Prima prova maturità 2018 saggio storico-politico: traccia e guida

saggio breve storico politico maturità 2018

Tutti pronti per la prima prova maturità 2018? Oggi vi daremo alcuni consigli sulla stesura del saggio breve in ambito storico-politico. È quello che fa per voi? Scopritelo grazie alla nostra guida. E quali saranno le tracce prima prova maturità 2018 ?

Prima prova maturità 2018: saggio breve storico-politico

Niente panico! La maturità 2018 si avvicina, ma ci siamo noi a tenervi compagnia e a guidarvi all’interno delle varie prove che dovrete sostenere. Oggi parliamo, nello specifico, del saggio breve di tipi storico-politico. Quali sono le possibili tracce maturità 2018? Scopriamo insieme quelle degli anni passati, le caratteristiche di questa particolare tipologia di saggio e come svolgerlo al meglio per ottenere il massimo dei voti nella tua prima prova maturità 2018. Partiamo dalle basi.

Saggio breve storico-politico: cos’è?

Per fare un saggio breve di natura storico-politica si parte dal materiale contenuto nel plico di documenti che ti verrà consegnato il giorno della prova. A partire da questi dovrai sviluppare una tua tesi andando ad argomentarla con solide e valide argomentazioni. Il tuo obiettivo sarà, in questo senso, integrare quello che capterai dai documenti con le tue conoscenze personali.

Nel saggio breve storico-politico ti troverai ad affrontare argomenti relativi a fatti storici analizzati in chiave politica; o, viceversa, potrebbe capitare di trovarsi davanti a fatti di natura politica attuali da cui bisognerà partire per scrivere un’analisi storica.

Guida al saggio breve storico-politico


Come cominciare: analisi delle fonti


La primissima cosa che dovrai fare approcciandoti alla traccia del tema storico-politico è individuare attorno a quale fatto storico-politico girano tutti i documenti che ti verranno dati dal tuo docente. Leggi con estrema attenzione la traccia e il materiale fornito, dividi i documenti fonte in ordine cronologico e individua i legami tra le singole fonti. A questo punto dovrai ulteriormente suddividere i documenti in base alla tesi che sostengono.

Quando scegliere il saggio breve storico-politico? Sceglilo se, in generale e nel caso specifico dell’argomento selezionato dal MIUR, sei ferrato con avvenimenti storici e politica. Un testo argomentativo che tratta queste tematiche deve basarsi su fatti e dati oggettivi. Collegando i vari documenti puoi affidarti solo alla logica e a ragionamenti non contestabili oggettivamente. Quello che decidi di aggiungere delle tue personali conoscenze deve essere 100% vero e verificabile.

Mai come in questa tipologia di saggio non c’è spazio per l’esperienza personale. Tutto quello che aggiungi rispetto ai documenti del dossier deve basarsi su ciò che hai studiato.

Struttura del saggio breve storico-politico


La struttura del saggio breve storico-politico è simile a quelle degli altri ambiti della tipologia B della prima prova di maturità 2018. Una volta studiati i documenti dovrai farti un’idea tua e prendere posizione rispetto al fatto. È il momento di decidere il punto di vista del tuo testo argomentativo così da capire quale messaggio vuoi trasmettere al lettore e quale tesi sosterrai. Una volta fatto questo la struttura del tuo saggio breve storico-politico dovrà essere questa:
  • Titolo
  • Introduzione e presentazione dell’argomento oggetto dei documenti
  • Corpo centrale in cui saranno sviluppati: tesi, che esporrà il tuo pensiero sostenendolo con citazioni tratte dai documenti; antitesi, che esporrà la tesi contraria alla tua posizione per offrire al lettore un’idea a tutto tondo dell’argomenti trattato; sintesi, nella quale riaffermerai in breve la tua tesi e la renderai il meno possibile attaccabile
  • Conclusione

Saggio breve storico politico: le tracce degli anni passati


Negli scorsi anni gli argomenti delle tracce scelti dal MIUR – e le relative soluzioni – per il saggio breve storico-politico sono stati:

Consigli per il saggio breve storico-politico maturità 2018


La scaletta del saggio breve ce l’hai, ora è il momento di qualche dritta per arrivare più tranquillo e dare il meglio di te in quella giornata. A proposito di questa scaletta, non sottovalutarne mai l’importanza: averla sott’occhio ti aiuterà a comporre un testo coerente e a non divagare. È fondamentale essere concisi e convincenti quando si tratta di un saggio breve (ricorda il limite massimo di cinque colonne di foglio protocollo).

Per quanto riguarda il linguaggio, deve rimanere formale e scorrevole per tutto il componimento. Evita quindi di parlare in prima persona, adoperando sempre la forma impersonale (esempio: si dice che…). Ricorda di arricchire il testo con date, nomi di personaggi storici e politici, cronologie. Così facendo dimostrerai al professore che correggerà il tuo tema quanto tu sia in gradi di approfondire un argomento basandoti sulle tue capacità e sulle tue conoscenze.  Scrivi qualcosa, che sia un nome o un dato, solo se sei assolutamente sicuro dell' esattezza. E fai attenzione anche ai dati riportati dal dossier: copiali così come sono, facendo attenzione agli errori.

Una volta terminata la stesura del tuo saggio breve storico-politico potrai procedere alla revisione. Rileggilo due volte assicurandoti che sia coerente e che le parti di cui si compone sia correttamente legate tra loro. Con la seconda rilettura individua, se ce ne sono, gli errori morfo-sintattici e ortografici. Altro importante passaggio: trova un titolo accattivante per il tuo tema, qualcosa che faccia venire la voglia di leggerlo e sorprenda chi ti valuterà. Una volta fatto anche questo non ti resterà che copiare in bella il tutto e consegnare.

<iframe width="560" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/qmW7gBOMTSk" frameborder="0" allow="autoplay; encrypted-media" allowfullscreen></iframe>

Ilaria Roncone         

Skuola | TV
Buona estate ragazzi!

La Skuola Tv ritornerà ad ottobre! Buona estate ragazzi!

3 ottobre 2018 ore 16:30

Segui la diretta