Ominide 74 punti
Questo appunto contiene un allegato
Beckett, Samuel - Life and Works scaricato 11 volte

Humanism and Pessimism: contesto storico

-After the war many intellectuals had to reconstruct their country from a moral and a political point of view.
The World War II, which had produced the Nazi concentration camps and the atomic bomb, had generated a new conscience of the destructive potential of scientific knowledge. Post war culture ambodied a modern humanism as the basis for a new society but with pessimism. According to existentialism man was determinate by is free choice. Sartre was the major existentialist thinker and influenced the dramatists of the theater of the Absurd as Beckett.
-The term “ Theater of the Absurd” indicates a type of drama which expresses “ the metaphysical anguish at the absurdity of the human condition”. In the post war time there is a lack of reference points of the past, and existence is out of harmony. This kind of theater is different because there isn’t a logical construction of rational ideas. Another important feature of this theater is incapacity to communicate with is fellow men.

-Beckett was born in near Dublin 1906. He graduated in Dublin in 1928. He worked in Paris (at the Ecole Normale Superieure) here he came in to contact with avant – garde, intellectuals and artists of the 1930s, above all with Joyce. He joined to the French Resistance during the World War II. During this years he wrote a party autobiographical novel called Watt. And Trilogy Molloy, Mallone Dies. He wanted explore and describe the human condition. He became famous with is first play and attendant Godot. (Waiting For Godot – 1953). Later he get a Nobel Price for literature.

The Plays
Beckett wrote for the Theatre for over twenty years introducing the Theatre of the Absurd. All his plays deal with the inability to communicate and loneliness and human impotence and negation.

Waiting for Godot
Was performed in Paris in 1953 and this play disrupted all the conventions of the traditional Theatre because there was no plot, nothing happened. The setting was a desert and there was only object: a bare tree; and Mr Godot whose arrival appeared to be dissolution, never arrived. This play became a great success and was translated into many foreign languages and preformed all over the world.
1 caratteristica del teatro di Beckett
In Beckett’s Theatre we can see a static world where things never change, but they ended in an endless circle. This is emphasized by physical condition( handicapped or moribund) and also by absence of plot and circular structure. The characters seem to be imprisoned in a single place.
-The play is divided in two acts and it is about two French trumps, Vladimir and Estragon who spend their time waiting for Godot. We see then standing by the side of a road in a bare landscape with a tree. They are talking about the supposed appointment with Godot, who represents their only hope to escape from their miserable situation. They have no ideas about the day it is. They spend the time speculating on the risen of their condition; they also think to kill themselves the conversation often becomes fragmented. The characters become absorbed in their thoughts and memories. This monotony is interrupted by the appearance of another couple of characters: Pozzo and Lucky. Later a boy appears with a message of Godot saying that Godot will arrive the next day.

-The second act take place the next day and repeats the structure of the first. Pozzo now blind doesn’t remember anything of the previous day. The boy returns with another message of Godot saying he will arrive next day. At the end of the play the two protagonists consider the idea of killing themselves, and try to commit suicide, but they fail for comical reasons. Even if the effect is comic, its meaning is tragic.
-This meant that for Beckett the same ideas and events are simultaneously tragic and comic. Finally the protagonists decide to leave but they remain standing where they are waiting for Godot.

Endless Repetition: le caratteristiche dell’opera rispetto a quella tradizionale
(the only facts that the audience can notice are the suffering of the tramps, their attempts to past the time, their waiting for Godot, their wish to part, the appearance of Pozzo and Lucky, and the boy announcing that Mr Godot won’t come that evening but the next.)
In this play nothing happens; there is lack of events and the structure is circular and negative; while a traditional play has an introduction, development, a solution of the problem and a conclusion. Here the setting and the time are always the same. The structure of the second act is symmetrical to the first: there is a repetition of the things seen and heard in the first. In the play there is a sense of endless repetition and people have the sensation that the events will happen many times again. The characters have no memory in the first act, but in the second neither Pozzo nor the messenger boy can remember. These causes a disorienting effect on Vladimir, Estragon and the audience.


Time
In traditional plays there is a chronological development of the events, while in Beckett’s works there is an impression of immobility because there isn’t past or future but only a series of repetitions. All these works are timeless, but the characters are obsessed with the problem of time and they try to fill it with dialogues a waiting for somebody.

