambiare è proprio il calcolo che nel corso dei tre anni potrà arrivare ad un massimo di 40 crediti (lo scorso anno si arrivava a un massimo di 25):
    I anno: max 12 punti;
    II anno: max 13 punti;
    III anno: max 15 punti.
Clicca qui per visualizzare l’articolo con le tabelle di conversione dei crediti maturati col vecchio sistema di calcolo e con la tabella di confronto fra la media e crediti ad essa associati.

Quanti crediti si possono attribuire per le prove di Esame?

Fino alla scorsa maturità il punteggio associato a ciascuna prova scritta era pari a 15 punti ciascuna mentre all’orale il voto massimo era 30. A partire da questo nuovo Esame di Stato, invece, il massimo che si può totalizzare fra le due prove scritte e l’orale è pari a 60 punti, così distribuiti:
    Prima prova: max 20 punti;
    Seconda prova: max 20 punti;
    Prova orale: max 20 punti.
Al punteggio raggiunto con le prove d’esame si dovrà poi aggiungere quello ottenuto con il totale dei crediti scolastici accumulati nel triennio che, come già detto, avrà la soglia massima di 40.


Come riuscire a prendere 100 alla maturità?

Se si fa un rapido calcolo, ci si accorge che la somma dei crediti massimi raggiungibili nelle prove d’Esame (60) e quella del massimo del punteggio totalizzabile nel triennio (40) dà come risultato proprio 100.
Non bisogna però dimenticare anche i 5 punti bonus che la commissione può assegnare agli studenti più meritevoli e brillantiper dare una piccola spinta per il 100.
In particolare, i 5 punti potranno essere assegnati qualora lo studente sia stato ammesso all’Esame con almeno 30/40 crediti scolastici e abbia anche riportato tra le prove di maturità un punteggio pari almeno a 50/60 punti. Ovviamente anche se questa è la condizione indispensabile e minima per ottenerli tuttavia non significa che il bonus è dato incondizionatamente; la commissione infatti, qualora le premesse per usufruirne sono soddisfatte, potrà comunque decidere autonomamente se assegnarlo o meno.

Per prendere 100 alla maturità insomma si possono percorrere due strade:

    Ottenere il massimo dei crediti totali sia nel percorso di studio sia nelle prove di maturità, raggiungendo un punteggio di 100/100;
    Ottenere un punteggio leggermente più basso del 100, e raggiungere il massimo dei voti grazie ai 5 punti bonus da parte della commissione.

Come riuscire a prendere 100 e lode alla maturità?

Se prendere 100 sembra difficile, raggiungere il 100 e lode appare impresa quasi impossibile!
I criteri che devono essere soddisfatti, ancora una volta, devono essere due, entrambi comunque orientati verso la strada della meritocrazia:
  • Il 100 deve essere raggiunto senza l’aiuto dei 5 punti bonus (quindi si deve aver totalizzato il massimo del punteggio di crediti e di punteggio);
  • La lode deve essere assegnata all'unanimità dall'intera commissione.

Skuola | TV
Luigi Di Maio (M5S) risponde agli studenti - #MeetMillennials #ElezioniEuropee

Il Vicepremier risponde alle vostre domande in vista delle Elezioni Europee.

21 maggio 2019 ore 13:00

Segui la diretta