Maturità 2020, CSPI: senza protocollo di sicurezza l'esame sia a distanza. Il MI ribatte: "Praticamente pronto"

Carla Ardizzone
Di Carla Ardizzone
maturita

Si avvicina, a poco più di un mese dal suo inizio, l'ufficialità sulle modalità di svolgimento dell'esame di Maturità. E' arrivato oggi al MI il parere ufficiale del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione sulle ordinanze predisposte da Viale Trastevere. Forse inaspettatamente, torna l'idea di un esame di Stato a distanza anche per le superiori, come già deciso per la terza media.
Infatti, il CSPI raccomanda un esame di Maturità in presenza solo se realizzato con un protocollo di sicurezza nazionale "stringente, dettagliato e prescrittivo a garanzia della salute di tutto il personale coinvolto", altrimenti meglio svolgere il colloquio da remoto.
La risposta del Ministero, tuttavia, non si è fatta attendere e rassicura sul fatto che le misure per assicurare la sicurezza di docenti, personale scolastico, famiglie e studenti sono già pronte.

Guarda anche:

Ordinanza Maturità 2020, il MI: il Protocollo di sicurezza per gli Esami di Stato è praticamente pronto

Il parere del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione è necessario ma non vincolante per la pubblicazione delle tre ordinanze che disciplineranno la valutazione degli studenti a fine anno, l'esame di terza media e l'esame di maturità. Come detto, per quanto riguarda l'esame conclusivo della scuola secondaria di secondo grado, il punto "dolente" - secondo il CSPI - è l'opportunità di svolgere l'esame di maturità in presenza, qualora non ci fosse un protocollo molto dettagliato per preservare la sicurezza di chi sarà coinvolto nelle prove. L'invito è di considerare, in questo caso, la modalità online.
Il MI tuttavia ha prontamente risposto che Protocollo di sicurezza per gli Esami di Stato del secondo ciclo "è praticamente pronto e sarà reso noto a breve". Il ministero sta infatti lavorando da giorni insieme al Comitato tecnico-scientifico del Ministero della Salute alle misure che consentiranno di svolgere gli Esami in sicurezza, e che "tengono conto anche delle sollecitazioni arrivate dai sindacati incontrati nei giorni scorsi". Il comitato tecnico-scientifico - ha ricordato la Ministra Azzolina in Parlamento ieri durante un'audizione in commissione - ha già autorizzato lo svolgimento dell'Esame "ritenendo che possa svolgersi nelle scuole garantendo gli standard di sicurezza".
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata

Curioso di conoscere l'argomento della prossima videochat? Per scoprirlo non ti resta che seguirci!

3 giugno 2020 ore 16:00

Segui la diretta