Commissione maturità 2018 ed esame orale, cosa sapere sui commissari esterni

Ci siamo. Una volta che avrete sorpassato lo scoglio degli scritti ecco che si presenta il momento finale: l'esame orale della maturità 2018. Come anche molti professori ci tengono a sottolineare, si tratta di un colloquio ampio davanti alla commissione, formata da 3 membri interni più 3 commissari esterni e un presidente. L'ideale, per non farsi prendere dal panico, è pensare che sia una semplice interrogazione come quelle affrontate durante l'anno scolastico. Detto ciò, sapete per filo e per segno che funzione svolge la commissione nell'esame orale di maturità? Ecco una guida completa.

Esame orale maturità 2018 e la commissione

Per tutti gli esami di maturità 2018 il procedimento dell'orale segue sempre la stessa linea. Si parte dalla tesina, quindi il vostro lavoro che racchiude i collegamenti tra le varie materie. Per ciascun candidato la commissione affida sempre una decina di minuti per esporre il tutto (per praticità puoi esercitarti a casa con un cronometro). Poi si passa alle domande della commissione. L'ultimo momento è la correzione degli scritti. Quindi i professori, sia esterni che interni, vi spiegheranno gli errori e potrebbero fare qualche quesito in merito. Non è proprio finita qui, perché c'è anche la prova di inglese da tenere in considerazione (qualora aveste svolto ore secondo la metodologia CLIL).
Questo passaggio comunque riguarda gli studenti che avranno in commissione il professore interno con cui hanno studiato la lingua straniera.

La valutazione dell'esame orale 2018 della commissione

Come verrà valutata l'esposizione dei candidati della maturità 2018? Ovviamente rispondere brillantemente alle domande così come esporre la tesina senza tentennamenti sono punti a vostro favore. I commissari stanno ben attenti a quanti collegamenti sapete fare, se usate un buon lessico e se sapete approfondire il tutto. E il voto? I professori avranno a disposizione per ciascuno un punteggio massimo di 30 punti (la sufficienza è fissata a 20), e la decisione sulla valutazione deve essere concordata tra tutti i commissari. Oltre a questi ci sono i 5 punti bonus, destinati ai più meritevoli.

Cosa possono chiedere i commissari esterni all'orale?

Fermo restando che alla prova orale dell'esame di maturità 2018 avrete a che fare con una interrogazione su tutto il programma di quinta, al colloquio le domande dipendono da tante cose. La regola principale, che dovete tenere bene a mente, è che ogni commissario - compresi gli esterni - interrogherà sulla materia di competenza. Qualora il commissario esterno fosse abilitato all'insegnamento di più di una materia, può fare domande anche nella seconda materia, anche qualora fosse presente il commissario incaricato, ovviamente senza prenderne il posto e con il suo consenso. Quanto dura in totale la tortura? Massimo 40 minuti.

Serena Santoli
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

L'ospite di lunedì è davvero molto importante! Curioso di sapere di chi si tratta? Domani lo sveleremo, quindi non ti resta che rimanere aggiornato!

17 dicembre 2018 ore 15:00

Segui la diretta