Come usare la lettura veloce per preparare gli esami universitari

Paolo.Ferrara
Di Paolo.Ferrara
lettura veloce

È tempo di preparare gli ultimi esami della sessione invernale e molti studenti universitari pensano che non ci sia più tempo per prepararsi al meglio. Una possibile soluzione per risparmiare interi pomeriggi di studio e arrivare preparati e in tempo il giorno dell’esame è la metodologia di lettura e apprendimento veloce. Il metodo non solo permettere di gestire in modo efficace l’apprendimento, guida lo sviluppo delle competenze mentali (pensiero critico, memorizzazione, concentrazione, analisi e sintesi).
Se sei curioso di come funziona la lettura veloce, questo articolo fa proprio per te.

Guarda anche

Lettura veloce: come funziona il metodo


  • Ampliare il campo visivo
  • Ampliare il campo visivo, cercando di comprendere più parole possibile in un solo colpo d'occhio, è molto utile per leggere più velocemente.
    Per allenarsi, una tecnica è quella del “rombo di parole”: ritaglia una specie di stencil a forma di rombo e posizionalo sulla pagina del libro. Mantieni lo sguardo fisso al centro del rombo e cerca di leggere ogni riga contenuta nel rombo.
    Ripeti l’esercizio ogni giorno: il tuo campo visivo aumenterà e la tua velocità di lettura crescerà notevolmente.

  • Riconoscere le parole
  • Impara la tecnica del riconoscimento visivo delle parole: inizia esercitandoti a scegliere una parola semplice che si ripete spesso in un testo. Prova a riconoscerla nelle pagine con un solo colpo d'occhio. Più ne imparerai a riconoscere, più riuscirai a capire il significato di intere pagine solo guardandole.

  • Il puntatore
  • Due presidenti degli Stati Uniti (Kennedy e Roosevelt) per leggere velocemente la mole di documenti giornalieri erano soliti utilizzare il dito per leggere velocemente. Può sembrare una cosa sciocca ma non lo è. Questa semplicissima tecnica si chiama del “puntatore” e consiste nel leggere con il dito, che fa appunto da puntatore, come ai tempi delle elementari. Quello che devi fare, però, è spostare il dito sulla parola successiva un attimo prima che gli occhi abbiano finito di leggere la parola precedente. Con questo metodo gli occhi hanno qualcosa da inseguire e soprattutto sono costretti a non tornare indietro.
    La comprensione, inoltre, aumenta perché la lettura risulta essere attiva e impegnativa.
    Da un punto di vista fisiologico, bisogna tener conto delle due fasi di lettura: saccade (movimento da un punto all’altro sul testo) e fissazione (movimento in cui gli occhi sono fermi e vi è la percezione concreta delle persone). Con la tecnica del puntatore gli occhi inseguono il dito aumentando la loro velocità.

  • Fissare ciò che hai immagazzinato
  • La prima impressione sarà di non aver immagazzinato nulla di ciò che c’è scritto nel testo, ma prova ugualmente a ripetere ad alta voce ciò che hai memorizzato. Ti renderai conto che la tua mente ha invece incamerato le nozioni fondamentali. A poco a poco così cambierai metodo di lettura e riuscirai a capire il senso generale della pagina senza leggere parola per parola.
    Per verificare se stai effettivamente leggendo più velocemente con efficacia, cronometra il numero di parole al minuto (il PAM) che riesci a leggere e il coefficiente di ritenzione (CR), ovvero quanto realmente ricordi di ciò che hai letto.

    Differenze tra lettura normale e lettura veloce

    L’unità di misura della velocità di lettura, come detto, è il PAM (Parola Al Minuto) e secondo delle statistiche, uno studente universitario italiano riesce a leggere un libro normale a circa 220 PAM. Dai 300 PAM in su si parla di lettura veloce. Ovviamente la velocità varia anche in base all’argomento che si sta trattando: un romanzo rosa si può leggere più velocemente di un libro di medicina. Con le tecniche di lettura veloce, inoltre, è possibile aumentare la tua velocità di lettura non solo di un quarto, ma anche di 3 o 4 volte. Per calcolare la tua velocità di lettura in Parole Al Minuto basta leggere per due minuti le pagine di un libro, contare il numero di parole di una riga e moltiplicarle per le righe lette.
    Skuola | TV
    Non perdere la prossima puntata

    Curioso di conoscere il prossimo ospite? Continua a seguirci e rimani aggiornato con le nostre news!

    24 febbraio 2020 ore 15:30

    Segui la diretta