Ominide 1172 punti

La Shoah


E' il crimine massimo compiuto dall'uomo. E' un processo tecnologico-industriale di eliminazione di un'intera etnia, comunità, a livello mondiale. Il genocidio è eliminazione di maschi e femmine di qualsiasi età, della cultura, della religione, delle tradizioni, delle memorie di un intero popolo. Eliminare ogni traccia o presenza di questo popolo sulla terra attraverso processi precisi: pianificazione, processo che parte dalla negazione, sottrazione e persecuzione dei diritti del popolo (trasformazione del gruppo vittima dallo status di cittadini a quello di sudditi, che non hanno diritti ma solo doveri).
Concluso questo processo si sottraggono tutti i beni e le proprietà, si escludono dalla vita economica, politica e comunitaria questi individui e infine si giunge alla sottrazione delle vite, che avviene attraverso un sistema industriale preciso (individuazione, arresto, trasferimento verso le industrie della morte, eliminazione fisica della vittima e scomposizione del cadavere).
L'efficacia della Shoah è stata eccellente, poiché in meno di quattro anni 1/3 degli ebrei d'Europa sono stati eliminati in una condizione bellica molto complessa (secondo alcuni storici il genocidio ucraino compiuto da Stalin ha ispirato Hitler). Dopo la Shoah ci sono stati altri esempi che hanno dimostrato come la storia non ha insegnato nulla, come l'autogenocidio in Cambogia, il minigenocidio in Bosnia… ma la Shoah rappresenta, fortunatamente un modello mai eguagliato.
1. Vengono eliminati tutti i diritti, iniziati con le leggi di Norimberga, nel quale gli ebrei vengono esclusi dalla vita pubblica
2. Poi vengono pensati progetti di espulsione, prima dell'eliminazione fisica, verso il Madagascar o la Siberia, destinazioni a tendenza genocidaria
3. Occupazione della Polonia (1939): gli ebrei, nonostante non abbiamo più diritti, vivono comunque ancora nel paese. Con l'occupazione della Polonia da parte dei nazisti si introducono i ghetti e una politica genocidaria non programmata (sottoscritta da Heydrich, generale delle SS, il nazista e ariano perfetto). E' un luogo di morte lenta dove radunare gli ebrei polacchi mettendoli in condizione di non essere autosufficienti, sempre più tragica
4. Attacco all'Unione Sovietica (22 giugno 1941): il problema diventa difficile da gestire dal punto di vista numerico
5. La brutalizzazione del conflitto scatena una violenza diffusa tra le fila dell'esercito tedesco
6. Vengono costituiti 4 Eisatzgruppen (agosto-ottobre 1941 fino al 1944), militari tedeschi selezionati senza compiti di prima linea che devono eliminare gli ebrei lasciati alle spalle dall'avanzata tedesca (in Lituania e Ucraina: 2 milioni di ebrei uccisi)
7. Si ipotizza qualcosa di alternativo a questo sistema molto costoso: si immagina la creazione di una grande città ebraica, un vero e proprio grande ghetto verso est, vicino a Lublino, per poi effettivamente istituirla a Majdanek (non ancora un campo di annientamento, ma un centro di raccolta) dal 1943
8. Si mantiene alta la mobilitazione antisemita in Germania, mentre comincia la deportazione degli ebrei tedeschi verso est, che fa parte di un processo che ha come unico scopo quello delle camere a gas.
9. Vengono fatti i primi esperimenti con il Zyklon B ad Auschwitz, una prigione austroungarica vicino a Cracovia, il 3 settembre 1941. Diventa un complesso gigante dopo la costruzione di diversi settori, quelli di lavoro e quelli di sterminio
10. L'8 dicembre del 1941 a Chelmno vengono allestite, dagli ufficiali in comando di questo piccolo campo di raccolta, un parco auto in cui vengono caricati gli ebrei su mezzi chiusi ermeticamente, per poi essere uccisi dai gas presenti nei tubi di scarico (primo atto di genocidio organizzato).
11. Pochi giorni dopo l'ingresso degli USA in guerra, dopo un colloquio con Hitler, Himmler scrive che "la questione ebraica, come quella partigiana, va eliminata/annientata"
12. Il 20 gennaio del 1942 avviene la pianificazione effettiva dello sterminio, nella conferenza di Wansee. Si riuniscono i principali generali degli stati tedeschi, che programmano l'eliminazione di tutti gli ebrei d'Europa inviandoli in appositi campi di sterminio, dove vengono uccisi con il Zyklon B. Verranno inviati lì con appositi treni, organizzati da Eichmann
13. Inizia la soluzione finale della questione ebraica: Heydrich comanda la RSHA, i trasporti, gli aspetti economici e i rapporti con le altre autorità sono coordinati da Eichmann. Viene ancora discusso il futuro dei misti.
14. Nel frattempo, gli Eisatzgruppen affinano la loro azione contro gli ebrei in Polonia, azione radicale, l'Aktion Reinhard che controllavano che nei campi arrivasse un numero tale di ebrei da poter essere uccisi
15. Subibor, Chelmno, Majdanek, Treblinka, Belzec e Auschwitz-Birkenau diventano a tutti gli effetti i sei principali campi di annientamento
16. Vengono organizzate le marce della morte, in cui gli ebrei vengono mandati a camminare per chilometri verso i campi di concentramento e verso l'interno del Reich senza alimentazione senza difesa dagli attacchi dei predoni (nel 44-45)

I lager erano suddivisi in:
Gefaengnislager, per i prigionieri di guerra
Stamm- e Oflager, per gli internati militari italiani
Arbeitslager, ovvero i campi di lavoro
Konzentrationslager, ovvero i campi di concentramento
Vernichtungslager, ovvero i campi di sterminio
La maggioranza veniva direttamente mandata nelle camere a gas (i bambini erano i primi ad essere eliminati), una minoranza (uomini forti o donne piacevoli) veniva indirizzata verso le capanne in attesa di un secondo sterminio dopo un minimo di sfruttamento. Alcuni detenuti, denominati Sondernkommando, erano obbligati a collaborare con i nazisti all'interno dei campi, gestendo le uccisioni.
Il calcolo complessivo delle vittime del regime Hitleriano, comprese quelle della Shoah, può variare dai 13 ai 19 milioni di morti.
Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email