Gli ultimi anni dell'800 per l'Europa erano stati caratterizzati dalla crisi economica , invece il 900 si apre con positività grazie all'uscita dalla crisi economica , dalle scoperte scientifiche, progressi della medicina e sviluppi della tecnologia. Dal 1900 al 1914 si estende la Belle èpoque , un'espressione francese che significa "bei tempi". Il 15 aprile del 1900 la nuova era fu salutata con l'Esposizione universale di Parigi. L'Esposizione fu visitata da persone di ogni ceto sociale. Al centro sorgeva il palazzo dell'elettricità, ed era il monumento per eccellenza della II° rivoluzione industriale. Le 3 capitali della Belle époque erano Parigi, Vienna e Londra, caratterizzati da spettacoli e gran balli ( come il valzer). L'ottimismo nel progresso è alla base della II°rivoluzione industriale. Quest'ultima è artefice di perfezionamento e scoperte come l'aeroplano dei fratelli Wright nel 1903, ma la più grande scoperta fu l'automobile. L'automobilista indossava occhialoni e spolverino lungo fino ai piedi per non coprirsi della polvere delle strade visto che a quel tempo non erano ancora asfaltate. Ci fu l'invenzione della radio , inventata dall'italiano Gueglielmo Marconi , che stabilì nel 1903 il primo collegamento telegrafico senza fili tra l'Europa e l'America. Infine fu scoperta la radioattività contenuta nell'uranio da i coniugi Marie e Pierre Curie.

Nel 1905 Albert Einstein enunciò le basi della teoria della relatività , si indagò anche sull'animo umano e Freud fondò una nuova disciplina la psicoanalisi.Però ogni medaglia aveva il proprio rovescio, si iniziarono a fare molti incidenti automobilistici e Marie Curie cominciò ad avere sulle mani tracce di radioattività . Secondo il mito la Belle époque è l'epoca più bella mai vissuta in Europa. Però la vita dei contadini rimase simile a quella di prima , gli operai ebbero una riduzione delle ore di lavoro e in quell'epoca crebbero le iniziative caritatevoli. La Belle èpoque fu bella soltanto per chi aveva denaro. Infatti l'èlite si muoveva da una capitale all'altra , viaggiava sul favoloso Orient-Express. Su questi treni viaggiavano sovrani , principi , banchieri, spostandosi in gruppo e ovunque avevano accoglienze regali. La II° rivoluzione industriale offrì beni di consumo durevoli come il telefono, la bicicletta , la macchina fotografica ,l'automobile e la macchina per cucire. Il pubblico manifestò il desiderio di possederli.
Gli Stati Uniti furono i primi a soddisfare questo desiderio, migliorando le tecniche di distribuzione. Le nuove tecniche di distribuzione e le pubblicità ampliarono la massa dei consumatori. Nel 1909 l'industriale Henry Ford costruì una nuova automobile , chiamata "Modello T" ,le sue caratteristiche non si rivolgevano più all'élite ma alla middle class cioè la classe media. Questa automobile aveva dimensioni molto minori di una macchina di lusso e il suo prezzo era decisamente accessibile. In questi stessi anni l'ingegnere Federick Taylor aveva ideato una nuova organizzazione del lavoro che fu chiamata "taylorismo". Essa faceva si che gli operai si dividessero il lavoro in mini-operazione ancora più semplificate , grazie alle quali la velocità di produzione aumentava, i costi diminuivano e il numero dei pezzi prodotti si moltiplicavano.Nel 1913 Ford adottò questa teoria nella sua fabbrica introducendo una catena di montaggio. Con questo sistema fu in grado di realizzare la produzione in serie. Però i ritmi imposti dal nastro mobile erano massacranti che rendevano gli operai simili a dei robot. Rendendosi conto della fatica ridusse le ore di lavoro e concesse aumenti dei salari. I partiti ottocenteschi erano stati "partiti di notabili" cioè piccoli raggruppamenti di persone influenti presso gli elettori borghesi raccolte intorno ad un unico personaggio che ne tracciava la linea di comportamento.
Nel 900 , invece, si trasformarono in "partiti di massa". Il 1° obbiettivo dei partiti di massa fu quello di premere sui rispettivi governi perché concedessero il suffragio universale maschile . Alla fine dei secolo, in Europa, il diritto di voto esteso a tutti i maggiorenni maschi si estendeva solo in Francia, Germania e Svizzera poi tra il 1890 - 1914 fu conquistato anche in Spagna, Austria, Paesi scandinavi e Italia. I primi del 900 furono il periodo in cui nacque e si sviluppò la cosiddetta "società di massa". Qui le persone entrano in rapporto tra loro con maggiore facilità. In questa società i comportamenti e le mentalità tendono ad uniformarsi ad una serie di modelli imposti dall'alto. L'individuo ha sempre meno peso e il pensiero è sempre più condizionato.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email