La gravitazione universale

Questa forza dipende da quanto grandi sono le masse di ciascun corpo e da quanto essi sono distanti. La legge di gravitazione universale, formulata da Newton, afferma che:
la forza di attrazione gravitazionale che si esercita tra due corpi di massa m1 e m2 è:
- direttamente proporzionale a ciascuna massa;
- inversamente proporzionale al quadrato della loro distanza r.

La formula di questa forza è F = G \frac{m_1 m_2}{r^2}\
dove F è la forza di attrazione gravitazionale (N), G è la costante di proporzionalità, m1 è la massa del primo corpo (kg), m2 è la distanza del seocndo corpo e r^2 è la distanza al quadrato.
La costante G, detta costante di gravitazione universale vale 6,67 × 10^−11 N m² / kg². La gravitazione universale è una forza che agisce tra due masse qualsiasi e dice che esse si attirano. Questa è una forza che non vediamo agire perché dipende da G che è molto piccola.

La legge di Coulomb

Consideriamo due oggetti così piccoli da poter essere considerati puntiformi. Indichiamo con Q1 (q) e con Q2 (Q) le cariche elettriche che si trovano su di essi. La legge di Coulomb stabilisce che:
il valore della forza elettrica tra due oggetti carichi è:
- direttamente proporzionale a ciascuna carica;
- inversamente proporzionale al quadrato della loro distanza.
La formula di questa forza è F = k \frac{q Q}{r^2}\
dove F è la forza di Coulomb (N), k è la costante di proporzionalità, q è la prima carica (C), Q è la seconda carica, r^2 è la distanza al quadrato.
Se le cariche sono nel vuoto, la costante k vale 8,99 × 10^9 N m² / C².
Questa è una forza che agisce a distanza; è direttamente proporzionale al prodotto delle due cariche e inversamente proporzionale al quadrato della distanza. La costante k cambia valore rispetto al luogo in cui si trovano le due cariche.
Hai bisogno di aiuto in Concetti generali di fisica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email