Genius 24937 punti

Misure di lunghezza

Consideriamo i banchi di scuola: se dobbiamo disporli in un’aula, ci può interessare sapere quanto sono lunghi (o larghi); oppure, se dobbiamo lavorarci sopra, ci interessa conoscere la superficie del piano d’appoggio; oppure ancora, ci può interessare il loro volume, se dobbiamo caricarli su un camion per effettuare un trasloco. La grandezza fisica su cui si basa la misura di queste proprietà è la distanza tra due punti, cioè la lunghezza, una delle grandezze fondamentali del Si,la cui unità di misura è il metro (simbolo m).
Non sempre il metro è l’unità di misura più adatta per la misura di una lunghezza, poiché la misura potrebbe risultare troppo grande o troppo piccola. È il caso della distanza tra due città, che può essere, per esempio, 175 800 m, o della lunghezza di un francobollo, che può essere, per esempio, 0,015 m. Per evitare di scrivere

numeri troppo lunghi, si usano i multipli e i sottomultipli decimali del metro, che sono, rispettivamente, unità di misura maggiori e minori del metro.
Un multiplo è il kilometro (simbolo km): 1 km = l000m.
Sottomultipli di uso comune del metro sono il centimetro (simbolo cm): 1 cm = 0,01 m e il millimetro (simbolo mm): 1 mm = 0,001 m.
Quindi, caso per caso, va scelto il multiplo o il sottomultiplo più adeguato .Conviene pertanto esprimere la distanza tra le città in kilometri (nell’esempio visto in precedenza, risulta 175,800 km invece di 175 800 m), mentre è più opportuno esprimere la lunghezza di un francobollo in millimetri (nell’esempio visto in precedenza, risulta 15 mm invece di 0,015 m).
Hai bisogno di aiuto in Concetti generali di fisica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email