Pasteur
Louis Pasteur nacque in Francia,a Dole,nel 1822 ed è stato un microbiologo
francese. E’ CONSIDERATO,in tutto il mondo,uno dei padri della microbiologia,insieme a Koch.
Nel 1860 inizia a dedicarsi a studi sui microrganismi e sulla generazione spontanea. Essa era un’ antica credenza,diffusissima nel Ottocento,che credeva sulla possibile nascita della vita mediante generazione spontanea dagli elementi naturali inanimati. Che crebbe di importanza dopo la scoperta del microscopio semplice(concepita dall’ olandese Anton von Leeuwenhoek nel 1683) perché si notò che bastava mettere delle sostanze organiche in decomposizione in un luogo per breve tempo e delle strane bestioline apparivano in superficie. Pasteur riuscì a spiegare attraverso un semplice esperimento che la generazione spontanea non era una realtà scientifica.
Lui chiamò quelle strane bestioline, che si potevano vedere solo al microscopio,microrganismi e scoprì che erano divisi in alghe unicellulari, protozoi,virus e batteri che a loro volta erano divisi in patogeni e simbiotici. Nel 1881 Pasteur notò scoprendo il procedimento di pastorizzazione del latte,che servendosi del caldo ci si può permettere di eliminare molti batteri patogeni. Poco dopo viene chiamato a Nebun, Ile de France, per combattere la malattia del carbonchio,causa della morte di molte pecore ed in poco tempo creò un vaccino che fu sperimentato in una fattoria vicino Melun. A 25 pecore venne iniettato il vaccino mentre ad altre 50 no e solo le 25 pecore che avevano subito il trattamento si salvarono. Da allora Pasteur volle fare di più,desiderava creare un vaccino per l’uomo. Così inizia a studiare il virus della rabbia, ciò che già si conosceva era che il malanno era contenuto nella saliva e che si trasmetteva attraverso i morsi. Pasteur dopo alcune ricerche capì che l’ ambiente più favorevole al virus era il cervello e partendo da questo presupposto decise di creare un vaccino. Il vaccino fu sperimentato per la prima volta su un bambino morso due giorni prima da un cane rabbioso,il grande scienziato sapendo che sarebbe comunque morto dopo pochi giorni provò a salvarlo . Il bimbo fu sottoposto a 13 iniezioni una più forte dell’ altra di cui l’ ultima conteneva la forma più virulenta capace di uccidere un animale in sette giorni ma,al suo contrario il bambino si salvò.
Nel novembre del 1888 venne inaugurato un istituto scientifico antirabbico chiamato con il suo nome.
Pasteur morì nel 1895, a 73 anni.
Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email