Test di Medicina 2020, presunte irregolarità negli atenei: segnalazioni in tutta Italia

Lucilla Tomassi
Di Lucilla Tomassi
test medicina 2020

Il test di medicina 2020 si è svolto ieri, giovedì 3 settembre 2020, e a poche ore dalla sua conclusione ancora non smette di far parlare di sé. Domande troppo troppo difficili per 1 studente su 2, come riportato dal nostro sondaggio condotto proprio nella giornata di ieri sui ragazzi reduci dalla prova, e non solo. Infatti sembrerebbero esserci state delle irregolarità in più di una delle sedi del test di medicina, a denunciarlo è Consulcesi, network legale, che tramite le segnalazioni degli utenti ha ricostruito la mattinata delle aspiranti matricole di medicina.
Scopriamo cos’è successo.



Irregolarità al test di medicina 2020?

Ovviamente non si può avere la certezza di quanto affermato nel comunicato stampa dello studio legale Consulcesi, tuttavia è stato proprio il network legale a inviare decine di consulenti nelle università nelle quali si è svolto il test per raccogliere in presa diretta, una volta finita la prova, le prime testimonianze. Ed effettivamente alcuni studenti hanno lamentato delle anomalie e quelle che secondo il loro parere sono delle effettive irregolarità all’interno dello svolgimento del test d’ingresso di medicina. A Milano plichi aperti e sorteggi sospetti. A Napoli risposte modificate durante la consegna del compito e a tempo scaduto, e persino smartphone in aula.

Test medicina 2020: la denuncia delle aspiranti matricole

Ma cosa sarebbe successo di specifico al test di medicina 2020? Ebbene, secondo alcune testimonianze, il caso più eclatante si sarebbe verificato alla Statale di Milano, dove un ragazzo ha notato la presenza di plichi già aperti e di un sorteggio sospetto tra gli studenti per andare a recuperare i nuovi test. La commissione avrebbe annunciato prima del sorteggio un nome di una candidata e poi sarebbe stato sorteggiato proprio quel nome. Inoltre, sempre lo stesso ragazzo ha raccontato che il tempo di recupero dei nuovi plichi è stato di oltre venti minuti. Invece sembrerebbe che alla Federico II di Napoli siano state segnalate risposte modificate durante la consegna del compito ed a tempo scaduto. Infine immancabili sono le accuse di cellulari in aula utilizzati durante il test.
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Curioso di conoscere il prossimo ospite? Continua a seguirci e lo scoprirai!

29 ottobre 2020 ore 16:15

Segui la diretta