Ominide 1016 punti

Il romanticismo italiano è interamente improntato nel Risorgimento, motore di indipendenza e unificazione.
Lo slancio politico fu il nazionalismo, Che in Italia si sviluppò come Risorgimento identificato in due correnti:
-cattolico-liberale: ci si vuole liberare dallo straniero, si cerca un’indipendenza voluta da un organo dall’alto, una guida illuminata, ed è una corrente contro le insurrezioni. Il maggiore esponente è Manzoni, che cercava una guida che fosse illuminata da Dio.
-democratica: rappresentata da Giuseppe Mazzini.

Il pensiero socialista nasce come identità del proletariato nella rivoluzione industriale, e max ne è il maggior esponente, un teorico del socialismo.
Nascono sulle società del mutuo soccorso ed il popolo inizia ad unirsi.
Nel frattempo si ha un socialismo utopistico nella quale lavoratori prendere il controllo della fabbrica .

Romanticismo in Italia

Il movimento romantico in Italia nasce dalla fondazione del periodico “la biblioteca italiana” in Lombardia nel 1816: importante fu l’articolo “Sulla maniera e utilità delle traduzioni” pubblicato nella prima uscita della rivista. In questo dibattito entra in gioco il purista Pietro Giordani, il quale è consapevole dell'importanza, ma sente suoi gli ideali del romanticismo così si sente di entrare nella discussione, per conservare la purezza della lingua italiana.
L'articolo fece scalpore perché accusava gli italiani di non essersi modernizzati abbastanza, e ciò aprì un dibattito fra i classicisti accusati di non essere “al passo con i tempi” ed i romantici.

In Italia un altro esponente molto importante fu Giovanni Berscè, che fu il teorizzatore italiano del romanticismo.

Importante fu anche De Santis, che fu uno dei più grandi critici della letteratura italiana risalente al periodo del romanticismo, il quale fece una storia della letteratura per metterne in luce il patriottismo. Appartiene alla scuola Hegeliana, vede la storia con un susseguirsi di tesi antitesi evoluzione ed involuzione.
La sua storia della letteratura ha un intento morale, didattico, patriottico. Non analizza in modo disincantato o letterario, ma piuttosto analizza il rapporto tra letteratura e sociale con termini sociali.

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico Letterario 800?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email