Istituti professionali, tutti i nuovi indirizzi: guida completa

Giulia.Onofri
Di Giulia.Onofri



Con le riforme attuate nell’anno scolastico 2018/19, gli indirizzi professionali passano da 6 ad 11 a cui corrispondono altrettanti “profili di uscita e risultati di apprendimento declinati in termini di competenze, abilità e conoscenza”.
Ciò che i professionali vogliono essere è un ponte verso il mondo del lavoro, una volta ottenuto il diploma. Proprio per facilitare l’inserimento futuro nelle professioni, durante il percorso di studi vengono assicurate attività pratiche in laboratori e anche attività di alternanza nelle imprese.
I professionali inoltre si configurano come un mezzo per mantenere un costante e necessario dialogo con il territorio nella valorizzazione e nel rispetto di tutte le sue componenti.

Come sono strutturati i nuovi IP: quante ore?

Come di consueto, il ciclo di studi complessivo è organizzato in cinque anni divisi in un iniziale biennio a cui segue il completamento nel triennio.
Il monte delle ore del biennio ammonta a 1.188 ore di istruzione generale a cui si sommano 924 ore di indirizzo (comprensive dell’attività nei laboratori) per un totale di 2.112 ore in tutto.
Nel triennio invece sono previste 462 ore di istruzione generale e 594 ore di indirizzo per un totale complessivo di 1.056 ore.

Quali sono gli 11 indirizzi professionali?

Come abbiamo già ricordato, dal 2018/19 gli indirizzi IP sono passati da 6 ad 11. Vediamo quali sono e tra quali è possibile scegliere:
  • Agricoltura, sviluppo rurale, valorizzazione dei prodotti del territorio e gestione delle risorse forestali e montane;
  • Pesca commerciale e produzioni ittiche;
  • Industria e artigianato per il Made in Italy;
  • Manutenzione e assistenza tecnica;
  • Gestione delle acque e risanamento ambientale;
  • Servizi commerciali;
  • Enogastronomia e ospitalità alberghiera;
  • Servizi culturali e dello spettacolo;
  • Servizi per la sanità e l’assistenza sociale;
  • Arti ausiliarie delle professioni sanitarie: odontotecnico;
  • Arti ausiliarie delle professioni sanitarie: ottico.

IP in Agricoltura, sviluppo rurale, valorizzazione dei prodotti del territorio e gestione delle risorse forestali e montane

Come suggerisce il nome dell’indirizzo, questo tipo di scuola si prefigge di formare figure professionali nell’ambito delle produzioni animali e vegetali; gli studenti impareranno quindi a commercializzare i prodotti agroalimentari e nello stesso tempo a gestire e preservare le risorse territoriali nel pieno rispetto dell’ambiente e dei suoi ecosistemi.
Questo IP si divide in due articolazioni:
  • • Gestione risorse forestali e montane;
  • • Valorizzazione e commercializzazione dei prodotti agricoli del territorio
Le materie che si studieranno nei cinque anni, oltre a quelle base comuni a tutte le scuole superiori come Italiano, Storia, Matematica, Lingua inglese, Fisica e Scienze, saranno anche quelle di indirizzo: tecnologie dell’informazione e della comunicazione, ecologia e pedologia, valorizzazione delle attività produttive e legislazione di settore, economia agraria e dello sviluppo territoriale, agronomia territoriale ed ecosistemi forestali, tecniche di allevamento vegetale e animale, sociologia rurale e storia dell’agricoltura.
Se si vogliono proseguire gli studi ricordiamo che il diploma delle scuole professionali dà accesso a qualsiasi facoltà universitaria e, per ciò che riguarda questo specifico indirizzo, all’Istituto Tecnico Superiore nel settore “Sistema Agroalimentare”.