Characters
-One feature of Beckett’s works is that everything is reduced to the bare essentials, so the characters are not clearly defined people. They have no personality and no memory and so they dependence on the other to fell that he exist. The relationship between Vladimir and Estragon doesn’t give the idea of to people communicating with each other or expressed their ideas or opinion. This characters play an elaborate language game.
Godot is very enigmatic. Some critics think that Godot could refer to the absence of God in the modern world but Beckett himself didn’t agree with this interpretation Godot can be considered a central absence around which the characters organize their activity. The arrival of Godot (desired and feared) could be the end of the absurd tragic comedy of existence for Vladimir and Estragon, but without arrival they are unable to leave the stage.
-According to Martin Esslin what gives meaning to the play is the waiting itself. The waiting is an essential aspect of the human condition so Godot represents the objective of our waiting: an event, a thing, a person, death!

Themes
The message of the play is: there is no meaning in life, we have no purpose, and we live in an absurd and indifferent universe. This idea is close to the philosophy of French existentialism. The loneliness and man’s confinement and the inability to communicate in the play are symbols of the human condition. People are trapped and destined to loneliness and lack of communication.

The disintegration of language
The language in Beckett’s plays is made up of linguistic stereotypes that represent the vacuity of ready made phrases. The words produced by the characters are only away to fill days and nights so the dialogues become more fragmented and broken in grammar and meaning. Beckett emphasizes the inadequacy of words with the use of mime, silence and circus like gags.

Umanesimo e pessimismo: Contesto storico
-Dopo la guerra molti intellettuali hanno dovuto ricostruire il loro paese da una morale e un punto di vista politico.
La Seconda Guerra Mondiale, che aveva prodotto i campi di concentramento nazisti e la bomba atomica, aveva generato una nuova coscienza del potenziale distruttivo della conoscenza scientifica. La cultura del dopoguerra ambodied un umanesimo moderno come base per una nuova società, ma con pessimismo. Secondo l'esistenzialismo l'uomo era determinato dalla libera scelta è. Sartre è stato il pensatore esistenzialista maggiore e influenzato i drammaturghi del teatro dell'assurdo come Beckett.
-Il "Teatro dell'Assurdo", termine indica un tipo di dramma che esprime "l'angoscia metafisica l'assurdità della condizione umana". Nel periodo del dopoguerra vi è una mancanza di punti di riferimento del passato, e l'esistenza non è in armonia. Questo tipo di teatro è diverso perché non c'è una costruzione logica delle idee razionali. Un'altra caratteristica importante di questo teatro è incapacità di comunicare con gli altri uomini è.

-Beckett è nato nel 1906 nei pressi di Dublino. Si è laureato a Dublino nel 1928. Ha lavorato a Parigi (presso l'Ecole Normale Superieure), qui è venuto in contatto con le avanguardie, intellettuali e artisti del 1930, soprattutto con Joyce. Si è unito alla Resistenza francese durante la Seconda Guerra Mondiale. Durante questi anni ha scritto un romanzo autobiografico parte chiamata Watt. E Trilogy Molloy, Mallone Dies. Voleva esplorare e descrivere la condizione umana. Divenne famoso con il primo e il gioco è attendant Godot. (Aspettando Godot - 1953). Più tardi ottiene un Premio Nobel per la letteratura.

I giochi
Beckett ha scritto per il teatro da oltre venti anni che introducono il Teatro dell'Assurdo.Tutte le sue opere che fare con l'incapacità di comunicare e la solitudine e l'impotenza umana e negazione.

Aspettando Godot
È stata eseguita a Parigi nel 1953 e questo gioco interrotto tutte le convenzioni del teatro tradizionale, perché non c'era nessun complotto, non è successo niente. L'ambiente era un deserto e c'era solo oggetto: un albero spoglio, e il signor Godot il cui arrivo sembrava essere la dissoluzione, non arrivò mai. Questo gioco è diventato un grande successo e fu tradotto in molte lingue straniere e preformato in tutto il mondo.
1 caratteristica del teatro di Beckett
Nel teatro di Beckett si può vedere un mondo statico in cui le cose non cambiano, ma finirono in un cerchio senza fine. Ciò è sottolineato dal condizione fisica (disabili o moribondi) e anche dall'assenza di trama e struttura circolare. I personaggi sembrano imprigionati in un unico luogo.
-Il gioco è diviso in due atti ed è circa due trionfi francesi, Vladimiro ed Estragone che passano il loro tempo di attesa per Godot. Vediamo allora in piedi sul ciglio di una strada in un paesaggio nudo con un albero. Stanno parlando del presunto appuntamento con Godot, che rappresenta la loro unica speranza di sfuggire dalla loro situazione miserabile. Non hanno idee sul giorno è. Passano il tempo speculando sul risorto della loro condizione, ma anche pensare di uccidersi la conversazione diventa spesso frammentate. I personaggi diventano assorti nei loro pensieri e ricordi. Questa monotonia è interrotta dalla comparsa di un'altra coppia di personaggi: Pozzo e Lucky.Più tardi un ragazzo viene visualizzata con un messaggio di Godot dire che Godot arriverà il giorno successivo.
-Il secondo atto si svolgono il giorno successivo e ripete la struttura del primo. Pozzo ormai cieco non ricorda nulla del giorno precedente. Il ragazzo torna con un altro messaggio di Godot dicendo che arriverà il giorno dopo. Alla fine del gioco i due protagonisti in considerazione l'idea di uccidere se stessi, e cercare di suicidarsi, ma non riescono, per motivi comici. Anche se l'effetto è comico, il suo significato è tragica.
-Ciò significava che per Beckett le stesse idee e gli eventi sono allo stesso tempo tragico e comico. Infine, i protagonisti decidono di andarsene, ma restano in piedi dove sono in attesa di Godot.

