Non ci sono banchi a scuola, primo giorno seduti per terra

Giulia.Onofri
Di Giulia.Onofri
Primo giorno di scuola: la foto della scuola elementare di Genova che ha suscitato forti polemiche
Foto da Twitter, profilo di Giovanni Toti

La prima campanella dell’anno in molte Regioni italiane è suonata ieri 14 Settembre e, tra entusiasmo e perplessità, milioni di studenti di tutte le età sono finalmente potuti rientrare nelle aule con i propri compagni, anche se a distanza di sicurezza. Nonostante la volontà di tornare in classe, però, non tutte le scuole si sono dimostrate preparate ad accogliere gli studenti.
A dimostrazione di ciò, una foto che proprio in queste ore sta facendo il giro del web, postata anche dal presidente della Regione Liguria Giovanni Toti sul suo profilo di Twitter , scatenando non poche polemiche, che racconta come si è svolto il primo giorno di scuola in una scuola elementare in provincia di Genova. A riportare la news IlSecoloXIX.

Guarda anche:

Scuole ancora impreparate alla ripartenza: è davvero un “segno di inciviltà”?

La foto che in poche ore si è trovata al centro dell’interesse di politici e semplici cittadini, ritrae una classe elementare priva di banchi monoposto. E così la soluzione temporanea per garantire in ogni caso il necessario distanziamento sociale è stata quella di far sedere per terra i piccoli studenti, utilizzando le sedie come banchi. Questa immagine se per molti rappresenta il simbolo della forza della scuola che non si ferma davanti a nulla ma anzi trova soluzioni agli innumerevoli problemi, per altri è stata motivo di scandalo. A tal proposito, il Presidente della Liguria Giovanni Toti ha avuto una reazione molto dura, tacciandola come un segno di inciviltà nel nostro Paese: “I nostri bambini, le maestre e le famiglie non meritano questo trattamento, soprattutto dopo i sacrifici fatti in questi mesi in cui era anche un dovere morale lavorare per evitare tutto questo. Un’immagine come questa non è degna di un Paese civile come l’Italia”.


La risposta del dirigente scolastico dell’istituto genovese

La risposta del dirigente scolastico Renzo Ronconi alla guida dell’istituto Mazzini nel quartiere Castelletto di Genova non ha tardato ad arrivare. Il preside ha specificato infatti che la foto scattata dalla maestra non aveva alcuna finalità di “denuncia” delle condizioni del primo giorno di scuola, ma era semplicemente un modo per immortalare un momento di gioco e di spensieratezza mentre i bambini disegnavano avendo come base la propria sedia. Il dirigente ha infatti assicurato che i banchi monoposto arriveranno oggi pomeriggio [oggi per chi legge] e saranno resi subito disponibili per i piccoli studenti. Insomma, al dirigente è sembrata una reazione davvero esagerata da parte dell’opinione pubblica, per questo non ha esitato a difendere il personale docente e in generale il lavoro svolto nei mesi estivi per assicurare la ripartenza nel pieno rispetto delle regole anti-Covid.
La foto infatti “ritrae bambini che, durante una attività didattica, stanno disegnando sereni in libertà. Una ingenuità da parte dell’insegnante farla girare, ma è sbagliato e grave strumentalizzarla, strumentalizzando, con essa, soprattutto i bambini”.
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Curioso di sapere chi sarà il prossimo ospite? Non ti resta che continuare a seguirci per scoprirlo!

23 settembre 2020 ore 15:30

Segui la diretta