Ominide 152 punti

Dibattito Tra Romantici E Classicisti In Italia


Nel 1816 Madame de Staël pubblicò, sulla rivista “Biblioteca Italiana”, l’articolo “Sulla maniera e sull’utilità delle traduzioni”, considerato un atto di accusa nei confronti degli intellettuali italiani in quanto essi si rifiutavano di prendere in considerazione le nuove strade della cultura romantica. Secondo la de Staël quando viene fatta una traduzione va tradotto il senso e non ogni parola; inoltre gli italiani devono tradurre qualcosa di moderno soprattutto inglese e tedesco, ma non devono imitarli bensì conoscere quel tipo di poesia (come per esempio Shakespeare). L’autrice continua dicendo che l’opera italiana è noiosa e ottusa, lo scopo deve essere quello di unire l’utile al dilettevole; gli italiani vengono accusati inoltre di cercare inutilmente qualcosa di prezioso nel passato. Conclude affermando che la letteratura è l’arte più importante e devono curarla (accusati di inerzia culturale) .
Un altro testo importante è quello di Berchet intitolato “Lettera semiseria di Grisostomo al suo figliuolo”. E’ un’opera ironica che dimostra la chiusura mentale ed esalta il romanticismo. E’ fondamentale in quanto viene sintetizzato il nuovo concetto di pubblico: i romantici si rivolgono a un pubblico vasto ed eterogeneo che comprende tutta la borghesia. Egli divide il pubblico in:
- Ottentotti: persone ignoranti e senza cultura con la capacità innata di cogliere la bellezza delle arti senza riuscire ad apprezzarla.
- Parigini: persone colte che fin da giovani hanno avuto molti stimoli culturali ma adesso non sono più in grado di coglierli.
- Popolo: persone borghesi che riescono a recepire davvero la bellezza dell’arte.
Hai bisogno di aiuto in Autori e opere 800?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email