Endless ripetizione: le Caratteristiche dell'opera rispetto a Quella Tradizionale
(Gli unici fatti che il pubblico può notare sono le sofferenze dei vagabondi, i loro tentativi di oltre il tempo, la loro attesa di Godot, il loro desiderio di una parte, la comparsa di Pozzo e Lucky, e il ragazzo annunciando che il signor Godot non sarà venuto quella sera, ma il prossimo).
In questo gioco non succede nulla, vi è la mancanza di eventi e la struttura è circolare e negative, mentre un gioco tradizionale ha un introduzione, lo sviluppo, una soluzione del problema e una conclusione. Qui l'impostazione e il tempo sono sempre le stesse. La struttura del secondo atto è simmetrica alla prima: c'è una ripetizione delle cose visto e sentito nel primo. Nel gioco c'è un senso di ripetizione senza fine e la gente ha la sensazione che gli eventi accadrà molte volte ancora. I personaggi non hanno memoria nel primo atto, ma nel secondo né Pozzo né il fattorino possa ricordare. Questi causa un effetto disorientante per Vladimir, Estragon e il pubblico.


Tempo
In giochi tradizionali, vi è uno sviluppo cronologico degli eventi, mentre nelle opere di Beckett si ha l'impressione di immobilità, perché non c'è passato o futuro, ma solo una serie di ripetizioni. Tutte queste opere sono senza tempo, ma i personaggi sono ossessionati dal problema del tempo e cercano di riempire con dialoghi uno in attesa di qualcuno.

Personaggi
-Una caratteristica delle opere di Beckett è che tutto è ridotto all'essenziale, in modo che i personaggi non sono persone chiaramente definiti. Non hanno personalità e privo di memoria e così dipendenza dall'altro di abbattere che esistono. La relazione tra Vladimir e Estragon non dà l'idea di a persone che comunicano tra loro o espresso le proprie idee o opinioni. Questi personaggi giocano un gioco elaborato linguaggio.
Godot è molto enigmatico. Alcuni critici pensano che Godot potrebbe fare riferimento alla assenza di Dio nel mondo moderno, ma Beckett stesso non era d'accordo con questa interpretazione Godot può essere considerato una mancanza centrale attorno al quale i personaggi organizzano la loro attività. L'arrivo di Godot (desiderato e temuto) potrebbe essere la fine della commedia assurda tragica esistenza per Vladimir e Estragon, ma senza l'arrivo non sono in grado di lasciare il palco.
-Secondo Martin Esslin ciò che dà senso al gioco è la stessa attesa. L'attesa è un aspetto essenziale della condizione umana in modo Godot rappresenta l'obiettivo della nostra attesa: un evento, una cosa, una persona, la morte!

Temi
Il messaggio del gioco è: non c'è senso nella vita, non abbiamo scopo, e viviamo in un universo assurdo e indifferente. Questa idea è vicino alla filosofia dell'esistenzialismo francese. La solitudine e isolamento dell'uomo e l'incapacità di comunicare nel gioco sono simboli della condizione umana. Le persone sono intrappolati e destinati alla solitudine e alla mancanza di comunicazione.

La disintegrazione del linguaggio
Il linguaggio nelle commedie di Beckett è costituito da stereotipi linguistici che rappresentano la vacuità di pronti frasi fatte. Le parole prodotte dai personaggi di distanza sono solo per riempire giorni e notti in modo che i dialoghi diventano più frammentato e spezzato in grammatica e significato. Beckett sottolinea l'inadeguatezza delle parole con l'uso del mimo, il silenzio e il circo come gag.

Hai bisogno di aiuto in Fino al 1700?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email