IP in Pesca commerciale e produzioni ittiche

Questo indirizzo si propone di formare gli studenti nel settore della pesca commerciale, ovvero di tutte quelle attività ricerca e cattura dei prodotti ittici che saranno poi immessi nel commercio all’ingrosso o al dettaglio.
Oltre alle materie generiche di istruzione generale (Storia, Italiano, Matematica, Scienze, Fisica, Lingua inglese) si affiancano dunque anche quelle di indirizzo mirate a classificare e differenziare i vari tipi di pesca commerciale e tutto quello che concerne il sapere delle produzioni ittiche, sempre nel pieno rispetto degli usi locali del territorio e dell’ecosistema marino.
Dopo il diploma è possibile iscriversi o ad un Istituto Tecnico Superiore o all’Università (in particolare agli indirizzi in Biologia marina e in Acquacoltura e igiene delle Produzioni Ittiche)

IP in Industria e artigianato per il Made in Italy

Le competenze che questo professionale offre sono quelle relative alla produzione industriale e artigianale, col fine di raggiungere sempre qualità e innovazione.
Gli studenti impareranno quindi a riconoscere le materie prime e le loro proprietà per poter poi gestire i processi di lavorazione, fabbricazione, assemblaggio e commercializzazione dei prodotti industriali e artigianali.
Per riuscire ad acquisire tali competenze, è possibile scegliere fra due articolazioni:
  • • Produzioni artigianali del territorio (con le opzioni -Arredi e forniture per interni o -Produzioni audiovisive);
  • • Produzioni tessili - sartoriali (con le opzioni -Produzioni artigianali del territorio o -Produzioni tessili-sartoriali).
Per ciò che riguarda le materie, oltre a quelle di istruzione generale (Italiano, Storia, Matematica, Lingua inglese, Scienze, Fisica) sono presenti anche quelle di indirizzo: Tecnologie dell’informazione e della comunicazione, tecnologie applicate ai materiali e ai processi produttivi, tecniche di produzione e di organizzazione, tecniche di gestione-conduzione di macchine e impianti.
Dopo il raggiungimento del diploma, si potrà accedere direttamente nel mondo del lavoro come -tecnologo, -montatore, -addetto alla costruzione di stampi e attrezzature, -installatore e manutentore tecnico.
Per chi volesse proseguire gli studi invece il diploma dell’IP permette l’iscrizione all’Istituto Tecnico Superiore in “Sistema Meccanica”, o in qualsiasi facoltà universitaria.

IP in Manutenzione e Assistenza tecnica

Lo scopo che si prefigge questo professionale, è quello di dare competenze nel settore del funzionamento delle tecnologie e degli impianti industriali e civili e dei mezzi di trasporto.
Gli studenti iscritti così nel corso dell’intero ciclo di studi avranno modo di occuparsi di tutti i processi che coinvolgono il funzionamento degli impianti tecnici (installazione, manutenzione, collaudo); conosceranno inoltre le norme da rispettare e i costi da sostenere per realizzarli.
Questo IP prevede una sola articolazione:
  • • Manutenzione e assistenza tecnica, divisa però in due opzioni: - Apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili o - Manutenzione di mezzi di trasporto.
È previsto sia lo studio delle materie di istruzione generica (Italiano, Storia, Matematica, Fisica, Scienze, Inglese) sia di quelle di indirizzo: tecnologie meccaniche e applicazioni, tecnologie elettriche-elettroniche e applicazioni, tecnologie e tecniche di installazione e di manutenzione, tecnologie e tecniche di installazione e di manutenzione di apparati e impianti civili e industriali, tecnologie e tecniche di diagnostica e manutenzione dei mezzi di trasporto.
Dopo il diploma si può trovare lavoro nelle professioni di: -ascensorista, -frigorista, -montatore meccanico, -manutentore meccanico, -meccatronico.
In alternativa, se si preferiscono continuare gli studi, è possibile frequentare un Istituto Tecnico Superiore in “Sistema Meccanica” oppure a qualsiasi facoltà universitaria.

