Come registrarsi a 18app: iscriversi e attivare il bonus cultura

Marcello G.
Di Marcello G.

Per i nati nel 2000 è finalmente arrivato il momento di fare la lista della spesa. Il ministro della Cultura Bonisoli, dopo aver fatto attendere per mesi i neomaggiorenni, ha firmato il decreto che ‘sblocca’ i 290 milioni – stanziati dalla Legge di Bilancio 2018 – per finanziare il bonus cultura: 500 euro per ognuno dei circa 500mila ragazzi che hanno compiuto (o compiranno) 18 anni nel corso del 2018. Manca solo la pubblicazione In Gazzetta Ufficiale (prevista a giorni) dopodiché si parte. Da quel momento (e fino al 30 giugno 2019) ci si potrà registrare al sito 18app. Mentre il bonus si potrà spendere fino al 31 dicembre 2019. Ma cosa bisogna fare per accedere ai 500euro? Ecco tutti passaggi necessari, riassunti in questa breve guida.

18app, che cos’è lo Spid

Per potersi iscrivere a 18app, piattaforma ufficiale del bonus cultura, è necessario essere già in possesso di uno SPID. Di che si tratta? È il Sistema Pubblico di Identità Digitale: una sigla ancora poco conosciuta ma che, in futuro, servirà sempre di più ai cittadini per ottenere i servizi erogati dalle pubbliche amministrazioni. In pratica è un codice che identifica in maniera univoca le singole persone. A rilasciarla sarà uno degli Identity Provider riconosciuti (e indicati su 18app): Aruba, Poste Italiane, InfoCert, TIM, Sielte, Register o Namirial.

Bonus cultura, come ottenere l’identità digitale

Prima di entrare in 18app, occorre dunque fare questo passaggio preliminare: andare sul sito del provider prescelto, compilare il modulo con i propri dati personali (estremi del documento d’identità, indirizzo di posta elettronica, numero di telefono) e verificare la propria identità digitale attraverso uno dei sistemi previsti (Tessera Sanitaria, presentandosi personalmente in un ufficio che vi verrà indicato, via webcam). la procedura cambia a seconda del provider. Solo dopo aver ricevuto lo SPID (ci vorrà qualche giorno) si potrà iniziare a usare il bonus cultura.

Le credenziali per accedere a 18app

Per finalizzare l’iscrizione a 18app basterà andare sul sito www.18app.italia.it - con l’Identità Digitale a portata di mano – e cliccare sul pulsante ‘Entra con SPID’ (si trova in homepage, in alto a destra). Si aprirà una pagina preliminare in cui vi sarà chiesto di indicare qual è il provider che ha rilasciato lo SPID (cliccando anche qui sul pulsante ‘Entra con SPID’). Solo a questo punto, nell’ulteriore pagina che si aprirà, potrete inserire le credenziali d’accesso al servizio. Attenzione: username e password corrispondono a quelle comunicate dal gestore con cui avete sottoscritto lo SPID.


Dove spendere il buono 18app

Ci siamo: dopo essersi registrati a 18app si potrà entrare nella sezione del sito in cui decidere come spendere i 500 euro del bonus. Il meccanismo è molto semplice, schematico e intuitivo. Il primo step riguarda la scelta dell’esercente a cui vi rivolgerete: negozio fisico o sito di e-commerce. Il bonus, infatti, non potrà essere speso ovunque. I negozianti, prima di entrare nella lista presente su 18app, dovranno essere accreditati dal ministero dei Beni Culturali, che certificherà che i prodotti messi in vendita sono davvero ‘culturali’. Un elenco che si aggiorna di continuo e che, comunque, già comprende tanti negozi e servizi (sia fisici che online).

Bonus cultura, le categorie in cui può essere utilizzato

Nel secondo step, invece, vi verrà chiesto di scegliere la categoria merceologica (tra quelle indicate nel decreto) del prodotto che vorrete acquistare. Quali sono? Tutte quelle che, in un modo o nell’altro, hanno a che fare con la cultura: libri, musica (su supporto fisico o digitale), biglietti del cinema, concerti, spettacoli teatrali, ingressi a mostre, musei, aree archeologiche, fiere, parchi.

Come creare un buono su 18app

A questo punto si accederà alla sezione del portale in cui generare i voucher, decidendone importo e forma. Perché una delle caratteristiche del bonus cultura è il fatto di non doverlo spendere in un colpo solo ma di poterlo dosare nel corso del periodo di validità dell’operazione (nel caso dei nati nel 2000, fino al 31 dicembre 2019). È come se aveste un portafoglio elettronico da cui prelevare le somme che vi occorrono volta per volta. Vi basterà verificare il costo dei prodotti o del servizio che vorrete acquistare e indicare la cifra cliccando sul pulsante ‘Crea Buono’.

Cosa si può comprare con 18app

Un passaggio, quest’ultimo, molto importante perché ad ogni voucher è collegato un codice univoco e quel buono potrà essere speso solo presso l’esercente selezionato. Altra cosa fondamentale: prima di generare il voucher dovrete verificare che il prodotto o il servizio scelto sia effettivamente acquistabile con il bonus cultura. I vari negozi, specialmente quelli online, dedicano una sezione del sito a 18app con una selezione di prodotti dedicati ai neomaggiorenni. Ciò vale soprattutto per i concerti.

Come pagare con il buono 18app

I voucher, inoltre, potranno essere generati in versione ‘stampabile’ (da consegnare al negoziante) oppure in formato elettronico (un QR code, che l’esercente potrà scannerizzare direttamente dallo smartphone del cliente). Ovviamente, per gli acquisti effettuati via web, il voucher non sarà altro che un codice coupon da inserire sulla piattaforma al momento del pagamento. Il credito residuo, però, sarà scalato solo quando procederete all’acquisto. In ogni caso, sulla schermata del vostro profilo (consultabile sempre sul sito 18app o sull’app ufficiale), avrete la situazione aggiornata in tempo reale: scadenza del bonus, spese effettuate e credito residuo.
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

L'ospite di lunedì è davvero molto importante! Curioso di sapere di chi si tratta? Domani lo sveleremo, quindi non ti resta che rimanere aggiornato!

17 dicembre 2018 ore 15:00

Segui la diretta