Test Medicina 2017: le regole per il corretto svolgimento

redazione
Di redazione

Test ingresso Medicina: ecco come si svolgerà

A meno di 24 ore dal test d’ingresso Medicina e Odontoiatria 2017 l’ansia per gli aspiranti medici è ormai alle stelle. Come ogni anno, in molti tenteranno di entrare in quella che è la facoltà sicuramente più ambita ma pochi riusciranno a farcela: solo 1 candidato su 7 avrà la possibilità di intraprendere il lungo e duro percorso per diventare medico. Se anche tu sei un aspirante camice bianco ma non hai ben chiare le modalità della prova di domani, noi di Skuola.net ti riportiamo la guida messa a punta dall’UDU, Unione degli Universitari, per essere sicuri che tutto si svolga secondo regolamento.

Prima di iniziare la prova

Il Presidente della Commissione d’esame o il responsabile dell’aula in cui sei stato assegnato, sorteggerà quattro studenti che dovranno verificare l’integrità delle scatole che contengono i plichi. Questi ultimi poi, verranno distribuiti e se noti irregolarità, ti conviene segnalarle immediatamente. Nel plico devono esserci: una scheda anagrafica, i tanto temuti quesiti con il codice identificativo del plico, il modulo risposte e un foglio in cui sono indicati il codice identificativo del plico, l’indicazione dell’Ateneo e del corso di laurea a cui si riferisce la prova.

La prova

Durante lo svolgimento della prova, dovrai rispondere a 60 domande nell’arco di 100 minuti, ricorda che potrai usare solamente una penna nera e sono vietati in aula smartphone, smartwatch così come appunti e manuali.
Nel modulo delle risposte, in corrispondenza di ciascun quesito troverai, oltre alle caselle relative alle opzioni contenute nella domande, anche un cerchietto che dovrai barrare se non vuoi rispondere alla domanda. In caso di errore, ricorda che puoi correggere solamente una volta. Potrai inoltre abbandonare la tua postazione solo 30 minuti prima della prova.

Cosa fare dopo

Scaduto il tempo, verrai chiamato a scegliere una coppia di etichette, da apporre una sul modulo risposte e l’altra sulla scheda anagrafica.
Dovrai poi sottoscrivere la scheda anagrafica verificando la corrispondenza dei dati riportati. Una volta terminate queste operazioni, dovrai inserire la scheda anagrafica e il modulo risposte negli appositi contenitori sigillati.

Quando si può fare ricorso?

Se noterai qualcosa di ‘strano’ conviene segnalarlo subito. Potrai fare ricorso, e per prima cosa dovrai chiedere l’accesso agli atti e impugnare il bando, il tutto entro 60 giorni dalla pubblicazione della graduatoria.
Commenti
Consigliato per te
Entrare a Medicina: il segreto di chi ce l'ha fatta
Skuola | TV
Non perdere il prossimo appuntamento!

Anzichè di mercoledì, andremo in onda il venerdì. Sei curioso di sapere di cosa parleremo? Segui il nostro sito e lo scoprirai!

1 dicembre 2017 ore 16:30

Segui la diretta