IP in Gestione delle acque e risanamento ambientale

Gli studenti a fine del ciclo di studi sapranno operare per garantire la tutela e la gestione delle acque sotterranee, superficiali interne e marine. Acquisiranno dunque competenze nella gestione consapevole e rispettosa di tutte le risorse idriche ed ambientali, in particolare quelle attinenti al controllo della sicurezza delle acque, delle sorgenti, delle reti idriche e fognarie, degli impianti e in generale di tutte le attività di risanamento coinvolte.
Alle materie di istruzione generale (Italiano, Storia, Scienze, Matematica, Fisica, Inglese) sarà affiancato lo studio di quelle di indirizzo: Tecnologie delle risorse idriche e geologiche, Chimica applicata alla gestione delle risorse idriche e risanamento ambientale, Microbiologia applicata alla gestione e risanamento ambientale, Tecniche di gestione e controllo delle reti ed impianti civili e industriali.
Dopo il diploma si possono continuare gli studi o in un Istituto Tecnico Superiore o a qualsiasi Università (in particolare le facoltà più indicate sono quelle di Ingegneria ambientale, ingegneria idraulica, Ingegneria fisica, Scienze geologiche, Scienze e gestione del territorio , Chimica ecc).
Se invece dopo il diploma si preferisce direttamente trovare un impiego, gli studenti saranno qualificati nelle figure di: - progettista di sistemi di gestione ambientale e della sicurezza, - tecnico per gli uffici delle Amministrazioni Pubbliche con compiti di controllo e di prevenzione ambientale, - addetto alla gestione di reti e impianti idrici, -tecnico per aziende di fornitura di acqua potabile, - tecnico nel settore dei servizi, delle utenze, delle Multy-Utility, - addetto al monitoraggio e controllo delle risorse idriche e al riutilizzo delle acque reflue.

IP in Servizi commerciali

Ciò che questo professionale si prefigge è di formare professionisti in grado di amministrare e organizzare un’impresa in tutti i suoi aspetti.
Gli insegnamenti specifici delle materie di indirizzo saranno così orientati a fare districare agevolmente gli studenti in tutti quei processi di vendita e promozione in cui sono coinvolte le aziende. Una volta diplomati, saranno in grado quindi di valutare e analizzare le tendenze e i dati dei mercati nazionali e internazionali e la conoscenza di due lingue straniere permetterà loro di creare strategie comunicative efficaci.
Questo IP non ha articolazioni ma nonostante ciò è possibile scegliere l’opzione in - Promozione commerciale e pubblicitaria.
Per realizzare questo, alle materie di istruzione generica e comune a tutte le scuole (Italiano, Matematica, Storia, Fisica, Scienze, Inglese), si affiancano quelle di indirizzo: una seconda lingua straniera, diritto, economia, tecniche professionali dei servizi commerciali, tecniche di comunicazione, tecniche professionali dei servizi commerciali pubblicitari.
Dopo il diploma, gli studenti potranno iscriversi nell’Istituto Tecnico Superiore di “Servizi alle Imprese” o in una qualsiasi facoltà universitaria.
Se invece si preferisce entrare direttamente nel mondo del lavoro, questo IP forma i diplomati nelle figure di - agente di commercio, - addetto alla contabilità, - assistente amministrativo.

IP Enogastronomia ed ospitalità alberghiera

Le competenze acquisite in questo IP sono quelle relative al settore del turismo e delle strutture alberghiere e in quello agroalimentare soprattutto per la cucina e le tradizioni culinarie rigorosamente Made in Italy.
Gli studenti quindi avranno conoscenza della gestione e delle normative che regolano le filiere enogastronomiche e le strutture alberghiere.
Questa tipologia di IP prevede ben tre articolazioni:
  • • Enogastronomia con l’opzione - Prodotti dolciari artigianali e industriali;
  • • Servizi di sala e di vendita;
  • • Accoglienza turistica.
Allo studio delle tradizionali materie (Italiano, Storia, Matematica, Fisica, Scienze, Inglese), ai aggiunge quello delle discipline di indirizzo: una seconda lingua straniera, scienza degli alimenti, laboratorio di servizi enogastronomici (settore cucina), laboratorio di servizi enogastronomici (settore sala e vendita), laboratorio di servizi di accoglienza turistica, Scienza e cultura dell'alimentazione.
Il diploma di questo IP permette l’accesso nell’Istituto Tecnico Superiore in “Funzione e valorizzazione del patrimonio culturale” oppure a qualsiasi Università.
Per ciò che riguarda invece il mondo del lavoro, le figure professionali a cui dà immediato accesso sono quelle di - maitre, - chef, - cameriere, - responsabile dei servizi di ristorazione, - direttore d’albergo.

