Quali opportunità lavorative si hanno con una laurea triennale?

Ilaria_Roncone
Di Ilaria_Roncone
sbocchi laurea triennale

Perché preferire una laurea triennale e una a ciclo unico e quali sono i vantaggi in termini lavorativi che la laurea triennale può dare a chi sceglie di fermarsi dopo averla conseguita? Partiamo dal presupposto che, intanto, ottenere una laurea triennale da accesso sia a una laurea specialistica che a un master di primo livello. Chi opta per la laurea triennale e si ferma, solitamente, è più ansioso di entrare nel mondo del lavoro e di mettersi in gioco a livello professionale affinando competenze e capacità pratiche.
Vediamo, quindi, quali opportunità lavorative si possono avere con la laurea triennale.





Laurea triennale: quali sbocchi professionali?


Qual è la differenza, sostanzialmente, tra la laurea triennale e la laurea magistrale? Si tratta di una questione lavorativa. Se con la magistrale si può accedere a tutti i tipi di professione, con la triennale non è lo stesso. Un esempio? Per diventare psicologi è richiesta una laurea magistrale, ottenuta in seguito a cinque anno di studi; con la triennale si ottiene il titolo di dottore in tecniche psicologiche, una figura di grado minore rispetto allo psicologo e che necessita della supervisione di un professionista.
Per capire se fermarsi alla triennale o meno è necessario riflettere sulla tipologia di professione che si vuole svolgere: se si ambisce a diventare medici, architetti, avvocati, dottori e una serie di altre professioni altamente specializzate conviene optare per le laurea a ciclo unico o per un percorso triennale al quale si aggiungono due anni di specialistica.



Con la laurea triennale, quindi, si hanno comunque buone possibilità di accedere al mondo del lavoro ma si può accedere solo ad alcuni ambiti lavorativi e non ad altri. Spetta quindi a voi, in base alle vostre aspirazioni, capire se è opportuno fermarsi o proseguire con gli studi dopo il ciclo triennale.
Nello specifico, per capire la differenza tra fermarsi in triennale e proseguire, occorre quindi tenere presenti due fattori:


  • ci sono professioni per cui è sufficiente la laurea triennale (consulente del lavoro, dottore in tecniche psicologiche). Per capire quali basta cercare informazioni in merito a quella che è la professione (o le professioni) alle quali ambite.

  • ci sono professioni per cui, invece, è necessario approfondire gli studi (commercialista, psicologo).



Negli albi professionali, ovvero quei albi che raccolgono i nomi delle persone abilitate a fare un determinato mestiere, spesso sono presenti una sezione A e una sezione B. La seziona A comprende i nomi di coloro che sono in possesso di una laurea magistrale, la sezione B invece comprende coloro che sono in possesso esclusivamente della laurea triennale
Skuola | TV
Buone vacanze ragazzi!

La Skuola Tv torna a ottobre. Buone vacanze a tutti gli studenti!

1 ottobre 2019 ore 16:00

Segui la diretta