Come superare l'esame di Linguistica generale

Giulia.Onofri
Di Giulia.Onofri
Come superare esame di Linguistica generale

La maggior parte degli studenti iscritti a qualsiasi corso di laurea all’interno della facoltà di Lettere probabilmente avranno a che fare con almeno una prova di Linguistica da sostenere.
L’esame di Linguistica generale rappresenta una prova di base all’interno della materia in quanto offre una conoscenza complessiva sugli elementi e sulle nozioni generali che formano i vari ambiti in cui si divide.

Poiché è una disciplina prettamente universitaria e quindi totalmente nuova rispetto a quelle ‘canoniche’ affrontate a scuola, la maggior parte degli argomenti risultano totalmente estranei per gli studenti che in genere, proprio all'università, per la prima volta scoprono ad esempio la distinzione fra fono e fonema o grafo e grafema.
Per molti, soprattutto non frequentanti, la complessità della materia aumenta proprio in relazione alla sua assoluta novità, fattore questo che rappresenta uno dei maggiori scogli iniziali.
In effetti, il primo impatto con la fonetica e con la fonologia è sempre fonte di preoccupazione e di incertezza, anche se in realtà, se si capiscono i meccanismi che ne sono alla base, la linguistica apparirà non solo sempre più semplice, ma anche affascinante.


I settori di studio della Linguistica generale: come affrontarli

Sotto la definizione di linguistica generale si raccolgono diverse aree di studio, ognuna incentrata sull'analisi di un aspetto particolare della lingua.
Ogni settore di cui la materia si compone, si fonda quindi su uno determinato campo nella cui orbita rientrano diversi concetti specifici.
In linea generale, la classificazione dei diversi settori della linguistica generale si divide in:
    Classificazione delle lingue del mondo;
    Le lingue e i segni;
    La fonetica;
    La fonologia;
    La morfologia;
    Il lessico;
    La sintassi;
    La semantica;
    La pragmatica;
    La sociolinguistica.
Ognuno di essi racchiude determinati elementi costitutivi che tutti insieme contribuiscono a formare una lingua. L’approccio corretto allo studio della linguistica generale deve essere progressivo e partire quindi dai singoli campi di studio della lingua per poi inserirli in un discorso più ampio e omogeneo, in cui tutti gli elementi trovino la propria collocazione anche attraverso il collegamento con gli altri.
Per questo, di ogni campo linguistico bisogna prima comprenderne i concetti principali che ne sono il fondamento per poi collocarli in una cornice più ampia che abbracci tutta la materia.

Guarda anche:

Studio pratico, non solo teorico: la trascrizione fonetica

Molti professori di linguistica generale ritengono necessario affiancare l’applicazione pratica allo studio teorico sul manuale di riferimento, attraverso la trascrizione fonetica di parole o di frasi. Spesso alcuni predispongono esoneri scritti relativi alla parte fonetica e fonologica in cui, oltre alle definizioni teoriche, viene richiesta anche la trascrizione fonetica. Ma di cosa si tratta? La definizione è molto semplice in quanto è la riproduzione su carta dei foni, cioè i suoni, propri delle varie lingue del mondo. Per farlo però è necessario conoscere l’Alfabeto fonetico internazionale (IPA, International Phonetic Alphabet) i cui segni grafici devono necessariamente essere inseriti all’interno di parentesi quadre.
Nella trascrizione fonetica è fondamentale segnalare inoltre anche l’accento prima della sillaba tonica, la suddivisione delle sillabe secondo specifici criteri ed infine evidenziare graficamente elementi propri della lingua parlata come il raddoppiamento fono sintattico.
Per riuscire a scrivere correttamente una stringa di parole in trascrizione fonetica, è opportuno esercitarsi più volte pensando a frasi costituite da parole sempre diverse e variegate, in modo da imparare i simboli fonetici relativi a ciascun suono specifico. Una volta acquisite le regole generali, grazie ad un po’ di esercizio la trascrizione fonetica diventerà sempre più automatica e naturale.

Consigli per superare l’esame di linguistica generale

Per superare l’esame di linguistica generale al meglio, dovrai avere quindi una solida preparazione sia sulla parte teorica sia su quella ‘pratica’.
Per la teoria, preparati sui concetti più importanti per ciascun ambito della linguistica (morfologico, lessicale, sintattico e così via), magari arricchendo l’esposizione con esempi pratici. L’importante è non studiare a memoria la materia ma capirla, riuscendo anche a comprenderne i concetti teorici, contestualizzandoli anche attraverso riferimenti concreti alle strutture e all'uso effettivo della lingua.
Per completare la parte relativa alla fonologia e alla fonetica, esercitati con la trascrizione fonetica in modo da essere preparato ad ogni eventuale domanda il giorno dell’esame. Se il professore poi non ti chiederà direttamente un esempio di trascrizione fonetica, potrai sempre proporlo tu ottenendo punti aggiuntivi che alzeranno il voto finale dell’esame.
Potrebbe Interessarti
×
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Curioso di conoscere il prossimo ospite? Continua a seguirci

12 dicembre 2019 ore 15:30

Segui la diretta