Che fine ha fatto il bonus cultura per i 2001?

Susanna Galli
Di Susanna Galli
bonus cultura

Siamo a febbraio, e del bonus cultura dedicato ai ragazzi nati nel 2001 ancora non c’è traccia. Lo scorso anno infatti, il fondo di 500 euro era stato reso disponibile già dai primi di gennaio. Dalla sua creazione nel 2016 ad oggi, il bonus ha riscosso moltissimo successo tra gli studenti diciottenni. Nel 2019 ben 430mila neo 18enni, ovvero l’85%, ha attivato lo strumento.
Ma dov’è finito il bonus per i nati nel 2001?


Attivazione di 18app, bonus cultura in ritardo

Lo scorso anno il bonus per i 2000 era stato attivato e reso disponibile a tutti gli effetti il 7 gennaio, si tratterebbe quindi di più di un mese di ritardo per coloro che hanno compiuto 18 anni nel 2019, che ancora aspettano questi fondi.
La proroga sta facendo sorgere parecchi dubbi e incertezze, e non si hanno notizie certe su quando verrà reso disponibile il bonus.
Quello che sappiamo fino a ora è che per i nati nel 2002 probabilmente ci sarà un abbassamento della cifra spendibile da 500 euro a 350 proprio per il taglio dei fondi nella nuova legge di bilancio. Questo però non dovrebbe in alcun caso riguardare il bonus per i 2001, poiché i 240 milioni erano già stati confermati l'anno scorso.
L'ipotesi più probabile quindi è che si tratti semplicemente di un ritardo “burocratico” dato dalla difficoltà di attivazione di un meccanismo così complesso. Senza altre notizie certe, non resta che aspettare che il decreto per l'attivazione del bonus cultura appaia in gazzetta ufficiale e che i 500 euro siano di nuovo disponibili.

Bonus cultura 18app, ecco la petizione per attivarlo

Il ritardo dell'attivazione del bonus cultura per i ragazzi del 2001 sta facendo discutere. E' nata anche una petizione online, arrivata a 10.000 adesioni, lanciata da Italia Viva di Matteo Renzi (che, come tutti sanno, è stato il "papà" del bonus cultura), che chiede di accelerare i tempi per permettere ai neo-diciottenni di usufruire del bonus.
Viene chiesto anche di riportare a 500 euro il bonus per i 2002, aumentando i fondi, e di inserire tra i beni acquistabili anche l'abbonamento ai quotidiani online.

18App, come richiedere Spid

In attesa del bonus, i nati nel 2001 possono avvantaggiarsi richiedendo Spid, identità digitale, necessaria all'utilizzo di 18App. Per farlo, bisogna rivolgersi a uno degli Identity Provider proposti dal portale – Poste Italiane, Tim, Infocert, Sielte – e richiedere le proprie credenziali d’accesso. Se risiedi in Italia come prima cosa devi avere:
  • un indirizzo e-mail
  • il numero di telefono del tuo cellulare
  • un documento di identità valido (carta d’identità, passaporto, patente, permesso di soggiorno)
  • la tua tessera sanitaria
Se risiedi all’estero invece dovrai avere:
  • un indirizzo mail
  • il numero di telefono del tuo cellulare
  • un documento di identità valido (carta d’identità, passaporto, patente)
  • il tuo codice fiscale
A questo punto devi effettuare la registrazione all'Identity Provider scelto. Solitamente prevede tre passaggi:
  • inserisci i tuoi dati anagrafici
  • crea le tue credenziali SPID
  • effettua il riconoscimento
Per avere la tua identità digitale non c’è un tempo prestabilito, dipende dai singoli Identity Provider. Ognuno ha le proprie tempistiche, prevede diverse modalità di registrazione (free o a pagamento) e i rispettivi SPID presentano differenti livelli di sicurezza. Una volta ottenuto lo SPID non ti resta che attendere il decreto e poi potrai iscriverti a 18 app. Ricorda però che per farlo dovrai aver compiuto 18 anni.
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Curioso di conoscere il prossimo ospite? Continua a seguirci e lo scoprirai!

19 febbraio 2020 ore 16:00

Segui la diretta