Come superare l’esame di Fondamenti di Informatica

Giulia.Onofri
Di Giulia.Onofri
come preparare esame informatica


L’esame di Fondamenti di Informatica è obbligatorio in molte facoltà universitarie, non solo di indirizzo scientifico! Questo esame infatti è solitamente previsto in forma obbligatoria anche nel piano di studi delle facoltà umanistiche in quanto, insieme alla conoscenza della lingua inglese, rappresenta una delle prove di idoneità comunemente richieste dalla maggior parte dei corsi di studio.

Di solito se si tratta di idoneità, il programma di studio relativo è rappresentato soltanto dal primo modulo mentre se è un esame vero e proprio si compone di due moduli, il secondo molto più approfondito del primo. E allora, ecco alcuni consigli utili su come superare l'esame di Fondamenti di Informatica.

Guarda anche:

Argomenti di studio dell’esame di Fondamenti di Informatica

Il programma relativo all'esame di Fondamenti di Informatica, come suggerisce la denominazione stessa, è ovviamente rivolto allo studio delle basi della materia sia dal punto di vista della struttura, teorica e fisica, di un computer sia dal punto di vista di programmi e linguaggi di programmazione attraverso cui funziona la macchina.
Per questo, in linea generale, alcuni degli argomenti del programma di questo insegnamento solitamente comprendono:
    • Nozione di algoritmo;
    • La macchina di Von Neumann;
    • Caratteristiche dei linguaggi;
    • Architettura della macchina;
    • Hardware e software;
    • Calcolo binario;
    • Linguaggio Java;
    • Package e Package di I/O;
    • Linguaggi context free;
    • Proprietà dei linguaggi CS;
    • Algoritmo CYK.
Considerata la natura pratica dell’insegnamento, solitamente il corso è strutturato in lezioni frontali a cui si aggiungono lezioni in laboratorio informatico. Anche l’esame dunque, probabilmente si compone di una parte orale sulle nozioni teoriche apprese e di una pratica sull’uso del computer, i calcoli binari e algoritmi e infine capacità di saper usare linguaggi di programmazione.

Le conoscenze pregresse utili

Per prima cosa, è utile chiedere al docente se sono necessarie alcune conoscenze di base per poter comprendere gli argomenti affrontati dal’insegnamento. Anche gli esami di base infatti per essere affrontati brillantemente possono richiedere comunque precedenti conoscenze. Nelle facoltà scientifiche ad esempio spesso si consiglia di sostenere prima l’esame di matematica per apprendere nozioni di insiemistica, necessarie per poter capire i linguaggi di programmazione.


Sostenere l’esonero (se previsto)

Poiché generalmente l’esame si articola in una parte orale e teorica e una parte scritta e quindi pratica è facile che il docente predisponga un esonero su una delle due sezioni in cui si articola complessivamente il programma in modo da snellire l’esame finale.
L’esonero è sempre un’importante occasione in quanto, previsto sempre prima dell’inizio delle sessioni vere e proprie, rappresenta una possibilità per ogni studente per alleggerire il carico di studi negli appelli ordinari. Per questo, se si studia con frequenza e regolarità durante il corso e si è frequentanti, è sempre consigliabile provare a farlo, considerato anche il fatto che qualora il voto non sia di gradimento, anche negli scritti si può sempre rifiutare.

Esercitazione sulle vecchie tracce d’esame

Per familiarizzare con gli esercizi previsti nel programma di esame, soprattutto nelle facoltà prettamente scientifiche, cosa c’è di meglio che recuperare le tracce di esame degli appelli e delle sessioni precedenti?
Spesso infatti sono proprio i docenti a lasciare a disposizione degli studenti le vecchie tracce in modo da permettere loro di esercitarsi. In tal caso il vantaggio sarà duplice: se da una parte gli studenti potranno cimentarsi con ‘simulazioni’ di ciò che saranno chiamati ad affrontare in sede ufficiale di esame o di esonero, dall’altra potranno intuire quali sono gli argomenti su cui il docente si sofferma maggiormente e concentrarsi per lo più su quelli.
In generale, la regola d’oro da non dimenticare mai per sostenere questo esame è quella di scrivere sempre prima l’algoritmo per esteso e solo successivamente trasformarlo in codice.

Confrontarsi con qualche compagno di corso

Poiché si tratta di una materia non molto discorsiva e per lo più pratica e logica, confrontarsi con un compagno di corso fidato prima di sostenere l’esame potrebbe sicuramente aiutare a chiarire meglio alcuni passaggi logici e matematici. È importante infatti capire ogni singola operazione che si effettua per essere in grado di risolvere ogni problema proposto.
Potrebbe Interessarti
×
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Curioso di conoscere il prossimo ospite? Continua a seguirci

9 dicembre 2019 ore 16:00

Segui la diretta