Ominide 45 punti

Guerra di successione polacca

Questa guerra va dal 1733 al 1738.
La Polonia, in quanto stato importante per la posizione, è alleata con la Svezia, una potenza navale da Gustavo Adolfo in poi.
Nel 1733 muore il Re di Polonia Federico Augusto II, all’inizio eletto per poi essere cacciato da Stanislao che prende il suo posto di re e per fare ciò è stato aiutato dalla Svezia con la promessa di non fare concorrenza per l’egemonia sul mar Baltico, ma questa viene battuta dalla Russia e Stanislao viene cacciato, quindi al suo posto ritorna Federico Augusto II.
Dopo la morte del re, ci sono due candidati al trono: Stanislao (sostenuto da Svezia, Francia e Spagna) e Federico Augusto, figlio del re e uno degli 8 principi elettori (sostenuto da Germania e Russia)
Scoppia una guerra per il trono perché i due candidati si accusano a vicenda della corruzione dei principi elettori, ma la vittoria va ad Augusto III.

Stanislao viene quindi battuto, ma non in maniera schiacciante e definitiva, quindi gli viene data la Lorena che verrà assegnata alla Francia solo alla sua morte, per ora resta nelle mani della Germania. Solo che la Lorena, territorio tedesco al confine con la Francia, era già governata dal duca Francesco Stefano, quindi in cambio di questa gli viene affidato il Granducato di Toscana siccome l’ultimo dei Medici è morto e questo scambio viene fatto passare come una promozione.

Guerra di successione austriaca

Questa guerra va dal 1740 al 1748. Carlo VI Asburgo sale al trono nel 1711 perché scavalca le figlie più grandi di suo fratello Giuseppe per via della legge salica, quindi, avendo in mente ciò, ha paura che la dinastia degli Asburgo possa cessare se in famiglia avesse avuto solo figlie femmine. Quindi, già prima ancora di avere una famiglia e dei figli, fa sottoscrivere la Prammatica Sanzione (1713) ai principi elettori e agli altri stati e questi decidono di firmare perché tanto pensano che si tratti solo di una sua fissa, magari si ritroverà con anche 10 figli maschi.
A Carlo nasce un maschietto, ma muore quasi subito dopo, nel 1717 invece gli nasce una femmina, ma dopo questa non ha più figli. Quindi, nel 1740 alla morte di Carlo VI, il principato d’Austria, con la Prammatica Sanzione, spetta a sua figlia Maria Teresa che si sarebbe potuta così candidare come imperatrice.
Coloro che avevano inizialmente firmato la Prammatica Sanzione si rifiutano, negando la validità di quel documento, e al posto della figlia vogliono il cugino di questa, Carlo Vll di Baviera,. Scoppia così la guerra per il trono.

Dalla parte di Maria Teresa abbiamo Austria, Olanda e Inghilterra e con Carlo Prussia, Francia e Spagna.
La Francia e l’Inghilterra non hanno nessun interesse di combattere questa guerra di successione, sono solo interessate alla loro guerra privata che riguarda il dominio dei mari, quindi si approfittano solo di partecipare per combattere tra di loro in schieramenti opposti.
La Prussia partecipa anche lei non per interesse a questa guerra, ma per via della Slesia, territorio austriaco ricco di minerali.
Nel 1748 ha la meglio Maria Teresa e quindi ora può candidarsi come imperatrice siccome il titolo di principessa d’Austria risulta ora valido, però non riceve indietro la Slesia dalla Prussia, motivo per il quale scoppia la guerra dei 7 anni.
Per quanto riguarda la guerra tra Inghilterra e Francia non abbiamo nessun vincitore.

Guerra dei 7 anni

Mossa da Maria Teresa contro la Prussia per riavere indietro la Slesia, che doveva tornare all’impero degli Asburgo siccome avevano vinto la guerra prima.
Continua anche qui la guerra tra Francia e Inghilterra, ma questa volta invertono schieramenti, infatti con la Prussia avremo l’Inghilterra e Olanda e con Maria Teresa la Francia e questa volta ci sarà un vincitore che sarà l’Inghilterra.
Per quanto riguarda Maria Teresa viene sconfitta nel 1763, quindi la Slesia rimane alla Prussia.

Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email