IP in Servizi culturali e dello spettacolo

Le conoscenze e le competenze che gli studenti potranno acquisire in questi indirizzo IP sono quelle inerenti ai settori dei new media, delle attività di ideazione, produzione e trasmissione di video, programmi televisivi, pubblicità, registrazioni musicali e sonore e nel campo della cinematografia.
Alle classiche materie generali (Italiano, Matematica, Storia, Fisica, Scienze, Inglese) si affiancano: Diritto ed Economia, Tecnologie dell’informazione e della comunicazione, Tecniche e tecnologie della comunicazione visiva, Linguaggi fotografici e dell’audiovisivo.
Al termine del ciclo di studi è possibile iscriversi ad un Istituti Tecnico Superiore, all’Università (magari nel corso di laurea in DAMS Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo) oppure cercare una professione attinente alle competenze apprese.

IP in Servizi per la sanità e l’assistenza sociale

La formazione che offre questo IP è quella relativa alla comprensione e alla soddisfazione delle esigenze sociali e sanitarie dei singoli, dei gruppi e delle comunità nel perseguimento di una piena e soddisfacente situazione di socializzazione, integrazione, salute, benessere bio-psico-sociale delle persone coinvolte, sempre garantendo loro l’assistenza di cui necessitano.
Oltre alle materie di istruzione generale (Italiano, Storia, Scienze, Matematica, Fisica, Inglese) sono previste attività nelle seguenti discipline: Diritto ed economia, Metodologie operative, Scienze umane e sociali, Tecnologie informatiche e della comunicazione, Igiene e cultura medico-sanitaria, Psicologia generale e applicata, Diritto e legislazione sociosanitaria, Tecnica amministrativa ed economia sociale.
Gli ambiti di lavoro a cui è possibile accedere dopo il diploma sono quelli in - Sanità e assistenza sociale, - Assistenza sanitaria, - Servizi di assistenza sociale residenziale, - Assistenza sociale non residenziale, - Servizi socio-sanitari.
Se si preferisce invece continuare gli studi è possibile iscriversi ad un Istituto Tecnico Superiore o all’Università.

IP in Arti ausiliarie e professioni sanitarie

Lo scopo che vuole attuare questo tipo di IP è quello di contribuire al benessere delle persone e delle comunità, sapendo rintracciare problemi e attuando soluzioni per risolverli.
Questo IP si divide in due articolazioni:
  • • Arti ausiliarie delle professioni sanitarie: ottico
  • • Arti ausiliarie delle professioni sanitarie: odontotecnico
Accanto all’insegnamento delle materie comuni a tutte le scuole (Italiano, Storia, Matematica, Fisica, Scienze, Inglese) è previsto quello delle discipline di indirizzo: una seconda Lingua straniera, Diritto ed Economia, Scienze umane e sociali, Metodologie operative, Igiene e cultura medico sanitaria, Psicologia generale ed applicata, Diritto e legislazione socio-sanitaria, Tecnica amministrativa, Economia sociale.
Dopo il diploma si potrà cercare un’occupazione come - ottico, - odontotecnico, - operatore sociosanitario.
In alternativa, se si desidera proseguire il percorso di studi, si può accedere all’Università o agli Istituti Tecnici Superiori.
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Curioso di sapere chi sarà il prossimo ospite? Seguici e lo scoprirai!

20 novembre 2019 ore 15:30

Segui la diretta