Studentessa bocciata alla maturità per stress da lockdown. I giudici: "Deve ripetere l'esame"

Andrea Carlino
Di Andrea Carlino
maturità 2020 preparazione studenti

Studentessa bocciata alla Maturità, fa ricorso e lo vince. Fin qui nulla o quasi di strano perché capita ogni anno che qualche ragazzo, non soddisfatto dell’esito dell’Esame di Stato, faccia ricorso e lo vinca. L’aspetto particolare della vicenda che vi stiamo per raccontare riguarda la motivazione che ha spinto la ragazza a far ricorso: lo stress da Covid-19 ignorato dai professori, causa scatenante del suo brutto esame.


Guarda anche:


"Lockdown, periodo più angosciante della mia vita"


La studentessa di 19 anni, iscritta, in un istituto professionale cittadino ad indirizzo industriale e artigianale, come riportato da il ’ Corriere del Veneto’, racconta di aver vissuto, durante il lockdown di marzo-maggio scorso, il periodo “più angosciante” della sua vita. Una quarantena che l’ha prostrata fisicamente e psicologicamente. La ragazza ha avuto anche in passato un rendimento scolastico discontinuo per via di problemi di salute, ma con il Coronavirus la situazione è notevolmente peggiorata.

L’esame di maturità va male


Arriva all’esame di maturità dopo un periodo di clausura forzata con un stress psicofisico sempre più intenso: “Mi sono fatta sopraffare dall’ansia e dalla disperazione – racconta la giovane, sottolineando di aver pensato anche ad un gesto estremo – per fortuna i miei genitori mi hanno salvata”. L’esame va male e la studentessa viene bocciata. Da lì è iniziato un percorso fatto di farmaci antidepressivi e colloqui con specialisti.



Il Consiglio di Stato dà ragione alla studentessa: "Esame orale da ripetere"


I genitori non si danno per vinti e fanno ricorso al Tar. Per il legale, la giovane avrebbe avuto bisogno di un aiuto particolare visto che aveva parlato chiaramente anche con lo psicologo della scuola della sua depressione. La debilitazione l’aveva indotta a non uscire di casa fino al giorno della maturità. Il Tar, in prima istanza, aveva respinto il ricorso, ma il Consiglio di Stato ha dato ragione alla studentessa e adesso potrà sostenere l’esame: "L'istituto scolastico - scrivono i giudici - non ha tenuto in considerazione il bisogno educativo speciale di cui è portatrice l'appellante, peraltro in una situazione di diffusa sofferenza causata dall'emergenza sanitaria che ha esasperato le difficoltà della popolazione scolastica più fragile". Il Consiglio di Stato ha ordinato alla ripetizione della prova orale dell'esame di Stato, previa nomina di una nuova commissione esaminatrice, di cui non potranno far parte i docenti che a giugno ne avevano deliberato la bocciatura. La ragazza vuole mettersi alle spalle il periodo difficile: “Ce la sto mettendo tutta, ho passato l’estate con uno psichiatra, e ancora vado da lui una volta a settimana. Il nuovo lockdown che pare avvicinarsi mi preoccupa un po’, quest’estate non ho fatto delle vere e proprie vacanze, ma mi stavo riabituando a stare con le persone”.
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Continua a seguirci e scopri chi sarà l'ospite della prossima live!

27 gennaio 2021 ore 15:00

Segui la diretta