Coronavirus, università: come ridurre il rischio contagio con i tuoi coinquilini

Giulia.Onofri
Di Giulia.Onofri
Le regole di convivenza fra coinquilini ai tempi del Coronavirus

Nel corso di questi ultimi mesi, il Ministero della Salute ha imposto il rispetto di rigide regole anti-Covid rivolte a tutti i cittadini, prevedendo anche sanzioni salate per i trasgressori. Tra tutte le misure di sicurezza adottate però, quelle che vietano le effusioni e i contatti troppo stretti tra amici, conoscenti e parenti sono sicuramente quelle a cui è stato più difficile abituarsi e che, a distanza di mesi, ancora continuano a pesare molto.
La difficoltà di mantenere il distanziamento sociale si fa sentire soprattutto in tutte quelle situazioni di convivenza fra non congiunti, condizione questa che spesso interessa proprio gli studenti universitari fuori sede che condividono la casa con altri coinquilini . È davvero possibile conciliare la convivenza con le misure di sicurezza vigenti? La risposta è sì e noi di Skuola.net ti daremo qualche dritta per riuscirci al meglio.

Guarda anche:


Meglio non prestare oggetti


Condividere o prestare qualcosa è solitamente un gesto che dimostra affetto e altruismo ma nella situazione odierna è meglio evitare qualsiasi passaggio di oggetti, anche se si tratta di pentole, dispense o altro.

Mascherina negli spazi comuni e finestre aperte


Quando si esce fuori dalla propria stanza è importante rispettare le regole vigenti nei luoghi pubblici, indossando sempre la mascherina. Lasciare inoltre aperte le finestre, soprattutto negli spazi comuni, consente un passaggio continuo di aria, impedendo ad eventuali infezioni presenti nell’ambiente di insediarsi e diffondersi.

Turni a tavola e niente piatti in comune


La cucina per tutti rappresenta sicuramente un ambiente della casa di uso comune, quindi di frequente i vari coinquilini si ritrovano a distanza di pochi metri per preparare o consumare i pasti. In situazioni di questo tipo, data l’impossibilità di indossare la mascherina mentre si mangia, è opportuno sedersi a tavola secondo diversi turni per mantenere il distanziamento. Un altro comportamento rischioso in cucina, e quindi da evitare, è assaggiare cibo contenuto nel piatto di un altro o bere dallo stesso bicchiere; uno dei veicoli principali di trasmissione del virus è proprio la saliva, quindi meglio evitare disattenzioni di questo tipo.

Preferire le scale all’ascensore


L’ascensore rappresenta uno spazio piccolo e chiuso, utilizzato da tutti i condomini. Per questo, non è proprio uno locale sicuro con cui venire in contatto, a differenza delle scale che sono invece sottoposte ad un passaggio continuo di aria. Fare le scale può dunque rappresentare un accorgimento che può rivelarsi importante e allo stesso tempo può anche essere un modo per approfittarne per fare un po’ di attività fisica.


Gel igienizzante dopo aver toccato le maniglie


Sulle maniglie e sui pomelli spesso si insediano una gran quantità di batteri proprio perché tutti ne fanno necessariamente uso. Per questo, meglio evitare brutte sorprese e igienizzarsi sempre le mani con il gel o con il sapone, ogni volta che se ne tocca una, soprattutto se si condivide casa con molti coinquilini.

Gruppi di studio virtuali, non dentro casa


Il distanziamento sociale e il divieto di fare assembramenti sono due fra le norme principali fra quelle imposte per il contenimento della diffusione dei contagi. Proprio per questo gli spostamenti in case in case altrui o l’invito di altri in casa propria, trasgredirebbero implicitamente queste due regole fondamentali. Come conciliare allora l’esigenza di studiare e confrontarsi in gruppi di studio con quella di mantenere il distanziamento all’interno della stessa casa con altri coinquilini? In questo caso il compromesso migliore è sicuramente quello di proporre agli altri compagni di corso una sessione virtuale di studio o ripasso, utilizzando le varie piattaforme gratuite per chiamate o videochiamate online.
Skuola | TV
Il #TemaSvolto sul Recovery Fund di Roberto Bernabò, Vicedirettore ‘Il Sole 24 ore’

Cerchi un tema svolto sul Recovery Fund? Grazie ai consigli di Roberto Bernabò ti spiegheremo come farlo.

3 marzo 2021 ore 15:30

Segui la diretta